Mamma Tigre: alcune razze sono semplicemente migliori di altre

Amy Chua, famosa nel 2011 per il suo libro sulla “Mamma Tigre” e sulla superiorità delle donne cinesi, ritorna agli onori della cronaca col suo nuovo libro “The Triple Package” (il triplo impacchettamento). Lo scopo principale del saggio, scritto con suo marito Jed Rubenfeld, è quello di raccogliere aneddoti e statistiche per sostenere che alcuni gruppi etnici siano superiori ad altri gruppi che ne stanno contribuendo alla caduta economica degli Stati Uniti.

Ecco la lista dei “bravi” secondo la docente di Yale:

  • Ebrei
  • Indiani
  • Cinesi
  • Iraniani
  • Libanesi-americani
  • Nigeriani
  • Esuli cubani
  • Mormoni

Il libro usa sempre il nome di “gruppi culturali”, ma è chiaro che c’è un limite sottile che ci separa dal definirli etnie o peggio ancora razze.

Inoltre entrambi gli autori cadono a pennello in due categorie: cinesi ed ebrei.

Il denominatore comune di questi gruppi sono identificati in 3 qualità: superiorità, insicurezza e controllo degli impulsi.

 

Per saperne di più, continua la lettura in inglese dell’articolo originale del New York Post uscito il 04 Gennaio 2013:

http://nypost.com/2014/01/04/tiger-mom-some-groups-are-just-better-than-others/

 

Per seguire invece i commenti contrari a questa tesi scaturiti da questa dichiarazione, vai su: https://www.facebook.com/hyphenmagazine/posts/10151800111602653

 

Traduzione: Sun Wen-Long

Twitter: @thun88

Posted by on 5 gennaio 2014. Filed under Cronaca, Prima Pagina. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Mamma Tigre: alcune razze sono semplicemente migliori di altre

  1. questa donna è una pazza totale ! sto leggendo il suo “libro ” .
    Ossia l’educazione che ha dato a quelle due povere creature….le sue figlie !

    Concordo con lei nel dire che spesso i genitori occidentali sono troppo permissivi e spesso non stanno dietro ai figli . ù

    Ma dire che solo le cinesi sono ottime madri , che i bambini occidentali non son felici e che i nostri genitori sbagliano proprio no lo tollero !
    Pure io ho avuto da ragazzina un educazione severa, se prendevo un brutto voto non uscivo , mio padre poi mi chiamava sempre per sapere dove e con chi ero , la discoteca la vedevo in cartolina … ci sono andata ormai magiorenne !

    ma devo ringraziarli di ciò ! E ero felicissima !

    questa pazzoide dovrebbe capire che
    1 i bambini non sono piccoli adulti !

    2 hanno bisogno di confrontarsi con gli altri …dato che lei sostiene che li educa al mondo …bè il mondo è fatto di milioni di persone non di musica classica !

    Il libro mi mette una tristezza addosso , ma + che altro rabbia !

    ma come si può costringere delle bimbe dopo che sono state a scuola ( devono far i compiti ) a stare TUTTI i giorni 4 ore a suonare ?? ed anche in vacanza ?

    Non darle mai un attimo di respiro, non farle mai partecipare a una recita o andare da un amica .

    Mi ha fatto una rabbia tremenda qusando racconta di aver tenuta la bambina sulla neve con – 8 gradi solo perché non ce la faceva più a suonare !

    Lei non fa altro che pretendere dalle figlie ,gli rovina l’esistenza ( e spesso lo ammette ) ….ma lei nella sua vita che fa ? nulla !!

    Mi ha fatto ridere quando dice che suo marito è egoista perché si lamentava di dover guidare 18 ore ! 18 ore ??? per portare le figlie a concerti ,audizioni, gare….che vuole solo lei !!!! e sarebbe il marito l’egoista ??? io mi chiedo come faccia a starci con una matta così !

    la cosa + orribile è il racconto sulla morte della suocera in cui la figlia che aveva fatto un discorso da leggere vien da lei rimproverata ” il tuo discorso sulla nonna fa schifo ” …..ma questa è da rinshiudere ? dopo che una bimba ha perso la nonna e soprattutto conosce la morte la 1 volta tu la tratti così ? …..ma questa non è normale !!!

    arrabbiarsi per un 10- ??

    dire alla figlia dopo che le ha fatto un biglietto per il compleanno di auguri ” il tuo biglietto fa schifo rifallo ….questo non lo voglio ” …..

    Cosi si distrugge l’autostima di un BAMBINO !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *