I lavoratori cinesi sostengono il Pil di Prato con un contributo del 12%

Finalmente anche la leggenda metropolitana dei 30mila o addirittura 50mila immigrati cinesi clandestini è stata sfatata.

Non che i risultati siano poi così rassicuranti, ma almeno grazie alla ricerca svolta dall’Irpet (Istituto Regionale programmazione economica della Toscana) si può avere un’idea più chiara: circa 45mila sono i cittadini di origine cinese regolari e irregolari residenti a Prato, tra questi forse 5.800 fino a 8.700 sono senza permesso di soggiorno. Dei 45mila cittadini, circa 17mila sono lavoratori. Qual è il loro impatto nell’economia locale?

Di Malia Zheng – Blog del Tirreno

 

ANSA

 

TIRRENO

Posted by on 23 gennaio 2014. Filed under Associna, Prima Pagina, Rassegna stampa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *