Amministrative 2014: gli italo-cinesi si candidano

Se il coinvolgimento in politica delle seconde generazioni cinesi in altri paesi non è raro, in Italia la storia recente non ha visto un grande interesse da parte dei cittadini originari dal grande paese asiatico.
Proprio per questo che la notizia della elezione di Angelo Hu al consiglio comunale di Campi Bisenzio fa parte della storia delle seconde generazioni cinesi in Italia.
In passati più lontani c’erano state delle candidature simboliche, per esempio di Felice Chin (Jin Ke Yin) per le elezioni parlamentari negli anni ’80 del secolo scorso, però per incontrare dei cittadini cinesi in incarichi istituzionali dobbiamo aspettare prima l’elezione già nel nuovo millennio, ristretta nell’esperimento dei consiglieri aggiunti di Roma, con Pan Yongchan e poi, nella amministrazione a tutti gli effetti, con la nomina dell’assessore Giada Lin a Campi Bisenzio che rappresenta uno spartiacque nella storia della partecipazione politica della comunità cinese.
La sua figura ha propiziato l’elezione di Angelo Hu tra i consiglieri comunali sempre nella stessa città in quello che rappresenta un simbolico passaggio di consegne.
Come dichiarato da Hu, infatti, la presenza di un assessore di origine cinese è stata una fonte di ispirazione per questo ragazzo di 20 anni, arrivato giovanissimo in Italia e che aveva appena acquisito la cittadinanza al momento delle elezioni.
Candidato nella lista di SEL (Sinistra Ecologia e Libertà) Angelo era risultato il primo dei non eletti, quando, per un posto resosi vacante, è riuscito successivamente a diventare il primo cittadino di origine cinese a ricoprire una carica elettiva in Italia.
L’aria toscana probabilmente è favorevole alla partecipazione politica dei cinesi visto che nelle elezioni amministrative che si terranno il 25 di Maggio sono candidati Marco Wong, in una lista di SEL, per il consiglio comunale di Prato, e Lili (Cristina) Zheng in una lista civica per il consiglio comunale di Sesto Fiorentino.
I temi forti dei candidati riguardano naturalmente l’immigrazione e l’integrazione, spesso raccontati con la sottile ironia che caratterizza le striscie a fumetti realizzate per la campagna di Marco Wong.

 

Posted by on 9 maggio 2014. Filed under Approfondimenti, Immigrazione, Prima Pagina. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Amministrative 2014: gli italo-cinesi si candidano

  1. come sono andate poi le elezioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *