6 Lezioni dai miei genitori cinesi (che sono espatriati dalla Cina in cerca di un miglior futuro per noi)

 

(Tradotto in breve e liberamente da Sun Wen-Long)

PREMESSA: I miei genitori sono emigrati negli USA giovani, all’età di 25 anni, non senza paure o tristezza. Ma lo facevano per scappare da possibili guerre ma soprattutto dalla fame e della povertà della Cina di allora. Io ora Max Chang (l’autore originale) ho 26 anni, sono laureato da poco e ho la stessa età dei miei genitori di allora. La differenza è che sono cresciuto in un ambiente abbastanza agiato e decisamente più viziato. Ma c’è qualcosa di importante che ho imparato da loro, e sono queste sei lezioni di vita:
1. Non sei migliore di qualsiasi lavoro
Ovvero: anche se sei il più bravo al mondo, da qualche parte devi pur sempre iniziare. Comincia dal basso e sali di volta in volta come nei gradini di una scala. Anche i più grandi uomini e donne di successo hanno iniziato dal basso.
2. Devi fare sacrifici
Gli stessi che hanno fatto i nostri genitori nel venire qui. Per avere successo, devi essere pronto a sacrificare qualcosa nella tua vita.
3. La fortuna non appare all’improvviso – devi anche sapertela prenderla
Non si può contare sempre sulla fortuna. I miei hanno lavorato duramente al ristorante, ma poi hanno sempre trovato posti di lavoro stabili grazie alle rete di clienti e conoscenze che si sono costruiti col tempo. La propria fortuna si costruisce piano piano col tempo, appunto.
4. Devi volerlo abbastanza fortemente/tenacemente
Alzarsi alle 5 di mattina, prendere il bus per 15 minuti, poi la metropolitana per 45 minuti poi ancora altri 20 minuti a piedi non è roba da tutti i genitori. Non penso che la gente del posto l’avrebbe fatto (se lo possono permetterlo di non farlo). Ma chi è immigrato non può fare altrimenti. E soprattutto lo fa rigorosamente, senza lamentarsi troppo, sapendo che è necessario per sopravvivere ed avere successo.
5. Ignora gli invidiosi
I miei genitori ignoravano le cattive voci che giravano attorno a loro: forse perché non capivano bene la lingua. Anche quando i nostri parenti in Cina ci chiedevano di tornare indietro, loro sapevano benissimo che dovevano perseguire la loro scelta e non guardare indietro. Solo ignorando l’invidia e l’odio degli altri – hanno percorso la loro strada (e non quella degli altri)
6. Successo non significa soldi (per forza)
La gente (cinese) traduce spesso il successo col denaro. Successo significa anche avere un grado d’istruzione superiore dei tuoi genitori. Successo è anche avere una vita confortevole, vivere felici (e aggiungo con la salute dei tuoi cari). Non servono tonnellate di soldi, ma è importante costruire col proprio lavoro cose che aiutino veramente la gente di tutto il mondo. Solo così possiamo alzarci ogni mattina ed essere fieri di quello che facciamo.

Alla fine. I miei genitori lo hanno fatto per darmi tutto, e per tenersi quasi niente per loro. Lo hanno fatto perché venissero dei giorni migliori come questi. Hanno riposto tutta la loro fiducia e le loro risorse su me stesso, nella speranza che avessi a mia volta avuto successo. È questa la fiducia e la forza di volontà di cui anche voi avete bisogno per qualsiasi successo nella vostra vita.

Articolo originale su http://nextshark.com/why-those-who-dream-big-will-never-be-successful-comic/

Posted by on 11 dicembre 2014. Filed under Prima Pagina, Racconti. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *