Visualizza post - Gia_76

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Gia_76

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 22
16
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 27 Febbraio, 2013, 21:13:52 pm »
Entero si parlava di 2040-2050 10-20 anni fa, già ora sono oltre metà del pil usa, le stime generali degli economisti dicono che il sorpasso economico ci sarà nella fine di questa decade, militarmente è un incognita, stanno accelerando tutto anche là da quando hanno migliorato le tecnologie di propulsione. La battuta sui cento mondi l'ho capita eccome e per me è una balla ecologista catastrofista. Finchè c'è il sole non c'è nulla che impedisca a miliardi di persone di crescere con rinnovabili e nucleare, la crescita economica mondiale ed evolutiva umana continuerà, il limite vi sarebbe solo se l'unica fonte energetica utilizzabile fossero i combustibili fossili, che spariranno dal 2050 in poi. Cmq siamo Ot e ovviamente sei liberissimo di vedere la Cina come lontanissima dagli standard economici e tecnologici occidentali, io la penso diversamente e credo avrai diverse sorprese nei prossimi 10 anni. La sola questione per me è se la Cina saprà riorientarsi sulla domanda interna anzichè sull'export, anche perchè i mercati occidentali stagneranno tutti nel prossimo futuro.

17
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 27 Febbraio, 2013, 19:51:53 pm »
Cavallo l'astensione al senato vale come voto contrario, l'uscita dall'aula no. L' unico rischio in caso di uscita dall'aula dei grillini è che se esce anche il Pdl manca il numero legale e niente fiducia. Anche per quello c'è il trucco cmq, una parte dei grillini esce, una parte resta e vota contro, ma è un machiavellismo inutile, la questione è se Grillo vuole o meno sostenere per qualche mese un governo di minoranza o no, se vuole ha i mezzi per farlo, anche votando direttamente sì, se non vuole nisba. Il resto sono chiacchiere e tue inutili paranoie.

18
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 27 Febbraio, 2013, 16:56:08 pm »
Intanto dall'Emilia chiedono le dimissioni di Bersani, è incoraggiante.

19
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 27 Febbraio, 2013, 16:17:37 pm »
Sembra già che ho fanno il governo

PD-PDL+Monti

o si torna alle elezioni.........

Cavallo, che ne pensi?
Secondo me invece fanno una specie di governo di minoranza, con i grillini che escono dall'aula al senato, che governa due-tre mesi giusto per rifare la legge elettorale, e poi nuove elezioni, che verranno vinte da Grillo o dal Berlusca. Spero almeno la legge elettorale la cambino per allora, rivotare così sarebbe solo un danno.

20
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 27 Febbraio, 2013, 13:20:46 pm »
Cavallo,

il m5s alla fine ha preso il 25,6%

 :smiley_cheesy:
La famosa frase di Fassino di un po'di tempo fa "Grillo fondi un partito e vediamo quanti voti prende". Rotolo. Pensavano di stravincere e per un pelo non hanno ridato l'Italia a Berlusconi. Questi burocratini usciti dall'apparato del PD stanno fuori dal mondo.

21
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 26 Febbraio, 2013, 20:47:21 pm »

si certo un reddito procapite superiore al nostro..sicuro.. un miliardo e mezzo di persone con un reddito pro-capite superiore a quello italiano.. probabile eh.. magari se avessimo 100 mondi.. aspetta tu non eri uno degli esperti di cina senza mai averci messo piede?
Si definiscono loro stessi "paese in via di sviluppo
Esperto di Cina io? Mai detto, te lo lascio volentieri! Semplicemente, avendola anche studiata, capisco di economia il giusto da non perdermi gli ultimi sviluppi, i quali vedono la Cina molto ricca molto presto, e in questo mondo non in 100. Certo che si definiscono paese in via di sviluppo, lo sono e lo saranno finché non avranno superato il nostro pil procapite, inoltre tale definizione gli dà molti vantaggi sulle trattative commerciali, il che conferma il loro pragmatismo. Ah mi ero dimenticato di aggiungere che stanno anche lavorando a essere la prima forza militare, non solo economica. Quelli come te che pensano che il mondo resta grossomodo uguale, con l'occidente sviluppato e forte militarmente e il resto del mondo dietro e sottosviluppato, dovrà probabilmente ricredersi, ovvio non è certo, il futuro non si conosce, ma è possibile e anzi C'è un' alta probabilità. Poi chi vivrà vedrà, ma sono abbastanza convinto.

22
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 26 Febbraio, 2013, 20:09:37 pm »
Entero, ecchissene di come in Cina vedono i politici cinesi, "pragmatici" è riferito ai risultati economici che conseguono, che sono, per chiunque capisca uno straccio di economia, migliori di quelli che otteniamo noi: di questo passo in dieci anni saranno l'economia numero uno al mondo e avranno, pur essendo la Cina enorme, un reddito procapite superiore al nostro. Poi i problemi chiaramente tipo corruzione abusi etc ce li avranno pure là, ma è il quadro globale che conta per me.

23
Attualità / Re:Parma: qualche dubbio sulla giunta Pizzarotti?
« il: 26 Febbraio, 2013, 17:42:42 pm »
C' è poco da commentare, l'Italia fa schifo.

Poco meno di 1/3 ha votato uno dei personaggi più disonesti che ci sono, probabilmente PROPRIO perchè è disonesto come loro elettori, ci si sono identificati bene.

Una moderna destra liberale come Monti non ha sfondato tra gli elettori pecoroni di centro-destra italiani, e non so se si ripresenterà l'occasione.

Grillo ha centrato il problema dell'Italia: l'abnorme spesa pubblica amministrativa non sociale e non della ricerca tecnologica, e ha proposto di chiudere comuni e province, ma i suoi metodi sono populisti e non porteranno a nulla temo.

Quel coglione di Bersani non si è dimesso, cosa che sarebbe stata il minimo dopo aver rischiato di dare la Camera ancora a Berlusconi non fosse per 100.000 voti, e complimenti perchè solo uno stalinista anni 50 o uno che non capisce di economia o uno in malafede, o probablimente tutte e 3 le cose insieme, può dire che in Italia si debbano alzare ancora le tasse ai ricchi, che pagano, quelli disonesti un buon 45%, e quelli onesti il 60-70% delle loro attività tra tasse dirette e indirette, strangolando del tutto la crescita. Renzi invece proponeva di abbassare le tasse a tutti tagliando i costi della politica.

Per la cronaca erano 15 anni e passa che non votavo alle elezioni, ho votato Pd alla camera nella giusta idea di bloccare il berlusca in ascesa, sono uno dei fieri 100.000 che l'hanno fermato, e Monti al Senato.
 Alle prossime vedremo, se Bersani e il caro economista Fassina non si levano dalle palle e Grillo si muove bene, e ovviamente molto dipenderà anche dalla futura legge elettorale, sarò tentato da Grillo pure io. Tra parentesi Scilipoti e credo pure Razzi rieletti. Dai che con un po' di fortuna tra vent'anni saremo tutti governati dai pragmatici cinesi!  :smiley_grin:

24
Attualità / Re:La "società armoniosa" in Cina
« il: 09 Ottobre, 2012, 20:43:08 pm »
La straripante corruzione "armoniosa" del partito comunista cinese
http://www.tempi.it/blog/in-5-anni-il-governo-cinese-ha-condannato-per-corruzione-684-mila-funzionari-comunisti
Buono che prendano provvedimenti: in Italia quante condanne (definitive e senza minchiate italiche tipo prescrizione) per corruzione a politici credi ci siano? Intanto infatti l' Italia va a rotoli

25
Attualità / Re:notizia sottovalutata dai corvi sinofobi e dai media
« il: 30 Settembre, 2012, 15:11:07 pm »
Bella news! Adesso speriamo convincano sauditi e iraniani, oltre ai kazhaki. Cmq un primo passo.

Aggiungete "Zimbabwe Ben" e il ciclo si chiude sul dollaro. Come disse un economista: la fed e il tesoro usa dicono che la politica monetaria è corretta e l'inflazione sconfitta, allora perchè il dollaro negli ultimi 30 anni ha perso quasi metà del suo valore contro le altre monete?"

26
Basta leggere qualsiasi libro di storia, specie di storia orientale, tipo il Roberts, per vedere come l'intervento Usa fu determinante contro tedeschi e giapponesi, i giapponesi avevano annesso quasi tutta l'Asia orientale sconfiggendo anche la potente marina britannica, peraltro impegnata su due fronti per contenere i tedeschi. I cinesi combattevano i giapponesi ma venivano letteralmente massacrati, ne furono uccisi 30 mln in pochissimi anni a fronte di perdite minime tra i giapponesi. Adesso c'è il rischio che la Cina di domani chieda il conto al Giappone dopo quasi un secolo. Tipo la barzelletta russa sulla Cecoslovacchia: "è vero che la Cecoslovacchia ha chiesto l' aiuto dell' URSS ? Sì è vero, l' ha chiesto nel 1938, l' ha ricevuto nel 1968!"

27
Attualità / Re:Pieno appoggio ai nostri militanti sull'Isola di Diaoyu
« il: 23 Settembre, 2012, 13:55:10 pm »
Alla fine le proteste sono inutili, se i cinesi vogliono quelle isole è in guerra che devono andare, è l'unica soluzione possibile o le perderà per sempre
Sì, sfortunatamente però se adesso vanno i guerra le isole diventerebbero...americane!

28
Attualità / Re:Cina: audi prende le distanze dai sentimenti anti-giapponesi
« il: 21 Settembre, 2012, 15:57:14 pm »
Detto questo basta, continuare a fare la vittima del giappone è ridicolo ormai. Questo anti-giapponesismo che diventa amore-odio a volte..
D'accordo che il Giappone è solo una parte del problema, il resto è il nascente nazionalismo cinese, spetterà ai  politici cinesi governarlo.

29
Attualità / Re:Un video che sta facendo discutere...
« il: 21 Settembre, 2012, 13:08:32 pm »
mi spieghi con che diritto dopo l atto terrorista di hiroshima e nagasaki su un giappone già in resa,
"L'atto terrorista" è stato un crimine di guerra che ha ucciso 200.000 persone civili, molte meno dei 30mln uccisi nella sola Cina dai giapponesi, ed è servito a far finire la guerra molto prima, salvando molte vite da entrambe le parti. Ma è irrilevante cmq, il fatto che gli alleati abbiano commesso crimini di guerra non li porrà mai sullo stesso piano di chi la guerra l'ha cominciata e ne ha pagato dunque le conseguenze, e lo ha fatto anche in base a ideologie di sterminio assenti tra gli alleati. Tali ideologie andavano cancellate cmq, mentre gli alleati cosa dovevano cancellare? Non mi pare che esistesse nessuna ideologia alleata criminale tra loro e infatti non sono state più usate le atomiche. Solo un qualunquismo ignorante al massimo grado può dire "eh ma siccome ci sono state le atomiche, Dresda distrutta etc., allora mettiamo tutto sullo stesso piano, tutti sono vittime uguali"

30
Attualità / Re:Cina: audi prende le distanze dai sentimenti anti-giapponesi
« il: 21 Settembre, 2012, 11:58:37 am »
la denazificazione che la Germania ha subito dalla fine della guerra, il Giappone anche per cause geografiche se l e risparmiata.
Questo è il problema, il Giappone non ha mai fatto i conti con la storia come la Germania ha fatto, anzi le cultura del culto degli antenati ha portato i giapponesi a fara un tutt'uno del loro passato, in chiave sempre positiva: i loro antenati, compresi i criminali di guerra della seconda guerra mondiale, vengono venerati come i loro antichi eroi di guerra, le loro spoglie vengono conservate nel tempio Yasukuni come tutti gli altri eroi del passato giapponese. Recentemente, in chiave nazionalistica, molti politici si sono recati a rendere omaggio a tali criminali in quel tempio, suscitando un'ovvia riprovazione in tutta l'Asia orientale. In pratica è come se i capi di stato tedeschi rendessero omaggio a lapidi che contegono non solo le spoglie degli eroi della Germania del passato ma anche i nazisti.

Per quel che riguarda le reazioni cinesi: mi sembra fondata la critica alla Cina mossa nell'ultimo imperatore di Bertolucci, in cui Pu-Yi diceva al popolo che sfilava nella rivoluzione culturale "eccoli qui a protestare, con i vostri fantocci...": in pratica era lui Pu-Yi che era stato accusato di essere in fantoccio dei giapponesi e lui ribatteva che era il popolo cinese mal diretto e scatenato contro il nemico di turno, nemico che cambiava in continuazione nella tormentata storia cinese del dopoguerra, ad essere il vero fantoccio! E' il lato negativo di un aspetto che ammiro ai cinesi, evidente nella loro storia: c'è una forte coscienza dei cinesi, il popolo è molto reattivo agli eventi, applica spesso il concetto di bene/male e si fa coinvolgere facilmente nella politica, cosa questa sconosciuta agli altri popoli del mondo,  dove la gente è sempre passiva o disinteressata, ma così facendo il popolo cinese è anche manipolabile facilmente e prende strade sbagliate! Infatti come disse Confucio: "si può far sì che il popolo segua, non che conosca". I rischi estremisti sono sempre in aggguato.

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 22