Visualizza post - Nass_hui

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Nass_hui

Pagine: 1 ... 6 7 [8]
106
Generale /
« il: 16 Aprile, 2007, 13:20:27 pm »
quest'estate ci vado unicamente in vacanza con la mia ragazza, che è cinese! Ma in futuro, se avrò la possibilità vorrei collaborare con la Cina. Sopratutto in campo culturale e religioso....dato che mi sento molto vicino ad alcune etnie.
E chissà se avrò un degno livello, vorrei andare nello Xi'An ad approfondire il mio kung fu...ma questo in futuro :)

Ecco tutto :)

107
Generale /
« il: 16 Aprile, 2007, 13:13:41 pm »
Citazione da: "feilong"
siete tutti uguali !

siete i primi a discriminare tutti
e poi volete tolleranza

io qui non sono il primo ad essersi rotto i coglioni di voi
ma c'è un sacco di gente qui che se solo avesse una licenza di sterminio
vi avrebbe già eliminati tutti


Mi....quanti sono gli abitanti di quella regione? Devi aver fatto tanta strada per conoscerli tutti :P
No dai ironia a parte, così non stai assoggetando la tua esperienza personale, che sicuramente si riduce ad alcune persone, ad un inetro popolo?....non conosco la gente di quel posto, ma conosco i cinesi.

Perchè invece di cercare punti di divario non troviamo punti di incontro? Io personalmente tra poco ho intenzione di recarmi a pechino....e il mio obbiettivo nella vita è anche quello di creare punti di dialogo e incontro con la realtà cinese...

Non so te....però la generalizzazione e l'odio non sono la migliore strada, sopratutto per uno che a quanto vedo è iteressato a tutto quel che ha a che fare con la cina.

108
Generale /
« il: 15 Aprile, 2007, 18:46:46 pm »
Citazione da: "goldendragon"
Nass_hui,

SE fosse vero che no ti stai facendo pubblicità per il tuo forum, che ci fa lo STESSO messaggio in un'altra rubrica?????


http://www.associna.com/modules.phpònam ... 2&start=30


eheh mi scuso se è sembrato così, era solo per avere la possibilità di riscontrare varie risposte....Non sarebbe meglio rispondere sul topic invece di soffermarci su questo però?

109
Generale / salve a tutti
« il: 15 Aprile, 2007, 17:54:09 pm »
Un salutissimo a tutti gli utenti del forum.
Mi chiamo Nass e mi sono appena registrato. Hola passione per il kung fu (come vedrete nel mio profilo) e sono spesso a contatto con la realtà cinese del mio paese (sto in Svizzera).

Comunque sono qui per proporre a tutti gli amici cinesi un articolo che ho scritto su un forum che ho aperto con altri due amici, che tratta quanto accaduto a milano.
Ah PS: Sono di etnia Hui....chi parla cinese intenderà  

As-salam alaykum cari fratelli e care sorelle, e un saluto di pace a tutti gli amici.

Bismillah arRahman arRahim -nel nome di Dio il Compassionevole il Misericordioso


Ieri nella chinatown milanese situata in Paolo Sarpi, è scattata una vera e propria rivolta da parte della comunità cinese di milano.
Ci? che ha fatto scattare tutto il trambusto di cui abbiamo sentito parlare pare una cosa da niente: "una multa". Ma la realtà dei fatti è ben diversa e complicata.
Ma partiamo da ci? che è accaduto.
Una giovane commerciante di 27 anni è stata multata perchè nella macchina di famiglia trasportava merci, ma la faccenda non si ferma qui, la vigilessa che aveva multato la donna, ha in seguito avuto la brillante idea di ritirarle pure il libretto di circolazione, il che equivale al ritirarle la possibilità di guadagnarsi da vivere, ma il peggio deve ancora arrivare.
La giovane donna per ovvi motivi, dopo aver detto alla vigilessa di essere disposta a pagare la multa senza alcun problema, ha chiesto a quest'ultima di poter riavere il proprio libretto di circolazione....e sapete qual'è stata la risposta del PUBBLICO UFFICIALE?

Gli ha voltato le spalle ovviamente...perchè è chiaro i cinesi non sono degni di parlare con un agente di polizia...divinamente superiore e dotato di superpoteri illimitati.

Ironia a parte, dopo numerose richieste in tono pacato della donna, la vigilessa ha continuato a voltarle le spalle....fino a quando dopo aver sentito il padre della giovane commerciante un pò adirato (chissà perchè...sarà che questi cinesi sono pure scorbutici?), ha cominciato ½ a parlare male dei cinesi con una collega?, e queste sono le parole tali e quali sono uscite dalla bocca della donna in questione.

Da qui in avanti è partito il vero e proprio casino. Sono partiti insulti e spintoni, e per via delle sue proteste i vigli hanno deciso di portarla via forzatamente, con la sua bambina di 3 anni(3 ANNI CI RENDIAMO CONTO?) che avrebbe potuto benissimo rimanere con il nonno e/o il padre.
Fatto sta che piano piano la gente ha cominciato ad incuriosirsi e radunarsi....e così, una cosa tira l'altra, è scoppiata la rivolta.

Una rivolta però non scoppia dal niente, infatti sono mesi, se non anni che la comunità cinese di milano vive sotto pressione a causa di multe che vengono assegnate solo a loro, e di proibizioni assurde che vieterebbe loro di usare il carrellino per trasportare merci, il che un altra volta equivale al impedir loro di guadagnarsi da vivere....mentre sugli italiani ovviamente si chiude spesso se non sempre un occhio (e questo è stato dimostrato!).

Spesso sentiamo parlare del fatto che i cinesi in italia "rubano" lavoro ai poveri italiani indifesi, ma per quanto mi risulta sono stati proprio gli italiani a vendere i locali e gli appartamenti ai cinesi, che li hanno PAGATI....e a quanto pare anche tanto.

Quello che accade alla comunità cinese in italia è molto simile a quanto stiamo vivendo noi musulmani oggi...si tratta di una brutta malattia difficile da curare: quella del razzismo e della discriminazione raziale.

ò triste che si debba assistere ancora ad episodi di questo genere...e voi fratelli e sorelle lo sapete bene quanto me quanto è brutto essere discriminati pur agendo in buona fede.

Un episodio questo che ci deve far riflettere, e farci notare che non siamo soli a subire ingiustizie, questa se non è una consolazione vera e propria ci pu? dare la motivazione di reagire e lottare per un futuro migliore, colmo di giustizia e pace.

Ancora una volta: Riflettiamo...


Pace


Nass

http://islam.forumup.it/about91-islam.html


Ho riportato questo articolo, non per pubblicizzare il mio forum, bensì con la speranza di creare un ponte di dialogo e solidarietà  .
Beh fatemi sapere cosa ne pensate. Chi volesse aggiungermi a MSN faccia pure, ne sarò felicissimo.


un salutone a tutti.

Zhai Jian

Nass :D

110
Attualità / Ecco il mio contributo su quanto accaduto a Milano
« il: 15 Aprile, 2007, 15:49:27 pm »
Un salutissimo a tutti gli utenti del forum.
Mi chiamo Nass e mi sono appena registrato. Hola passione per il kung fu (come vedrete nel mio profilo) e sono spesso a contatto con la realtà cinese del mio paese (sto in Svizzera).

Comunque sono qui per proporre a tutti gli amici cinesi un articolo che ho scritto su un forum che ho aperto con altri due amici, che tratta quanto accaduto a milano.
Ah PS: Sono di etnia Hui....chi parla cinese intenderà  :wink:

As-salam alaykum cari fratelli e care sorelle, e un saluto di pace a tutti gli amici.

Bismillah arRahman arRahim -nel nome di Dio il Compassionevole il Misericordioso


Ieri nella chinatown milanese situata in Paolo Sarpi, è scattata una vera e propria rivolta da parte della comunità cinese di milano.
Ci? che ha fatto scattare tutto il trambusto di cui abbiamo sentito parlare pare una cosa da niente: "una multa". Ma la realtà dei fatti è ben diversa e complicata.
Ma partiamo da ci? che è accaduto.
Una giovane commerciante di 27 anni è stata multata perchè nella macchina di famiglia trasportava merci, ma la faccenda non si ferma qui, la vigilessa che aveva multato la donna, ha in seguito avuto la brillante idea di ritirarle pure il libretto di circolazione, il che equivale al ritirarle la possibilità di guadagnarsi da vivere, ma il peggio deve ancora arrivare.
La giovane donna per ovvi motivi, dopo aver detto alla vigilessa di essere disposta a pagare la multa senza alcun problema, ha chiesto a quest'ultima di poter riavere il proprio libretto di circolazione....e sapete qual'è stata la risposta del PUBBLICO UFFICIALE?

Gli ha voltato le spalle ovviamente...perchè è chiaro i cinesi non sono degni di parlare con un agente di polizia...divinamente superiore e dotato di superpoteri illimitati.

Ironia a parte, dopo numerose richieste in tono pacato della donna, la vigilessa ha continuato a voltarle le spalle....fino a quando dopo aver sentito il padre della giovane commerciante un pò adirato (chissà perchè...sarà che questi cinesi sono pure scorbutici?), ha cominciato ½ a parlare male dei cinesi con una collega?, e queste sono le parole tali e quali sono uscite dalla bocca della donna in questione.

Da qui in avanti è partito il vero e proprio casino. Sono partiti insulti e spintoni, e per via delle sue proteste i vigli hanno deciso di portarla via forzatamente, con la sua bambina di 3 anni(3 ANNI CI RENDIAMO CONTO?) che avrebbe potuto benissimo rimanere con il nonno e/o il padre.
Fatto sta che piano piano la gente ha cominciato ad incuriosirsi e radunarsi....e così, una cosa tira l'altra, è scoppiata la rivolta.

Una rivolta però non scoppia dal niente, infatti sono mesi, se non anni che la comunità cinese di milano vive sotto pressione a causa di multe che vengono assegnate solo a loro, e di proibizioni assurde che vieterebbe loro di usare il carrellino per trasportare merci, il che un altra volta equivale al impedir loro di guadagnarsi da vivere....mentre sugli italiani ovviamente si chiude spesso se non sempre un occhio (e questo è stato dimostrato!).

Spesso sentiamo parlare del fatto che i cinesi in italia "rubano" lavoro ai poveri italiani indifesi, ma per quanto mi risulta sono stati proprio gli italiani a vendere i locali e gli appartamenti ai cinesi, che li hanno PAGATI....e a quanto pare anche tanto.

Quello che accade alla comunità cinese in italia è molto simile a quanto stiamo vivendo noi musulmani oggi...si tratta di una brutta malattia difficile da curare: quella del razzismo e della discriminazione raziale.

ò triste che si debba assistere ancora ad episodi di questo genere...e voi fratelli e sorelle lo sapete bene quanto me quanto è brutto essere discriminati pur agendo in buona fede.

Un episodio questo che ci deve far riflettere, e farci notare che non siamo soli a subire ingiustizie, questa se non è una consolazione vera e propria ci pu? dare la motivazione di reagire e lottare per un futuro migliore, colmo di giustizia e pace.

Ancora una volta: Riflettiamo...


Pace


Nass

http://islam.forumup.it/about91-islam.html


Ho riportato questo articolo, non per pubblicizzare il mio forum, bensì con la speranza di creare un ponte di dialogo e solidarietà  :) .
Beh fatemi sapere cosa ne pensate. Chi volesse aggiungermi a MSN faccia pure, ne sarò felicissimo.


un salutone a tutti.

Zhai Jian

Nass

Pagine: 1 ... 6 7 [8]