Ti Presento mio Fratello e 18 Ius Soli 1-6-11 BOLOGNA - AssoIniziative - Associna Forum

Autore Topic: Ti Presento mio Fratello e 18 Ius Soli 1-6-11 BOLOGNA  (Letto 1108 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

thun88

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • *
  • Post: 1.273
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Twitter
Ti Presento mio Fratello e 18 Ius Soli 1-6-11 BOLOGNA
« il: 31 Maggio, 2011, 10:03:12 am »


http://www.retetogether.it/blog/ti-pres ... 1-bologna/
ôTi Presento mio Fratelloö 1 Giugno 2011 Bologna

A BOLOGNA PENSIONATI E ANZIANI INCONTRANO I NUOVI ITALIANI
PATRIZIO ROVERSI: ôSGOMBRARE IL CAMPO DAI PREGIUDIZI, ANCHE QUELLI BUONIö

Mercoledì 1 giugno al Teatro Testoni, sarà il noto conduttore televisivo ad animare l’assemblea regionale dei segretari di lega Spi-Cgil e dei presidenti Auser Emilia-Romagna dedicata a immigrazione, Costituzione e Unità d’Italia. Il segretario regionale dello Spi-Cgil Maurizio Fabbri:

    ôLa diffidenza si supera con la conoscenzaö

Reduce dai due giorni di mobilitazione nazionale a Roma dei pensionati Cgil in cui, come racconta, ôho finalmente incontrato il cittadino italiano di cui c’è bisogno, informato, critico e appassionato, e ho respirato aria buona dal punto di vista della società civileö, il noto volto televisivo Patrizio Roversi sarà il ôconduttoreö dell’assemblea regionale dei segretari di lega Spi-Cgil e dei presidenti Auser dell’Emilia-Romagna che si terrà mercoledì 1 giugno, dalle ore 10 alle 13, al Teatro Testoni di Bologna (via Matteotti16).

L’incontro è dedicato all’immigrazione, alla Costituzione e all’Unità d’Italia. Il titolo dell’iniziativa, ôTi presento mio fratelloö, vuole richiamare il dialogo tra generazioni e culture, che sarà il vero protagonista della giornata. ôIo cercherò di fare da appassionata interfaccia tra le parti û dichiara Patrizio Roversi û, provando a dare al dibattito il sapore più concreto possibile. Il sottotitolo potrebbe essere æAndiamo al sodo’ anche perché û ironizza û stiamo parlando di anziani e non hanno mica tempo da perdereö.

Conoscere l’altro per superare i pregiudizi. ? l’obiettivo dell’assemblea del primo giugno. ôLa paura e la diffidenza si superano con la conoscenza û afferma Maurizio Fabbri, segretario generale dello Spi-Cgil Emilia-Romagna û ed è ci? che accade nei luoghi di lavoro in cui immigrati e italiani lavorano insieme o nella relazione di amicizia che si instaura tra badante e assistito: vogliamo mettere in circolo queste esperienze per uscire dai luoghi comuniö.

L’assemblea vedrà il confronto tra gli ôanzianiö dello Spi e dell’Auser e i giovani italiani di seconda generazione. Il tema sarà, ovviamente, quello dell’integrazione sociale. ôE la platea per parlarne sarà quella giusta û afferma Roversi û. Non mi aspetto un pubblico di moralisti, ma un pubblico che fa obiezioni, che critica e che non applaude a prioriö. Secondo Roversi è importante ôsgombrare il campo dai pregiudizi, anche quelli buoni perché û spiega û il buonismo e le ideologie si trasformano in ostacolo per chi affronta i problemi quotidianiö.

Nell’assemblea si tenterà così di costruire o ri-costruire il rapporto tra generazioni e livelli socio-culturali, che è andato perdendosi. ôMi sono fatto le ossa nei circoli Arci dove c’era un’osmosi tra ragazzi e vecchietti, tra chi ballava il liscio e chi faceva teatro o poesia d’avanguardia, tra cacciatori e ambientalisti û continua Roversi û in un rapporto di comunicazione culturale, ideologica, politica che va riattivatoö. Insomma, il legame si è rotto e va aggiustato.

All’iniziativa di Spi-Cgil e Auser saranno presenti Elena Paciotti (presidente della Fondazione Lelio e Lisli Basso), Kurosh Danesh (responsabile del Comitato nazionale immigrate/i Cgil), Ouejdane Mejri (docente del Politecnico di Milano e presidente dell’associazione Pontes dei tunisini in Italia). Insieme a loro ci saranno ragazze e ragazzi immigrati di seconda generazione, esperti, operatori, lavoratrici e lavoratori immigrati.

Tra i giovani ônuovi italianiö che porteranno la loro testimonianza, Sun Wen-Long, blogger cino-bolognese di Associna nella rete TogethER, Gemmi Sufali, ragazza albanese protagonista tra l’altro del documentario ôNiente pauraö accanto a Luciano Ligabue, Yassine Lafram, giovane italo-marocchino più volte ospite di Annozero di Michele Santoro.

Sono previsti anche il contributo di Teresa Marzocchi, assessore alle Politiche sociali della Regione Emilia-Romagna, e gli interventi conclusivi di Carla Cantone, segretario generale nazionale Spi-Cgil, e di Michele Mangano, presidente nazionale Auser.

L’assemblea del primo giugno è il punto di arrivo di un percorso costruito dallo Spi emiliano-romagnolo attraverso il progetto di lavoro ôVivere l’altrove. Storie di migranti nella globalizzazioneö, portato avanti dal dipartimento Memoria del sindacato con l’obiettivo di ridare senso a parole quali accoglienza, multiculturalità, diversità, coesione sociale.

ôIl progetto si è concretizzato nelle pagine del nostro mensile Argentovivo e nelle interviste a pensionati immigrati e nuovi immigrati fatte in quasi due anni û racconta Maurizio Fabbri û e che ora sono state raccolte in un libroö. Il volume, curato da Eva Lindenmayer e Anna Maria Pedretti, si intitola ôLingua bugiarda. Migranti, dai luoghi comuni alla conoscenzaö (Biblioteca di cultura sindacale) e sarà presentato durante l’incontro del primo giugno. ôAbbiamo scelto di parlare di immigrazione û conclude Fabbri û perché è il tema di cui si dovrà discutere sul territorio nei prossimi mesiö.







1 Giugno 2011 Bologna proiezione di ô18 Ius Soliö




http://www.retetogether.it/blog/1-giugn ... -ius-soli/


Mercoledì 1 giugno
dalle ore 10 alle ore 13
Sala Polivalente v.le A.Moro, 50



Ore 10.00
Saluti e introduzione
dell'Assessore regionale Promozione delle Politiche Sociali, TERESA MARZOCCHI
e del Dirigente reggente, Vice Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia‐Romagna,
STEFANO VERSARI
Proiezione del docu‐film ô18 ius soliö

Dibattito con il regista FRED KUDJO KUWORNU vincitore del premio Gianandrea Mutti 2009
e AZIZ SADID û Rete regionale togethER, rete giovanile & interculturale dell’Emilia‐Romagna
E’ stata invitata LAURA TRAVERSI dell’associazione Amici di Giana che con Officina Cinema Sud‐
Est, in collaborazione con Cineteca di Bologna promuovono il premio Gianandrea Mutti

Saranno presenti studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Bologna
Questa iniziativa è la prima di una serie di incontri analoghi che verranno organizzati negli altri territori della
regione con la ripresa dell'anno scolastico.

Leggi più info sul doc "18 Ius Soli" su:

    http://www.18-ius-soli.com/
    http://www.facebook.com/group.phpògid=118373071515641
    http://www.retetogether.it/blog/le-ripr ... io-emilia/
    http://www.retetogether.it/blog/wp-cont ... NERICA.pdf
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da thun88 »
Su Facebook:
Associna in Rete TogethER x L'Emilia-Romagna
Seguimi su Twitter @thun88

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 31 Maggio, 2011, 10:40:08 am »
altre due ottime iniziative dove esperienze di chi di lotta alla xenofobia (e superamento dei falsi confini generazionali) se ne intende davvero (CGIL, ARCI, ecc.) e di chi l'ha sempre coerentemente appoggiata (Regione Emilia-Romagna) possono arricchire in termini di concretezza nuovi soggetti e la parte della società che non é contaminata irrimediabilmente da quei germi xenofobi.

ottimo e naturale che ASSOCINA ci sia in questo....
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)