UE: nuova bocciatura a pratica italiana (assicurazioni auto) - Diritti dell'immigrato & Osservatorio - Associna Forum

Autore Topic: UE: nuova bocciatura a pratica italiana (assicurazioni auto)  (Letto 845 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
UE: nuova bocciatura a pratica italiana (assicurazioni auto)
« il: 11 Maggio, 2012, 09:43:24 am »
http://www.repubblica.it/solidarieta/immigrazione/2012/05/11/news/polchi_tariffe_assicurazioni-34896022/?ref=HREC2-1
Prevedere un criterio di cittadinanza nella definizione dei premi assicurativi infatti "può rappresentare  una restrizione discriminatoria della libertà di fruire di un servizio che non appare giustificata, poiché la cittadinanza non ha (a differenza dell'esperienza di guida) un impatto sulla capacità di guida degli utenti e quindi non costituisce un fattore da prendere in considerazione nel calcolo dei premi assicurativi". Alle compagnie auto ora non resta che prenderne atto.


ora, a 2 anni dalla prima segnalazione, TUTTE le compagnie assicurative italiane saranno obbligate ad adeguarsi, cancellando l'infame distinzione
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:UE: nuova bocciatura a pratica italiana (assicurazioni auto)
« Risposta #2 il: 11 Maggio, 2012, 18:02:35 pm »
evidentemente c'é chi ha bisogno di riaprire un thread chiuso da caocao nel tentativo di minimizzare la posizione ufficiale della UE, che a differenza di loro non confonde fra "cittadinanze" diverse e "luoghi di immatricolazione e di residenza" delle auto spacciati falsamente per "etnie".....

forse potrebbero rileggere il seguente periodo del link che ho già postato:
Prevedere un criterio di cittadinanza nella definizione dei premi assicurativi infatti "può rappresentare  una restrizione discriminatoria della libertà di fruire di un servizio che non appare giustificata, poiché la cittadinanza non ha (a differenza dell'esperienza di guida) un impatto sulla capacità di guida degli utenti e quindi non costituisce un fattore da prendere in considerazione nel calcolo dei premi assicurativi".

ed ovviamente non esiste (checché ne dica la Lega...) una "cittadinanza" napoletana, bergamasca, milanese a cui si riferiscano differenze discriminatorie nelle RC Auto (semmai esistono diverse immatricolazioni dei veicoli e diverse residenze/domicili, con rischi statisticamente differenti di incidentalità.....) da poter confondere col caso giustamente stigmatizzato dalla UE....

naturalmente si é comunque liberi di scrivere alla UE e candidarsi come super-esperti per spiegare che le compagnie assicurative italiote hanno ragione e la UE torto: magari qualche soldino dalle beneamate compagnie assicuratuive italiote lo si può perfino pretendere in tal caso.....che poi lo sgancino é altra faccenda.....
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:UE: nuova bocciatura a pratica italiana (assicurazioni auto)
« Risposta #3 il: 11 Maggio, 2012, 21:57:54 pm »
scusa ma ti riferisci a quell'europa da cui tutti vorrebbero scappare compreso il neopresidente socialista francese?
quella che anni fa voleva vietare la cottura della pizza nei forni a legna, quella della TAV, delle centrali nucleari, del fermiamo assad ecc.ecc.