Ma quanto costa realmente vivere in cina? - page 2 - La mia vita in Cina - Associna Forum

Autore Topic: Ma quanto costa realmente vivere in cina?  (Letto 39814 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #15 il: 23 Gennaio, 2012, 16:46:02 pm »
 :smiley_grin: pensa se lo avessi scritto io che polemice con i buongustai della zona :smiley_grin:

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #16 il: 24 Gennaio, 2012, 08:39:17 am »
A Hong Kong e ShenZhen si trova ancora sempre un posto dove non si spende nulla e si mangia benissimo. Il posto spesso è sporchissimo ma la ciotola, le bacchette e il cibo sono assolutamente puliti (è lo standard di Hong Kong, controlli a tappeto di agenti dell'igiene in borghese e se c'è qualcosa che non va ti fanno chiudere il locale per sempre).
A me piace moltissimo questo assurdo mix, per cui trovi ipermercati e negozi con prezzi che neanche a Manhattan, e subito sotto i baracchini con cose deliziose cantonesi a mezz'euro, con mercati all'aperto in cui perdersi. Il tutto nel caldo torrido e umido del Sud. Sono profondamente innamorato di questi posti.

Stessa cosa per il vestiario, trovi tutto: la roba costosissima griffata (comunque a un prezzo inferiore che in Europa, dato che a Hong Kong non paghi comunque l'IVA), la roba di grande qualità ma a prezzi più che abbordabili (tipo G2000), la robetta usa e getta a mezz'euro (la preferisco, è pieno di roba divertentissima e originale).
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #17 il: 24 Gennaio, 2012, 08:49:14 am »
senbee, scusa ma si parla di vivere in cina, non di fare il turista ;)
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #18 il: 24 Gennaio, 2012, 09:50:40 am »
Infatti ci vivo.
Al momento sono in Italia, ma ci ho vissuto parecchio, come ho scritto, ci sto per andare a vivere, e soprattutto la mia ragazza vive lì da una vita e queste cose le sappiamo bene.
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #19 il: 24 Gennaio, 2012, 10:06:52 am »
Citazione
s
Infatti ci vivo.
Al momento sono in Italia, ma ci ho vissuto parecchio, come ho scritto, ci sto per andare a vivere, e soprattutto la mia ragazza vive lì da una vita e queste cose le sappiamo bene.
[/quote
quindi immagino che tu sappia che i prezzi di frutta e verdura siano aumentati esponenzialmente nelle maggiori città cinesi ma lo stipendio medio non proprio. Così come la carne.

Nei locali per strada, dove usano l olio riciclato come minimo 5 volte ci mangio anch'io,anche se ultimamente dopo aver scoperto come riciclano l olio, una volta al mese. Ma tralasciando le condizioni igieniche che fanno ammalare anche i cinesi, per cui molti hanno vermi nello stomaco e non ingrassano, vedo anche la un aumento dei prezzi...

Vorrei sapere cosa intendi per spendere nulla...20rmb?50? A me sembra che la vita, sia ad hangzhou che shanghai e pechino (che ha sorpassato per costo della vita, Hong Kong) sia sempre più difficile se non guadagni almeno 12.000 rmb al mese

« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 10:11:56 am da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #20 il: 24 Gennaio, 2012, 10:41:15 am »
Non prendo mai roba fritta, dell'olio non ti saprei dire. Mangio soprattutto noodle e riso. La carne è sempre stata scarsa in Cina, ed è giusto così. Se ne trova di ottima qualità sempre nei mercati, Wan Chai, eccetera. Anche il pesce. Vermi? Mai presi. Tra ShenZhen e Hong Kong le misure igieniche sono di standard europeo (anzi anche migliori rispetto a UK), e le ispezioni e le chiusure sono molto rigide. Lo faceva notare anche una recente indagine del sempre ottimo South China Morning Post.
La frutta la trovo a buon prezzo nei mercati. Ovviamente non pesche e mele o roba occidentale. Ma a me piace di più la frutta locale (poi ho anche una passione per il durian, che in effetti costicchia ma via, ogni tanto me lo posso permettere). Certamente i prezzi sono aumentati ma è normale, d'altronde i lbengodi non può esistere sempre, ed è giusto che i lavoratori delle campagne comincino a chiedere diritti e salari adeguati. Ciò non toglie che si trovino ancora molti posti in cui si spende poco, si mangia e ci si veste bene.
Tra me, la mia ragazza e i suoi si guadagna abbastanza, anzi certamente molto di più rispetto all'Italia come "arrivare alla fine del mese". Ci togliamo molte più soddisfazioni che in Italia, ecco. Siamo pure riusciti a comprare un paio di case, fatte bene e in zone dove costano poco ma in futuro saliranno di prezzo (fuori ShenZhen, e al nord).

Certo, la mia è un'esperienza cinese molto limitata: al nord (ChangChun) e a ShenZhen con frequenti visite a Hong Kong (dove, lo so benissimo, vivere costa moltissimo ma solo per l'affitto: mangiare e vestirsi costa ancora un decimo che in Italia, sempre se ti piace vivere alla cantonese, ovviamente se cerchi cibo occidentale ti rovini).
Al momento credo che ShenZhen continui a essere il vero bengodi cinese: standard europei, vicinissimo a Hong Kong, pieno di verde e di natura, vicino a zone della Cina da cui arrivano cose a bassissimo costo, con possibilità di trovare casa in zone dove costa poco perché fuori mano ma a un tiro di schioppo dalla bellissima e velocissima metropolitana (costruita dalla stessa società di quella mitica di Hong Kong), servito da un aeroporto strepitoso (progettato peraltro dal nostro Fuksas).
È anche comodo per i vari visti: io prendo sempre l'aereo da Bologna per Hong Kong senza fare alcun visto. Poi a Hong Kong faccio il visto per la Cina con pochi euro e molto velocemente (magari ne approfitto per farmi due o tre giorni in questa città che adoro alla follia), prendo il treno e in un'ora sono a casa, vicino allo zoo e ai laghi, nel verde e attorniato da servizi perfettamente funzionanti e residence puliti e ben tenuti, tra negozi "alti" e negozietti dove si mangia benissimo e a pochi euro (la volta che ho speso di più, mangiando il pesce allevato nel vicino lago, mi sono andati via 100 yuan :D), tipo il barbiere che ti taglia perfettamente con 10 yuan e sta aperto dalle 9 alle 23, zona universitaria, accanto al parco naturale delle mangrovie (per mantenerlo hanno deviato l'autostrada).

Insomma: la "mia" Cina è tutto l'opposto di quello che alcuni di voi descrivono. Ha certo dei difetti, ma non certo quelli che dite.
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #21 il: 24 Gennaio, 2012, 11:01:11 am »
Wanchai e una delle zone principali dello shopping a HK, ci sono stato per 2 settimane aspettando il visto e non mi sembra un granché rappresentativa di HK...ma e la mia opinione eh, e HK non la conosco bene...


...ma parlando di Shenzhen, città costruita dal nulla negli anni 80 voluta da Deng, a quattro passi proprio da HK e si vede non mi sembra proprio un buon esempio per parlare di cina. Shenzhen e stata la PRIMA in assoluto a godere del nuovo corso denghiano. Voluta fortemente da Deng per la sua vicinanza con HK, e sempre stata un caso particolare in cina. Citta costruita dal niente, fatta di immigrati fa parte di quella zona BIANCA di cui alcuni libri di storia moderna parlano (dove quella rossa e'pechino e il nord, quella gialla, shanghai e il centro).

Poi Shenzhen non mi sembra proprio un bengodi, almeno non per i cinesi stessi, ma noi occidentali raramente vediamo le cose come realmente stanno:
-ha il più alto numero di poliziotti della cina, subito dopo Pechino
-ha uno dei tassi di criminalità più alto della cina ( l 80% commesso dai migranti) , se non il più alto (basta una semplice ricerca su google per scoprirlo) e non per niente viene definita dai cinesi "LUAN" 乱.
- quasi il polo dell industria della prostituzione in cina, definito già da qualche giornalista la città delle ragazze, che dalle campagne si riversano a Shenzhen.
..

Stare a Shenzhen giudicando la cina e pressapoco come stare ad HK...o come prendere ad esempio NY parlando degli Stati Uniti....
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 11:02:31 am da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #22 il: 24 Gennaio, 2012, 11:18:25 am »
un decimo che in italia?Forse 10 anni fa, con l euro più forte era anche vero, ma sicuramente non ora.

Io sto ad Hangzhou e se in italia riesco a mangiarmi una pizza per 6 euro, ad hangzhou costa come minimo 7. (da pizza hut, lasciando perdere i super ristoranti aperti da noi italiani, più cari pure che in italia stessa...). Ma parliamo di supermercati:
caffe lavazza crema e gusto: 60 rmb (38 su taobao)
pasta, la più economica: 13 rmb
olio d oliva del più scadente: un litro, 60 rmb (in offerta!!!)
acqua: (nonfu shangquan tanica da 4 litri arriva ora ai 6 rmb al supermercato: Watson da 4 litri arriva addirittura al convenient ai 19rmb)

poi:
pomodori: 2 di numero per 4 rmb(mínimo)
cetrioli: 2 di numero per 5 rmb (mínimo)


NB: presto faro una ricerca più approfondita.




se parli di cibo cinese non e neanche tanto vero.
Piatto di pasta (cucina di Lanzhou) costa qui in periferia di Hangzhou, 12 rmb. (da noi costa 12 euro?). Sempre nello stesso ristorante un piattino con un po di agnello e cumino costa 30 rmb minimo (da noi lo pagheresti 30 euro?).E parlo di un ristrante da 15 mq, quelli economici...
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 11:25:13 am da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #23 il: 24 Gennaio, 2012, 12:03:39 pm »
Devi anche vedere dove c'è la criminalità a ShenZhen, cioè non in "centro" (ossia quell'enorme zona che va dai laghi a She Kou), nei villaggetti di baracche attorno alla città. Una criminalità in diminuzione e sempre inferiore agli standard europei (per non parlare di quelli americani) comunque. A ShenZhen vado nel mercato notturno senza problemi, anche con la mia ragazza. mai successo nulla. Polizia pochissima, evidentemente è nelle zone "calde".
Certo, no è la Cina, sono d'accordo. Ma è la Cina del futuro, quella a cui punta di diventare il resto della Cina, come ho avuto modo di vedere nell'altra città in cui ho abitato fino a qualche mese fa, ChangChun, nel nord vicino ad Harbin, una specie di città-cantiere di gente che è stata finora a ShenZhen e adesso torna per ampliare la città e costruire una nuova Cina grazie alle nuove regole economiche mutuate dall'esperimento riuscito di Deng, contrapposto alla dittatura antieconomica di Mao.
ShenZhen, zona inaspettatamente anche di cultura: pochi lo sanno, ma c'è un museo straordinario nel nuovo centro amministrativo, biblioteche stratosferiche e soprattutto le piccole città fortificate antichissime degli Hakka, rimaste incredibilmente identiche a com'erano 400 anni fa, completamente innestate dentro la metropoli e ben conservate da un'ottima (una volta tanto) scelta politico-amministrativa.
Gli stipendi nostri sono però occidentali: io sono sui 13000 yuan netti, la mia ragazza sugli 11000, suo padre poi è prof di economia all'università e lì di soldi ne fa parecchi, anche se è considerato benestante ma non ricco guadagna più di noi messi insieme. Insomma, stipendi europei ma con cibo (cinese: io adoro il cibo cinese, non mi è mai venuto in mente di comprare olio d'oliva o spaghetti in Cina, lo ritengo una follia) davvero 10 volte meno (qui un primo al ristorante costa 7 euro, lì 7 yuan e in certi posti anche meno...). L'ultimo baracchino in cui sono andato mi ha servito un piattone fumante di brodo e noodles, con le cotiche e le verdure (foglie di aglio fresco, erba cipollina, rafano, loto). Delizia allo stato puro, 4 yuan. Visibilio :-) In pieno centro. Certo, non c'era l'aria condizionata e ci siamo fatti sparare il ventilatore in faccia, e probabilmente è per quello che costava così poco. Ma è pieno di baracchini del genere, si trovano ovunque.
La sicurezza a ShenZhen è data dal fatto che tutte le case sono quasi sempre dentro un unico quartierino tutto recintato, con la guardia all'ingresso. In pratica l'intero quartierino è gestito dai privati che l'hanno costruito, che pagano anche la sicurezza. Un po' come a Hong Kong per i singoli grattacieli "popolari" a Western, dove ho vissuto per un annetto circa (prendevo poi il traghetto ogni giorno per andare a ChungChao, meravigliosa isola su cui lavoravo in una scuola elementare bellissima).
Un'altra cosa che amo di ShenZhen è la concezione "a campus" dell'architettura: ogni quartiere ha il suo campetto da basket, ci sono servizi per tutti, vai al lago e puoi pescare, eccetera. Qui in Italia se vuoi tirare due canestri come minimo devi iscriverti in palestra, se vuoi pescare due pesciolini con il filo e il rocchetto devi prendere addirittura la licenza di pesca, e cose del genere. Too bad.

I difetti veri di ShenZhen sono gli stessi che noto in Cina in generale: la disparità terribile tra benestanti cittadini e poveracci nelle baracche in periferia estrema, la pena di morte (seppure in costante diminuzione e attualmente per fortuna ancora in piena moratoria), la censura su Internet così stupida e inutile che obbliga tutti a comprare una VPN altrimenti nemmeno si riesce a lavorare in pace, e cose del genere. Alcuni sono legati al fatto che ancora la Cina era sostanzialmente un paese del terzo mondo fino a pochissimi anni fa, e quindi non è che uno si possa aspettare Manhattan ovunque, e altri sono dovuti allo sviluppo incontrollabile e sfrenato che ha certo tantissimi fattori positivi ma certamente anche qualche effetto collaterale difficile da arginare, per quanto le autorità mi sono sempre sembrate seriamente intenzionate a lavorare per il bene comune. Hanno anche loro il loro bel potere da difendere purtroppo, ma non sono così bieche come le si dipinge in Italia, sicuramente.

Vi racconto una piccolissima cosa insignificante, che però per me è simbolica: dovevo andare a un matrimonio e mi sono accorto di non avere scarpe "buone". Qui in Italia le trovo tutte almeno a 100€ minimo minimo e sono tutte fuori misura (io porto il 38 e mezzo... partono dal 43...) e tutti mi dicono che devo farmele fare su misura, cioè devo spendere 2000€ :-O Allora che faccio? Telefono ai miei "suoceri" e gli chiedo di trovarmene. Loro amano andare in giro per shopping, mi mandano delle foto quando ne trovano che corrispondano alla descrizione di quelle che piacciono a me. Ne trovano di bellissime a 380 yuan, fatte a mano, marca italiana. Me le spediscono, arrivano in un mese, giusto perfette per il matrimonio. Risparmio netto: 1940€ (calcolate 10€ di spese di spedizione ed eventuale IVA da pagare in dogana). God bless China! ^___^
Torno quest'estate. È qualche mese che non vado in Cina quindi non vedo l'ora di tornarci. Vedremo cos'è cambiato.
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 12:04:54 pm da Senbee »
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #24 il: 24 Gennaio, 2012, 12:21:38 pm »
sai perché non vedi quello che ho visto io a shenzhen?Perche frequentiamo persone differenti. Io in cina ho solo amici cinesi, dal professore che guadagna una fortuna al poveraccio che lavora nel ristorante per 1200rmb, vive con altre 3 persone e non spende mai più di 20 rmb al giorno. Dal mio boss che gira col suo jet privato e spesso e volentieri gioca a golf da qualche parte nel sud della cina al guaglio che mi ha trovato casa e per cui 1000 rmb al mese d affito sono troppi...A prescindere dal classico della ragazza cinese,  di occidentali ne frequento veramente pochi, ad hangzhou?Solo il messicano che grazie alla sua ragazza sinofoba ha il ristorante messicano peggiore della cina.
o forse veramente shenzhen e'questa eccezione, paradiso in cina, allora magari... parto domani!!! :smiley_kiss: :smiley_kiss:

Anchio mi muovevo, da pechino a shanghai a guangzhou (zona stazione) a tutte le ore, ma nessuno mi toccava in quanto occidentale.Contavo pure i pezzi da cento per strada a mezzanotte..roba che in italia...Ma se ero cinese?Pensi veramente che sei solamente un nuovo cittadino a shenzhen? O forse godi di certi privilegi dettati dal colore della tua pelle senza che te ne accorgi?
  Di shenzhen così come di Guangzhou ho sentito parlare così come si parla delle zone più pericolose di napoli...da cinesi. Una mia amica gli hanno rubato il cellulare sulla autobus, da fuori. Il tipo e saltato ed e scappato. Un tedesco si e ritrovato senza un rene, svegliato in una vasca da bagno dopo aver conosciuto una ragazza al bar...giornali, forum, blog...in cinese...notizie che arrivano e vengono "armonizzate"per non creare scompiglio....


Con le scarpe tocchi un tasto doloroso: a parte il numero che qui trovi al massimo il 43, poi sono care! Io a Bolzano con 50  euro mi compro scarpe decenti, qui sotto i 120 euro non si trova niente....


« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 12:26:46 pm da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #25 il: 24 Gennaio, 2012, 12:29:18 pm »
come avevo postato in un vecchio topic a me risulta che la gente vada a fare la spesa a hk dalla rpc perchè più economica

ultimamente in una famosa città con lago ho visto poliziotti\guardie ogni 50 mt. zona altamente turistica e lussuosa
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 12:32:24 pm da vascoexinhong »

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #26 il: 24 Gennaio, 2012, 12:32:34 pm »
si ma infatti!prima di partire la mia ragazza mi consegna a due mani un foglio pieno zeppo di prodotti cosmetici che a hk costano meno. Un mio amico mi chiede se gli compro l iphone4s (lui piglia 3000 rmb al mese..)...

HK costa meno,decisamente....
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #27 il: 24 Gennaio, 2012, 12:35:22 pm »
altra cosa iper costosa rispetto agli usa europa sono i prodotti di Hermes costano spesso il doppio e a volte introvabili

e non mi risulta che i negozi di hermes facciano la fine di piazza italia :smiley_grin:
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 12:36:45 pm da vascoexinhong »

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #28 il: 24 Gennaio, 2012, 12:38:26 pm »
il mac pero costa meno in cina...hehehhe, mac book pro 13



 l ho pagato 8200rmb..
« Ultima modifica: 24 Gennaio, 2012, 12:40:18 pm da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:Ma quanto costa realmente vivere in cina?
« Risposta #29 il: 24 Gennaio, 2012, 12:44:52 pm »
Uhm, no, io conosco solo cinesi là. La mia ragazza è cinese e i suoi sono cinesi, originari di ChangChun e immigrati a ShenZhen una ventina di anni fa (come tutti del resto qui a ShenZhen). Suo padre insegna proprio all'Università di ShenZhen, sua madre è ingegnere ma fa la casalinga visti gli introiti del marito :-) e comunque è campionessa di mahjong e si tira su uno stipendio grazie alle nottate nelle bische più o meno clandestine di quartiere :D
Per le scarpe, giuro che sono costate 40€ ed erano ottime. Un anno fa. Non ricordo bene di preciso dove le hanno comprate, era uno di quei mall immensi in cui ci sono tre o quattro piani solo di negozi di scarpe in "open space", quindi look occidentale ma metodo cinesissimo tipo "mercato con 2000 negozi che vendono tutti lo stesso genere merceologico". C'è poi anche da dire che la qualità intrinseca non la so: per fortuna nel mio lavoro non dovevo andare vestito come un damerino e quindi la mia vita nel sud della Cina è sempre stata con le infradito ai piedi per il 99,9999% della permanenza ^_^
L'unico problema è che per comprare UNA cosa devi girare per GIORNI perché ci sono talmente tanti negozietti da confrontare che ci perdi la vita :-) Poi io tratto: sto imparando quasi più il cantonese che il mandarino ed è utilissimo per abbassare il prezzo (che mi tengono sempre altissimo solo perché mi vedono senza occhi a  mandorla, ma appena comincio a parlare con un perfetto accento hongkonghese - ma in realtà so solo i numeri e ciò che basta per trattare! - cominciano subito ad abbassare la cresta e mi dimezzano di accordo in accordo il prezzo iniziale...)
Fortunatamente la mia fidanzata parla perfettamente il cantonese (vive a ShenZhen da una vita) e pure il mandarino (i suoi essendo del nord e pure prof in casa parlano solo con una pronuncia perfetta), volendo anche un ottimo inglese e pure un perfetto italiano quindi poi mi affido sempre a lei per problemi di comprensione ^___^

Sai invece cosa trovo davvero fastidioso, non tanto a ShenZhen quanto soprattutto a Hong Kong? L'aria condizionata troppo bassa. È un piacere entrare in un negozio fresco, ma se fuori ci sono 37 gradi allìombra con il 95% di umidità, non puoi tenere in tutte le case, in tutti i negozi, in tutti i ristoranti, l'aria condizionata a diciassette gradi col vento che ti spiove dall'alto direttamente tra la maglietta e la schiena (sudatissima)! È criminale. I primi tempi mi dimenticavo di portarmi dietro una felpa e mi sono preso tante di quelle broncopolmoniti che sono vivo per miracolo. Poi mi sono rassegnato a fare il freak e a girare per Hong Kong in bermuda, infradito, maglietta e felpa a tracolla :D
Alcuni occidentali che vivono lì continuativamente mi dicono che dopo cinque o sei anni ci si abitua e non si suda più, ma insomma, io per poco non ci rimango secco. :-)
Le felpe poi si trovano, eccome, e anche a buon mercato nonostante il clima, evidentemente perché il mio non è un problema isolato! Ci sono le classiche marche italiane che esistono solo in Cina, secondo me proprio di buon livello per il prezzo: i vari Giordano per intenderci. Felpine, magliette, degne dell'Europa, a prezzi non stracciati ma contenuti.
Poi ci sono i mercatini con "tre magliette a 4 yuan" (circa il doppio a Hong Kong, 8 dollari)... Io per fortuna sono di misure contenute (1 e 60, magrino) e quindi se le compro XXL mi vanno anche bene e non mi esce la panza :-) però effettivamente dopo una decina di lavaggi vanno bene per un bambino di 7 anni. Ma vabbè, per 4 Euro..! :D
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.