In Cina internet è innutile! - page 6 - Generale - Associna Forum

Autore Topic: In Cina internet è innutile!  (Letto 22992 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Fxyz4ever

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #75 il: 01 Gennaio, 2013, 14:52:05 pm »
Adesso Astrill non dà più l'account guest di default. Bisogna richiederne uno via email. Sto aspettando la loro risposta.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #76 il: 03 Gennaio, 2013, 21:32:51 pm »
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

Fxyz4ever

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #77 il: 04 Gennaio, 2013, 14:32:48 pm »
Però quell'articolo è vecchio del 2011...

In questi giorni sto usando Astrill in trial. Nella 2.7 non funziona il VPN, ma riuscivo a navigare con proxy. Nel 2.8 hanno aggiunto la modalità StealthVPN: così su facebook e youtube funziona solo mettendo https:// davanti, mentre i blog su blogspot non funzionano.

A volte senza proxy e VPN, con https:// riuscivo ad accedere a Youtube e a dailymotion. Ma solo pochissimi video si caricano. Anche se c'è stata una mattinata in cui usando il trucchetto di https:// riuscivo a vedere tutti i video di Youtube.
Siccome ho messo vari DNS alternativi, forse ciò dipende anche dal DNS.

Per quanto riguarda Sina Weibo, se ti registri tramite cellulare, serve la carta di identità.
Puoi tranquillamente cliccare su "sono un cittaidno straniero" e ti registri tramite email, senza documenti.

Per quanto riguarda

enteromorfa

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 820
    • Mostra profilo
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #78 il: 07 Gennaio, 2013, 13:13:34 pm »
Al momento da Shenzhen si può accedere a Gmail, alle pagine di wikipedia anche cinesi con certe censure risapute, e Astrill funziona benissimo.
Appena provato da amici che confermano. E anche greatfirewallofchina conferma. Anche freegate va benissimo, è che bisogna aggiornarlo ogni tanto.

Ragazzi io non voglio fare il difensore della Cina, sono contro ogni censura figuratevi, però è inutile che facciate dei sarcasmi, io vi dico solo quello che vedo, niente più.

sanbee, non metto in dubbio la tua buonafede. Ma tutte le notizie che abbiamo, eccetto le tue dicono che la censura in cina non solo non diminuisce, ma anzi aumenta.

http://www.internazionale.it/news/cina/2013/01/07/giornalisti-in-sciopero-contro-la-censura/
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #79 il: 08 Gennaio, 2013, 13:31:51 pm »
Io ho parlato degli ultimi 10 anni. Ogni volta che vado in Cina, la censura su internet diminuisce, e per quanto riguarda il cartaceo oggi è persino possibile farsi recapitare a casa il South China Morning Post (oltre che vederlo via web).

Dalle notizie che riportate, in questi ultimi mesi, diciamo da ottobre fino a dicembre, ci sono stati due episodi spiacevoli: il blocco di alcune VPN e la censura di quel giornale. Anzi, no, tre: hanno anche censurato le opere di Andy Wharol ritraenti Mao, suscitando l'ilarità di tutta internet.

Quindi che ci sia stata una recrudescenza recentissima non lo metto in dubbio, ma bisogna guardare il lungo periodo; la censura ha continue impennate e brusche discese, ma nel lungo periodo la situazione rispetto a 10, 20 anni fa è imparagonabile. Anche perché le riforme sancite da Deng Xiaoping sono programma ufficiale e bisogna metterle in atto. Almeno all'apparenza :-)

Queste impennate poi hanno l'effetto di provocare una reazione nell'opinione pubblica assolutamente inedita. Se prima la lotta contro la censura era prerogativa di pochi attivisti dissidenti e degli occidentali, mentre era percepita come buona cosa dai cinesi (addirittura molti cinesi residenti in Italia da anni la giustificano se vi accenno, mi dicono frasi tipo "sì ma la Cina è diversa, è giusto che tanta gente povera e ingenua vada tutelata..."), oggi ho l'impressione che la censura venga percepita come dev'essere (ossia: inutile e dannosa, nonché idiota) da una quantità di cinesi sempre più ampia. Qualche tempo fa era impensabile il coro di commenti contro la censura nei social cinesi (addirittura tradotti da China SMACK, blog comunque cinese e mai censurato), come era impensabile addirittura uno sciopero ufficiale come nella notizia che hai giustamente riportato.

In particolare, ricordo che anche quest'estate ci fu un'altra rivolta contro la censura: il seno di Kate Winslet tagliato di netto dall'edizione cinese di Titanic 3D ha causato addirittura un tentativo abbastanza riuscito di boicottaggio del film, nonché fiumi di sarcastiche prese in giro sui social network cinesi.

Io, lo devo dire, se c'è una cosa che non sopporto è la censura. Contro di essa ho posizioni estreme che vanno ben oltre il "senso comune" anche in Italia, figuriamoci in Cina. Quando sono in Cina evito di parlarne altrimenti viene fuori tutta la mia rabbia, tutto il mio livore contro l'idea che ci siano funzionari che si arrogano il diritto di nascondere a me, maggiorenne e vaccinato, informazioni a cui loro possono accedere. Lo trovo prima di tutto un gravissimo insulto ai cittadini, un considerarli minorati mentali a prescindere. È chiaro che discorsi del genere fatti da un occidentale in visita in Cina, che non sa neanche il cinese, potrebbero venire scambiati per razzismo o arroganza occidentale, quindi evito. Ma sotto sotto quando sono in Cina (e anche qua) semino il più possibile affinché tutti si rendano conto di quanto sia orribile la censura. Magari una sera si va tutti al cinema e se mi chiedono quale film vedere gli dico "preferirei non quello perché mancano due scene", magari si parla vicino al computer e giro lo schermo "casualmente" in modo che si accorgano che sto usando FaceBook, così se qualcuno è interessato gli spiego subito come usare FreeGate e che tutto il mondo tranne la Cina comunica su certe piattaforme, quando vado per mercati chiedo se hanno il DVD di "From Beijing with Love" dell'amatissimo Stephen Chow e faccio finta di cadere dalle nuvole quando dicono di non aver mai sentito nominare il suo film più famoso a Hong Kong e all'estero, su DouBan recensisco soprattutto film che stimolino il dibattito sull'argomento, eccetera.
E vedo che se la persona ha meno di ventitré, ventiquattro anni, al 100% non vede l'ora di sputare contro la censura e di imparare come si fa a bucarla, o sa già come fare. Gli adulti effettivamente fanno orecchie da mercante, ma è chiaro che sanno di cosa si sta parlando perché noto quel tipico imbarazzo cinese nello svicolare l'argomento :-)

Cose che nel mio primo viaggio erano semplicemente inaudite: tutti, giovani e vecchi, semplicemente vedevano la censura come una cosa naturale e giusta e certi miei desideri strane buffonate da occidentale esotico. Oggi tutto sommato vedo una censura che in media è calata, ma non tanto dallo stare al passo con la società cinese, che finalmente la comincia a percepire come deve essere: un ostacolo idiota all'economia cinese e alle aspirazioni legittime dei cittadini cinesi.
« Ultima modifica: 08 Gennaio, 2013, 13:33:27 pm da Senbee »
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

山水

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 90
  • Sesso: Maschio
  • 中欧桥
    • Mostra profilo
« Ultima modifica: 09 Gennaio, 2013, 01:20:55 am da 山水 »
不為五斗米折腰!

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #81 il: 30 Gennaio, 2013, 04:09:41 am »
io non so di cosa parli senbee. Ogni volta che io vado in cina e ci rimango per qualche anno, l ultima volta 2 anni, vedo che la censura NON accenna a diminuire anzi rimane pressoche uguale.
Google si apre a singhiozzo, yahoo non va tanto meglio, l unica cosa è usare baidu che onestamente non mi sembra un grancche. Chinasmack è su un server cinese mi sembra e cmq riporta notizie che non mi sembrano di minaccia al PCC...
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #82 il: 03 Febbraio, 2013, 14:09:45 pm »
Forse non hai letto i miei ultimi post. Sto dicendo quali sono esattamente i siti che qualche anno fa erano censurati e quali non lo sono più. Sto dicendo che dei siti che ora sono censurati e un tempo non lo erano, si tratta prevalentemente di concorrenti economici alla Cina. E che quelli che un tempo erano censurati e ora non lo sono più sono prevalentemente politici (es. Wikipedia su Mao, su Tienanmen, sul Tibet, ma anche ChinaSMACK per esempio con post come questo...). Ho ipotizzato che tale tendenza sia il compromesso trovato tra le tendenze censorie neomaoiste e l'obbligo di rispetto dei piani di "opening and reform".
Inoltre ho detto che non è difficile con una buona connessione, conoscenze informatiche non eccelse e un po' d'inglese oltrepassare la censura.

Per il resto, ho ribadito che la censura cinese è una cosa orribile e che ne sono totalmente contrario.
« Ultima modifica: 03 Febbraio, 2013, 19:16:32 pm da Senbee »
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #83 il: 24 Febbraio, 2013, 12:00:43 pm »
Mi dicono dalla regia che questa VPN va benissimo in Cina da anni: http://www.strongvpn.asia/
Funziona anche su Linux. E su Ubuntu è facile da installare: basta andare nelle impostazioni di rete, Nuova VPN, Importa, e dargli in pasto il file che si scarica dal sito.
Testato da amici che vivono in Cina da anni. Tutt'ora.
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #84 il: 30 Marzo, 2013, 16:46:29 pm »
cmq come ho gia detto in precedenza non vedo nessun allentamento nella censura internet in cina, anzi, piu si andra avanti e piu ci sara controllo che, probabilmente, diventera ancora piu rigido e vedo, che non sono l unico che la pensa cosi
http://jeremygoldkorn.com
ti consiglio sembee di leggere con attenzione quello che dice, e link che ha messo.;)
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #85 il: 01 Aprile, 2013, 02:19:40 am »
Io continuo a vedere Wikipedia, anche cinese. E continuo a riuscire a usare Facebook e tutto il resto con FreeGate e la solita VPN.
Sto comunicando con un amico a Dalian proprio adesso via Facebook.

5 anni fa non c0era Freegate e Wikipedia era tutta censurata. Poi chiudono altre cose, ok. Ma non vedo grossi problemi nell'usare internet in Cina.
È una censura stupida, deleteria e inutile, sia chiaro. Ma più la implementano più è facile bucarla.
E, ripeto: non è reato il fatto in sé di scavalcarla.
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

enteromorfa

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 820
    • Mostra profilo
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #86 il: 01 Aprile, 2013, 10:40:54 am »
ma scusa senbee, tu allora wikipedia la vedi con freegate o vpn? Poi non è che tutta wikipedia sia censurata, ma solo alcune voci.
Leggi wikipedia in cinese? l'hai già imparato fino a questo punto?
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Senbee

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Senbee Home Page
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #87 il: 01 Aprile, 2013, 11:30:48 am »
No, Wikipedia la vedo da sola. Non è censurata. Neanche in cinese.
Non so nel resto della Cina, ma da qualche mese non è più censurata nemmeno la pagina sulla strage di piazza Tienanmen. Freegate e le VPN le uso per Facebook, per Google Sites, per Twitter, per YouTube, per Internet Archive...

Un po' di cinese lo sto imparando, ma per vedere se una pagina è censurata o meno non è molto difficile, basta andare in quella in inglese  e cliccare sull'equivalente cinese nella colonna a sinistra.

Altro esempio: quando arrivai nel 2010, la pagina su Mao era censurata, anche in inglese. Quella sul Tibet era ok in inglese, censurata in cinese. Nel 2012 le hanno de-censurate tutte.
Certo, magari va a spot, magari fra un po' ritorna la censura, magari ad ogni immolazione rimettono la censura perlomeno in certe zone, magari fuori da Shenzhen la pagina su Tienanmen è ancora censurata, certo.
Ma è un fatto empirico quello che ho descritto finora. E, ripeto, non lo dico per difendere la censura che come ho ribadito mille volte odio e ritengo inutile e dannosa, ma per dovere di verità.
« Ultima modifica: 01 Aprile, 2013, 11:31:45 am da Senbee »
La mia Home Page: viaggi in oriente, guide per Linux e musica.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #88 il: 01 Aprile, 2013, 11:33:12 am »
la pagina di tian an men, caso vuole che stavo cercando di aprila da qua, cina, hangzhou. La versione inglese e bloccata cosi come i vari protagonisti, la versione italiana si apre. Credo anchio che la censura vada a periodi, ma il pcc non va in un allentamento della censura, secondo me e molti altri, ma verso un controllo maggiore e più capillare.
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:In Cina internet è innutile!
« Risposta #89 il: 01 Aprile, 2013, 11:35:45 am »
cmq lo dissi all inizio quando parlammo di censura in cina x la prima volta su associna che ho l impressione che molta censura sia per cosi dire "corrotta", cioe frutto di accordi tra amici: imprenditore cinese e suoi amici burocrati e che quindi una gran fetta di censura ha basi prettamente economiche, di stupido protezionismo
« Ultima modifica: 01 Aprile, 2013, 11:36:28 am da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.