Xenofobia in Cina - page 4 - La mia vita in Cina - Associna Forum

Autore Topic: Xenofobia in Cina  (Letto 10822 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #45 il: 29 Agosto, 2012, 00:18:33 am »
bhe se tu confermi che in cina i giornalisti scrivono solo leggende metropolitane allora abbiamo 1.400.000.000 di gonzi + 1 (io) e capisco perchè moltissimi cinesi scappino dalla cina per venire a leggere il vangelo giornalistico in italia e nel resto del mondo

p.s.
non è per caso che fai il tassista, portiere d'albergo o il barista vero?
e nemmeno fai chiacchre alla stazione o all'aereoporto....
« Ultima modifica: 29 Agosto, 2012, 00:24:02 am da vascoexinhong »

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #46 il: 29 Agosto, 2012, 04:17:46 am »
invito l utente cavallo a tornare in tema.
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #47 il: 29 Agosto, 2012, 06:47:54 am »
invito l'utente MBC a fare il terribile sforzo di capire quanto non sia OT il documentare:
- che esistono diofferenze abissali fra la realtà storica e presente della Cina e dell'Italia relativamente al razzismo ed alla xenofobia che rende le duie situazioni del tutto incomparabili;
- che il razzismo é prodotto occidentale DOC storicamente e che nulla di quel che é avvenuto in tema di razzismo in Occidente e specificamente in Italia (sul piano della sua nascita concettuale, della sua elaborazione, della sua diffusione, del suo sbandieramento esplicito da parte di partiti e forze politiche anche di governo, della sua trasformazione in infami leggi, della sua applicazione in abomini incommensurabili come l'Olocausto e l'alleanze di criminali regimi a quello che di tale Olocausto é stato respondabili, di inadeguata punizione dei responsabili di quegli abomini, ecc.) può essere comparato con la situazione cinese se non in perfetta malafede e con lo scopo di continuare a minimizzare le responsabilità italiane ed occidentali nel fenomeno;
- che pertanto ogni sforzo di sottolineare episodi di intolleranza e xenofobia presenti in Cina come in ogni luogo, ma in totale assenza  di tutti gli elementi sopracitati attuali e storici dinanzi alla contaminazione strutturale del razzismo in Italia e in Occidente, oggi, ed al suo stesso appartenere storicamente alla conformazione della stessa "identità occidentale" si dimostra essere una forma indiretta di sinofobia e di sostegno al vero razzismo strutturale che si intende minimizzare (sia esso quello di "alpinisti" SS o di docenti negazionisti pseudotitolari di pseudodiritti di pseudoparola): quello occidentale
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #48 il: 29 Agosto, 2012, 07:03:57 am »
il povero vasco, incapace di scruvere una sola riga da anni che veda la luce in una qualsiasi puvvlicazione che non sia lo spazio post di un Forum, e pertanto ridotto da sempre soltanto ad inventare balle immediatamente smascherabili, ne infila una serie anche stavolta a conferma del suo livello di non-produttore di approfondimenti, analisi, notizie ma solo menzogne puerili:

bhè alfa se non è sinofobo scrivere che in cina i giornalisti scrivono solo leggende metropolitane...... uno poi può fare il camaleonte e mimetizzarsi fra i pro cina come me  altri sul forum ma riomane comunque un sinofobo
naturalmente non ho mai scritto (sfido il contaballe vasco a copiare la frase dove lo avrei affermato) che in cina i giornalisti scrivono solo leggende metropolitane...... , semmai sono il povero vasco e il suo sodale MBC ad affidarsi a qualche pennivendolo ubriaco e qualche tassista frustrato cinesi (ovviamente senza riportare la fonte....) come fonti perché sostengono che tutti i media cinesi mentono grazie alla censura


poi oramai non ci crede neppure più lui alle sue favole...
naturalmente parla di se stesso

la redazione di associna è piena di suoi articoli non pubblicati, altro che non ne ha più mandati, tanto che per non farsi più rompere lo hanno dirottato su it's china
il poverino (mai ospitato né sulla homepage di ASSOCINA né su alcuna rivista) può facilmente controllare che al contrario di quel che afferma i miei articoli su IT'S CHINA non hanno nulla a che vedere con quelli (ad esempio sul sistema calendariale ed altro) pubblicati sulla homepage e dato che crede di sapere (come e da chi? ahahahah) quanti siano gli articoli da me presentati e non pubblicati sulla homepage, gli sarà facile scoprire da quanti mesi non ne invio più per i motivi già spiegati (e che hanno a che fare con il livello din menzogne di cui il Forum viene infarcito da lui e da qualche suo povero sodale, rendendo impèossibile ogni approfgondimento serio anche in homepage), cosa che peraltro si può vedere benissimo avviene anche per gli altri autori di articoli di approfondimento (non di cronaca o di segnalazione di eventi che giustamente continuano a comparire)


e anche li pur di rimanere attaccato alla scrivania non parlòa solo della cina in noi ma anche del medio oriente in noi, dell'india in noi ecc.ecc.
data la sua palese ignoranza non solo della Storia ma dell'Italiano, ilò povero vasco, nel suo lodevole sforzo di cercare di leggere i miei articoli su IT'S CHINA non può né notare né capire che io parlo di elementi cinesi stratificatisi nel corso della Storia in Italia ed in Occidente e poiché, a differenza di quel che i seguaci delle balle su sosia e affini o sugli omini verdi possono credere, il passaggio di quegli elementi non avveniva via astronave né fra località cinesi ed orientalio ben lungi dall'essere confinanti, ho correttamente sottolineato il ruolo delle culture intermediarie (centrasiatiche, iraniche, indiana, mediorientali, bizantina, ecc.) in tali trasferimenti (se vasco fosse meno ignoprante ricorderebbe gli esempi della seta e della carta o li rileggerebbe neim miei articoli) ed al tempo stesso come  eperché certe censure occidentali sulla rilevanza degli apporti cinesi debbano esserev inquadrate in quelle relative anche al ruolo di tali culture intermediarie, ma non si può pretendere simile sforzo da vaasco...

contraddicendosi più volte come per una porta automatica azionata da piede di un imperatore salvo poi ammettere che ci fu una porta automatica anche precedente con alessandro magno ma quella non era azionata da un piede..... allora possiamo dire che oggigiorno c'è la prima porta automatica azionata dal movimento.... ma che scoperta in antichità non c'erano le fotocellule....
che poi vasco, che di tecnologia ne sa meno di un bimbo di 3 anni, capisca la differenza fra un meccanismo ed un automatismo non si può certo pretendere........(ivviamente i paragoni vanno fatti nel contesto tecnologico dell'epoca ed evocare fotocellule o magari controlli digitali conferma solo l'ignoranza sulla tecnologia, sulla storia e sulla logica del povero vasco)
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #49 il: 29 Agosto, 2012, 08:25:35 am »

bhè alfa se non è sinofobo scrivere che in cina i giornalisti scrivono solo leggende metropolitane...... uno poi può fare il camaleonte e mimetizzarsi fra i pro cina come me  altri sul forum ma riomane comunque un sinofobo
naturalmente non ho mai scritto (sfido il contaballe vasco a copiare la frase dove lo avrei affermato) che in cina i giornalisti scrivono solo leggende metropolitane......

detto fatto vediamo ti confermi il contaballe che sei, il tuo pensiero sui giornalisti cinesi che riportano la notizia del sospetto sosia al processo per omicidio

lascio ad altri le leggende metropolitane, in questo come in altri casi, tanto più quando si continua a credere che la hall di un hotel, un taxi, un ufficio, un karaoke, un giardinetto, un B&B, un ristorante, i vicini di pianerottolo,  ecc. possano essere "fonti di informazioni"....

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #50 il: 29 Agosto, 2012, 08:27:39 am »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #51 il: 29 Agosto, 2012, 09:27:39 am »
detto fatto vediamo ti confermi il contaballe che sei, il tuo pensiero sui giornalisti cinesi che riportano la notizia del sospetto sosia al processo per omicidio


Citazione da: cavallo - 23 Agosto, 2012, 18:57:45 pm
lascio ad altri le leggende metropolitane, in questo come in altri casi, tanto più quando si continua a credere che la hall di un hotel, un taxi, un ufficio, un karaoke, un giardinetto, un B&B, un ristorante, i vicini di pianerottolo,  ecc. possano essere "fonti di informazioni"....


appunto, povero vasco, dove li ho nominati i giornalisti cinesi in quella frase che tu riporti?

cambia fornitore, vasco, sia di merendine che di bevande, che di pasti a dieta dissociata proteine/carboidrati che di...altro, perché stai evidentemente vedendo cose che non ho scritto e lo confermi perfino copiando quel che ho scritto, poverino!

citami quali autorevoli giornali cinesi avrebbero riportato la notizia secondo te (ma poi la RPC non é il regno della censura....? ahahahaha) o rileggiti la balla che hai scritto e trova dove ho nominato i "giornalisti cinesi" (in blocco: qualche pennivendolo mercenario ascaro al servizio solo del passaparola di tanti stranieri abituati a pagare per balle, persone, sostanze, ecc. che viaggiano o risiedono in Cina si trova, su 1,4 miliardi di abitanti, naturalmente: c'erano anche al tempo dell'invasione nipponica o di quella guerra dell'oppio per cui provi immensa nostalgia sinofoba...)
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Dubbio

  • Visitatore
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #52 il: 29 Agosto, 2012, 09:56:41 am »
- che pertanto ogni sforzo di sottolineare episodi di intolleranza e xenofobia presenti in Cina come in ogni luogo, ma in totale assenza  di tutti gli elementi sopracitati attuali e storici dinanzi alla contaminazione strutturale del razzismo in Italia e in Occidente, oggi, ed al suo stesso appartenere storicamente alla conformazione della stessa "identità occidentale" si dimostra essere una forma indiretta di sinofobia e di sostegno al vero razzismo strutturale che si intende minimizzare (sia esso quello di "alpinisti" SS o di docenti negazionisti pseudotitolari di pseudodiritti di pseudoparola): quello occidentale
Questo argomento è un perfetto esempio di criminalizzazione di un pensiero dal quale dissenti.
Sei un intollerrante, e come tutti gli intolleranti non ti sfiora il dubbio di esserlo.
Il peggio è che un forum è il luogo peggiore per un intollerante per esercitare la sua prassi.
Ti suggerirei di smettere di postare e dedicarti solo alla scrittura dei saggi e dei contributi culturali di cui vai fiero come un elemento di superiorità rispetto a chi ti contraddice o ti provoca.
Quello è un genere letterario che non si sviluppa nel contraddittorio in diretta, e dunque il tuo narcisismo non dovrebbe correre rischi.
Ma non succederà ovviamente, e  io stesso lo scrivo a beneficio del divertimento degli altri utenti, non certo per sperare di indurti alla riflessione.
E d'altronde sei tu a non lasciare altro spazio se non alla risata nei tuoi confronti.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #53 il: 29 Agosto, 2012, 12:09:19 pm »
ma poi la RPC non é il regno della censura....? ahahahaha

ulteriore conferma!!!! la cina è il regno della "censura"..... se non è sinofobia questa.... e ciride pure sopra :smiley_angry:

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #54 il: 29 Agosto, 2012, 14:39:13 pm »
ulteriore conferma!!!! la cina è il regno della "censura"..... se non è sinofobia questa....

poveraccio, non é una affermazione mia, semmai di MBC, chiedi al tuo sodale e rileggi quel che scrive in questo stesso thread....

decidetevi: o i giornali cinesi ed i media TV cinesi sono liberissimi e allora citami quali hanno riportato la eccezionale falsa notizia della sosia di cui straparli, oppure sono censurati dal "cattivissimo" (fra virgolette) regime del PCC (come ha scritto MBC che sostiene che non bisogna fidarsi per questo del fatto che i media cinesi non riferiscono l'immane panzana della sosia...rileggitelo vasco) e allora quali "giornalisti cinesi" di cui vai cianciando hanno lanciato ai gonzi la suddetta balla...? quali avrei accomunato io a taxisti, ubriachi, vaschi in viaggio, ecc.?

detto fatto vediamo ti confermi il contaballe che sei, il tuo pensiero sui giornalisti cinesi che riportano la notizia del sospetto sosia al processo per omicidio

citali dai questi giornalisti inesistenti esattamente come la sosia e come la verità nelle tue parole (da anni)...ahahahah!


in entrambi i casi, non hai uno straccio di fonte e hai inventato una balla che continui sinofobicamente a cercare di attribuire a organi di informazione cinesi ...

ahahahah

a proposito poi di criminali che escono dopo meno di metà della pena scontata: ecco come si può fare in Belgio senza bisogno di inventare sosia, ma ricorrendo ai buoni conventi cattolici:
http://www.repubblica.it/esteri/2012/08/28/foto/belgio_l_ex_moglie_del_mostro_di_marcinelle_esce_dal_carcere-41634654/1/?ref=HREC2-11

e questa non é una balla vaschista tratta da inesistenti "giornali cinesi" ma una decisione giudiziaria
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #55 il: 29 Agosto, 2012, 14:47:20 pm »
sei un'ottima palestra per tutti gli utenti onesti di associna per scovare la sinofobia che si annida e nasconde in elementi che si pavoneggiano di essere dalla parte dei "buoni" quando invece strisciano nelle peggiori fogne mondiali
« Ultima modifica: 29 Agosto, 2012, 16:12:34 pm da vascoexinhong »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #56 il: 29 Agosto, 2012, 16:02:08 pm »
Questo argomento è un perfetto esempio di criminalizzazione di un pensiero dal quale dissenti.
Sei un intollerrante, e come tutti gli intolleranti non ti sfiora il dubbio di esserlo.
Il peggio è che un forum è il luogo peggiore per un intollerante per esercitare la sua prassi.
Ti suggerirei di smettere di postare e dedicarti solo alla scrittura dei saggi e dei contributi culturali di cui vai fiero come un elemento di superiorità rispetto a chi ti contraddice o ti provoca.
Quello è un genere letterario che non si sviluppa nel contraddittorio in diretta, e dunque il tuo narcisismo non dovrebbe correre rischi.
Ma non succederà ovviamente, e  io stesso lo scrivo a beneficio del divertimento degli altri utenti, non certo per sperare di indurti alla riflessione.
E d'altronde sei tu a non lasciare altro spazio se non alla risata nei tuoi confronti.


grazie del consiglio, Dubbio, che potrei largamente seguire se in questo Forum smettessero di postare quelli che tu definisci "bimbominchia" (vasco) ed i loro sodali fabbricatori di menzogne senza fine; io posto e posterò SEMPRE contro le loro menzogne (specie su un Forum che non é neutrale ma interculturale ed antirazzista per definizione), se non verrò bannato, finché certe sconcezze mistificatorie continueranno ad apparire e non per partecipare alle risate tue, ma per farmene tante io (amare, visto che si tratta di un elemento le cui conseguenze generali più volte si sono dimostrate catastrofiche nella Storia recente...) sul fatto che ci siano esimi democratici che continuano a non comprendere un fatto che ho sottolineato (come tanti più autorevoli di me, ovviamente) tante volte: non sono i mentitori, i razzisti, ecc. a conquistarsi gli spazi nell'attualità e nella Storia, sono gli indifferenti (sacrosantamente stigmatizzati da Gramsci che li odiava e incitava ad odiarli, ma forse era un intollerante assai più grande di me per statura intellettuale...?), coloro che non reagiscono se non episodicamente contro i "bimbominchia" (tua definizione di vasco a cui lui vilmente ovviamente non reagisce proprio perché é episodica e non costante), contro i minimizzatori di infamie razziste e naziste, ecc.

intollerante ? dipende con chi...

con chi falsifica la Storia e la logica, la lingua e molto altro, chi minimizza orrori razzisti, ecc. sì, intollerantissimo, nei limiti  della legge finché la legge é dentro quelli della Costituzione, oppure col diritto/dovere indicato da grandi maestrio come Pertini e Don Milani e Caselli di stare con la Costituzione contro le leggi infami (ad esempio quelle razziste), ed impegnato su molti (mai abbastanza) terreni e per quel che so fare (mai abbastanza e talora con troppa tolleranza, pensa te) contro queste nefandezze che ammorbano ancora scuole, forum, partiti, istituzioni, media, ecc.; impegnato con articoli, post, conferenze, seminari, proteste, petizioni, il voto, volontariato, corsi, militanze, scritti, saggi, partecipazione a lotte democratiche, professionalmente, nel tempo libero, faccia a faccia, online, collettivamente, individualmente, nelle relazioni umane, nelle scelte di consumo/non consumo, nei viaggi e nei non viaggi, nelle letture e negli studi, ecc. .

che questo sia narcisismo sei libero di pensarlo e trarne le tue conseguenze, per me é fare una infima percentuale di quel che il dovere civico mi impone, coi mezzi che ho, nel contesto in cui mi trovo; in altri contesti (storici o geografici) e con altri mezzi (finanziari o logistici) farei certamente altro, ma non con principi diversi né con maggiore "tolleranza" verso l'orrore e i suoi ascari più vili ovunque si manifestino, te lo assicuro senza intento polemico

mi spiace invece per la prova di scarsa conoscenza di certe realtà che dai con la tua frase "Ti suggerirei di smettere di postare e dedicarti solo alla scrittura dei saggi e dei contributi culturali di cui vai fiero come un elemento di superiorità rispetto a chi ti contraddice o ti provoca.
Quello è un genere letterario che non si sviluppa nel contraddittorio in diretta, e dunque il tuo narcisismo non dovrebbe correre rischi."


forse credi che negli ultimi decenni io non mi sia mai confrontato, anche pubblicamente, ma dovresti sapere anche solo da quel che ho riferito e documentato su questo Forum che questa é una sciocchezza più degna di vasco che di te: dimentichi che i convegni sono aperti e con dibattito, che da quando ero alle superiori e poi all'università partecipo ad assemblee dove il confronto (spesso anche con i figuri della galassia razzista o con mentitori loro sodali, negazionisti, ecc.) c?é eccome (ed io non mi rifugio dietro nomi di fantasia senza dare i miei veri dati in scheda, sul forum, perchè sono abituato a ben altri "luoghi" di confronto....), che nel mio ruolo associativo in passato ho partecipato a centinaia di iniziative di confronto, dialogo, scontro, ecc. ecc. e che articoli, saggi, libri sono solo una parte del mio agire culturale e le loron presentazioni pubbliche spesso ulteriori occasioni di dibattito e confronto

ma dubito che sia utile continuare a spiegarti cose che dovrebbero esserti evidenti....e ti lascio alle tue legittime ed erratissime convinzioni
« Ultima modifica: 29 Agosto, 2012, 16:10:11 pm da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Xenofobia in Cina
« Risposta #57 il: 29 Agosto, 2012, 17:03:31 pm »
interessante che uno che poche righe prima attribuisce mentendo una affermazione che non ho mai fatto poi proclama ai quattro venti di essere il smascheratore mascherato. Mentire per smascherare i mentitori?
Aspetto la mia frase suddetta quando proprio lui mi accuso di attribuire a lui frasi che non aveva mai detto, ma il cui senso lo capirebbe anche un bambino di 4 anni. Il famoso karma dei giapponesi, i tread costruiti su sue supposizioni e accuse di razzismo ai protagonisti unica colpa che avevano era di essere italiani e bianchi e tanto altro.
Evitando di appesantire ulteriormente un tread che grazie a lui sta andando fiori tema grazie al suo ego, fregandosene ovviamente di quello che i moderatori hanno ripetuto all infinito,  questa volta non citero le decine di balle, menzogne, che lo smascheratore mascherato ha probabilmente fatto a nostra insaputa per il bene della società italica e il glorioso popolo cinese. Non faro necroposting, anche perche non ho realmente voglia di farlo, ma chiunque su questo forum ha già avuto modo di vedere che personaggio meschino e razzista(verso gli italiani) e cavallo.

Il divertente e come frigna difronte a Dubbio....hahaha
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.