segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni - page 1 - Arte - Cultura - Storia - Associna Forum

Autore Topic: segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni  (Letto 4035 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« il: 26 Dicembre, 2012, 18:13:48 pm »
apro lo spazio proposto da Stefanoski di segnalazioni e microrecensioni di libri sulla Cina

comincio col segnalare l'unico libro di Mo Yan dei 6 tradotti in Italiano che non sia pubblicato dalla EINAUDI (che ha pubblicato tutti gli altri che sono stati tradotti nella nostra lingua):

http://it.wikipedia.org/wiki/Mo_Yan
Bibliografia in italiano 
Sorgo rosso, 1994 (Hong gaoliang jiazu, 红高粱家族)
L'uomo che allevava i gatti, 1997
Grande seno, fianchi larghi, 2002 (Feng ru fei tun, 丰乳肥臀)
Il supplizio del legno di sandalo, 2005 (Tan xiang xing, 檀香刑)
Le sei reincarnazioni di Ximen Nao, 2009 (Shengsi pilao, 生死疲劳)
Cambiamenti, (Nottetempo, 2011)



 "Cambiamenti"

http://www.sololibri.net/Cambiamenti-Mo-Yan.html

é un libro breve, privo delle terribili descrizioni che caratterizzano altre opere dello scrittore cinese a cui é stato attribuito il Premio Nobel per la Letteratura 2012 ("Sorgo Rosso", ma soprattutto "Il supplizio del legno di sandalo", ecc.) e che esplicitamente si presenta come una sua autobiografia effettiva (mentre gli altri suoi libri hanno riferimenti autobiografici meno diretti e più centrati sul villaggio di Gaomi e la regione dello shandong di cui lo scrittore é originario), anche se attraverso di essa traspare il mutamento della Cina negli ultimi 40 anni; per questo lo consiglio come prima lettura a chi non conosce Mo Yan, per poter poi affrontare gli altri suoi magnifici testi avendo una idea del percorso di fita e di formazione di questo straordinario scrittore che a mio parere é uno dei più grandi dell'ultimo secolo a livello planetario

é anche il suo libro più recentemente pubblicato in Italia (2011), in attesa di "Le rane" che é in corso di traduzione e apparirà nel 2013.

non tradotti in Italiano sono altri 6 suoi libri
http://it.wikipedia.org/wiki/Mo_Yan
Bibliografia di opere ancora non tradotte 
透明的红萝卜 (Touming de hong luobo) Rossa radice cristallina
食草家族 (Shicao jiazu) Il clan dei mangiatori d'erba
酒国 (Jiu guo) Il paese del vino
十三步 (Shisan bu) Tredici passi
红树林 (Hong shulin) Foresta rossa
四十一炮 (Sishiyi pao) Quarantun cannonate
« Ultima modifica: 26 Dicembre, 2012, 18:16:35 pm da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #1 il: 26 Dicembre, 2012, 18:42:01 pm »
di cosa parlano?

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #2 il: 26 Dicembre, 2012, 18:47:19 pm »
Grazie mille Cavallo.

Vorrei segnalare un libro che ancora non ho finito di leggere e ritengo stupendo.

Xinran - Le testimoni silenziose
http://www.inmondadori.it/Le-testimoni-silenziose-Xinran/eai978883043475/

Fin dai tempi di Marco Polo la Cina appare ai nostri occhi come un «altrove» lontano, smisurato ed enigmatico, fatto di strade gremite e odori penetranti, di tessuti preziosi e bandiere rosse, di scritte aggraziate e indecifrabili come i volti dei suoi abitanti. Un gigante rimasto assopito e isolato per millenni mentre l'Occidente si affannava a rincorrere il mito della crescita; un gigante che adesso si è svegliato e che, con un balzo, sembra aver annullato ogni distanza, capovolto ogni riferimento. Forse, allora, proprio in mezzo a cambiamenti così epocali è venuto il momento di chiederci: cosa sappiamo veramente della Cina? Ma soprattutto: cosa sanno di sé i cinesi? Quale coscienza hanno le giovani generazioni dell'abisso che separa le loro esistenze di cittadini moderni e cosmopoliti da quelle dei loro genitori e dei loro nonni, che soltanto pochi decenni fa vivevano immersi in una dimensione epica e arcaica? Guaritrici, banditi, acrobati, cantastorie, soldati, fabbricanti di lanterne: sono le vite preziose di questi genitori, di questi nonni, quelle cui Xinran dà voce nelle pagine del suo libro-reportage, strappandole così all'oblio. Vite comuni eppure incredibili, fatte di senso del dovere e di affetti sacrificati, legate alla tradizione e stravolte dalla cecità della rivoluzione. Vite che testimoniano la toccante tenacia e al tempo stesso l'ineluttabile fragilità di un mondo destinato probabilmente a sparire per sempre.

L'autrice vuole rendere memoria alle esperienze di vita di tanti cinesi comuni che altrimenti resterebbero nell'oblio. Lo fa per far capire alle generazioni attuali (viziate e pigre) quanto importanti siano stati i loro nonni e genitori per il futuro della Cina. Ne viene fuori uno spaccato di vita e storia cinese eccezionale ed unico nel suo genere.


Sull'autrice:

Nata a Pechino (Cina) nel 1958 ,Xuē Xīnrán è giornalista e scrittrice; dal 1997 vive a Londra.
Ha pubblicato numerosi libri, fra cui il bestseller La metà dimenticata (Sperling & Kupfer 2002), Le figlie perdute della Cina (Longanesi 2011), Le testimoni silenziose (Longanesi 2012).
Per aiutare i bambini cinesi che vivono in condizioni di disagio ha fondato l’associazione benefica The Mothers’ Bridge of Love.
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #3 il: 26 Dicembre, 2012, 18:50:39 pm »
« Ultima modifica: 26 Dicembre, 2012, 18:52:07 pm da Stefanoski »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #4 il: 26 Dicembre, 2012, 21:20:19 pm »
di cosa parlano?
di cosa parlano?

Per le opere di Mo Yan:
http://www.ibs.it/ser/serfat.asp?site=libri&xy=mo+yan

Puoi leggere le recensioni su Ibs o su altri  ^-^

ma è un thread doove semplicemente postare titoli di libri che parlano della cina o di autori cinesi presi qua e la oppure un trhread dove riportare recensioni di libri letti?

Molto interessante.

Stoleggendo attualmente un libro di Xinran, "LeTestimoni silenziose", dove in un capitolo si accenna ai viaggiatori cinesi nei vari secoli.

Un piccolo OT: Quando ho un pochino di tempo in questa sezione vorrei segnalare e recensire ( brevem3nte) alcuni testi che ho letto riguardanti appunto la Cina. Casomai se anche Silvio ha un po di tempo possiamo aitarci in tali segnalazioni in aiuto ai letori di associna.

Dato che uno dei link riporta ad agichina, nel sito c'è una sezione dedicata appunto a queste segnalazioni che consiglio di leggere.

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #5 il: 27 Dicembre, 2012, 01:21:46 am »
Dove postare sia cose che si sono lette sia cose che si stanno leggendo. O che sono appena uscite con tanto di recensione e che non abbiamo mai letto.

Segnalazioni. Poi se ne può discutere tra chi li ha letti.

Di libri ne ho letti tanti, sopra ho segnalato il più recente che sto leggendo adesso e che merita di essere letto perchè narra storie di persone che rischiano di essere dimenticate. Non hai bisogno di leggerlo tutto per capire che ne vale la pena, mica è un romanzo o un giallo :)

Tutti possono contribuire :)
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #6 il: 27 Dicembre, 2012, 07:56:32 am »
di cosa parla il libro da me segnalato l'ho scritto ed ho anche messo il link con il riassunto...(i libri di Mo Yan tradotti in Italiano li ho letti tutti); altrettanto ha fatto stefanoski: basta leggere....
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #7 il: 27 Dicembre, 2012, 10:09:41 am »
io ho usato il plurale, naturalmente era riferito a tutti i libri che hai segnalato, ma non basta leggere visto che ne è stato recensito solo uno, visto che li hai letti tutti potresti recensirli?

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #8 il: 27 Dicembre, 2012, 10:37:11 am »
ho scelto di segnalare il libro "Cambiamenti" fra quelli da me letti di Mo Yan, spiegando perché, ossia perché consente di capire chi sia l'autore ed é meno segnato da crude e terribili descrizioni che abbondano in molti degli altri libri e che a taluni disturbano (specie se non ne capiscono il senso, che Mo yan ad esempio spiega nella sua postfazione a "Il supplizio del legno di sandalo"...)

non essendo una rubrica tutta e solo su Mo Yan, non credo giusto segnalare e recensire tutti e solo i suoi libri (di cui ho comunque dato l'elenco da wiki per chi fosse interessato, dato che il Premio Nobel 2012 li ha resi reperibilissimi in ogni libreria...); segnalerò e recensirò, come chiesto da Stefanoski, altri libri, e magari tornerò più in là su quelli di Mo Yan: libri sulla Cina e/o di autori cinesi tradotti in Italiano cominciano ad essere svariati per fortuna ed io ne leggo pareccjhi (dai gialli ai libri storici a quelli sulla fotografia, ecc.) e certo altri, come Stefanoski, davvero interessati alla cultura in genere e a quella cinese in specifico, fanno altrettanto, al di là di Mo Yan, che resta per me uno dei Nobel per la letteratura più sacrosanti ...

ecco un'altra segnalazione e microrecensione:

Stefano Cammelli
STORIA DI PECHINO E DI COME DIVENNE CAPITALE DELLA CINA
Il Mulino, 2004

un testo che mi ha appassionato leggere perché di un autore conosciuto direttamente da me a VersOriente (abbiamo realizzato una conferenza assieme) ed apprezzato per le sue battaglie per smontare stereotipi storico-culturali sulla Cina; é uno sguardo acuto sugli aspetti meno noti della storia dei luoghi che divennero poi Beijing, a partire addirittura dal IX secolo a.C., e al tempo stesso una analisi di tante omissioni storiografiche volute su quella realtà e di quel che, come dice lo studioso Cammelli, è "il problema di quale immagine ebbero i Cinesi della loro capitale", specie a partire dal fatto che quando Yongle (dinastia Ming) scelse la città come capitale essa aveva già una storia millenaria....

"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #9 il: 27 Dicembre, 2012, 11:17:14 am »
Diciamo, Vasco, che segnaliamo non a casaccio ma libri che meritano di essere letti. Come sopra, che è un libro quello di Cammelli, che Cavallo ha letto e consiglia e che prima o poi anche io leggerò :)
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #10 il: 27 Dicembre, 2012, 11:51:15 am »
in effetti l'inizio sembrava in copia e incolla da wikipedia più che una rubrica di recensioni, più tipo uno scherzo prenatalizio.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #11 il: 27 Dicembre, 2012, 11:51:57 am »
capito
« Ultima modifica: 27 Dicembre, 2012, 12:05:01 pm da vasco reds »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #12 il: 27 Dicembre, 2012, 13:03:03 pm »
preciso per chi ha difficoltà a capire...

1) il libro di Mo Yan che ho segnalato (fra quelli suoi tradotti in Italiano da me letti) é stato da me scelto per i motivi da me spiegati, certo non perché citato con gli altri su wiki; li ripeto per la 3a volta:

 "Cambiamenti"

é un libro breve, privo delle terribili descrizioni che caratterizzano altre opere dello scrittore cinese a cui é stato attribuito il Premio Nobel per la Letteratura 2012 ("Sorgo Rosso", ma soprattutto "Il supplizio del legno di sandalo", ecc.) e che esplicitamente si presenta come una sua autobiografia effettiva (mentre gli altri suoi libri hanno riferimenti autobiografici meno diretti e più centrati sul villaggio di Gaomi e la regione dello shandong di cui lo scrittore é originario), anche se attraverso di essa traspare il mutamento della Cina negli ultimi 40 anni; per questo lo consiglio come prima lettura a chi non conosce Mo Yan, per poter poi affrontare gli altri suoi magnifici testi avendo una idea del percorso di fita e di formazione di questo straordinario scrittore che a mio parere é uno dei più grandi dell'ultimo secolo a livello planetario
é anche il suo libro più recentemente pubblicato in Italia (2011), in attesa di "Le rane" che é in corso di traduzione e apparirà nel 2013.

2) per completezza di informazione sull'autore ho ovviamente citato wiki nelle parti seguenti, aggiuntive alla segnalazione e recensione...;
http://it.wikipedia.org/wiki/Mo_Yan
Bibliografia in italiano 
Sorgo rosso, 1994 (Hong gaoliang jiazu, 红高粱家族)
L'uomo che allevava i gatti, 1997
Grande seno, fianchi larghi, 2002 (Feng ru fei tun, 丰乳肥臀)
Il supplizio del legno di sandalo, 2005 (Tan xiang xing, 檀香刑)
Le sei reincarnazioni di Ximen Nao, 2009 (Shengsi pilao, 生死疲劳)
Cambiamenti, (Nottetempo, 2011)

non tradotti in Italiano sono altri 6 suoi librihttp://it.wikipedia.org/wiki/Mo_Yan
Bibliografia di opere ancora non tradotte 
透明的红萝卜 (Touming de hong luobo) Rossa radice cristallina
食草家族 (Shicao jiazu) Il clan dei mangiatori d'erba
酒国 (Jiu guo) Il paese del vino
十三步 (Shisan bu) Tredici passi
红树林 (Hong shulin) Foresta rossa
四十一炮 (Sishiyi pao) Quarantun cannonate


invito pertanto a leggere prima di parlare erroneamente di puri "copia e incolla" ed attendo segnalazioni e microrecensioni che non siano solo di stefanoski e mie....
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Fxyz4ever

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 288
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #13 il: 27 Dicembre, 2012, 16:18:41 pm »
透明的红萝卜 letteralmente "carota trasparente".
Mi fa un po' strano vedere "carota" tradotto come "radice rossa"...

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:segnalazioni libri sulla Cina e microrecensioni
« Risposta #14 il: 27 Dicembre, 2012, 18:23:10 pm »
Fxyz4ever , i titoli dei libri di Mo yan tradotti in Italiano sono stati ovviamente risultato di traduttori professionisti, alcuni perfino diventati amici personali di Mo Yan (se ne possono leggere recenti interviste....), e certamente sono traduzioni "giuste" sia linguisticamente sia in relazione a qualnto voleva esprimere l'autore.

i titoli dei testi di Mo Yan che non sono stati ancora tradotti in Italiano, invece, sono evidentemente frutto della traduzione di chi ha contribuito al testo di wiki e questo é il caso del libro di cui tu fai notare l'incongruenza della traduzione italiana del titolo

resta poi il fatto che spesso autori ed editori e traduttori concordano (per varie ragioni: marketing, simbolismi, ambiguità concettuali, riferimenti, parole con valore diverso, ecc.) nel tradurre un titolo di un libro o di un film (coi film succede pure più spesso che coi libri) in modo del tutto diverso dal suo vero significato letterale e talora in modo differentissimo nelle diverse lingue....
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)