L'americanizzazione della Cina - page 1 - Generale - Associna Forum

Autore Topic: L'americanizzazione della Cina  (Letto 7746 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
L'americanizzazione della Cina
« il: 23 Giugno, 2007, 01:24:51 am »
Discutevo alcuni giorni fa con alcuni amici cinesi di alcuni eventi accaduti nei mesi passati a Roma. Prostitute cinesi sul litorale romano che si vendono per 10 o 5 euro, ragazzine cinesi nelle sale giochi che fanno sesso orale per 10 euro e ragazze che non fanno altro che pensare alla moda, al vestito bello da mostrare e  al macchinone del ragazzo di turno. Dopo tanto chiachierare ho pensato che forse a volte in tanti discorsi che fate voi qui avevate ragione, forse questo rientra nel normale contesto di imperialismo economico-culturale, dopo tanti anni anche voi popolo cinese avete deciso che era il caso di ''provare'', dare un calcio nel culo alle tradizioni millenarie e diventare america, almeno provare. Qualcosa ricorda il trapasso dell'antico e onorevolissimo e grandioso Giappone, prima della prima guerra coloniale americana quando il Giappone dovette aprirsi, (ma il discorso cambia perchè il Giappone , almeno come popolo e cultura non si era ancora aperto), in quanto a voi la guerra il tiranno capitalista non l'ha fatta. Questa transizione somiglia forse più all'illegale sciogliemento dell'Unione Sovietica, dove , anche se il popolo all'80% non ne voleva lo scioglimento, lo stesso popolo era ansioso di provare i vizi dell'occidente. Oggi tutti vediamo come il popolo russo ha reagito, ha rigettato il boccone indigesto e del tutto avariato e il 90% del popolo è con Putin e con la sua risovietizzazione, come dire, la Russia è dei russi e anche la sua cultura non potrà essere mai colonizzata. Le televisioni occidentali oggi come ben sottolineate mandano in onda servizi che degradano il ''tradizionalista'' (per modo dire) e ''fiero'' popolo cinese, ma oggi signori il problema è ben più grande e la cosa più drammatica è che voi lo state sottovalutando. Okinawa, Pattaya, Olongapo, sono solo alcune virgole del grande tema coloniale filoeuropeo, chissà se la depravazione della vostra cultura varrà quanto la soddisfazione di vivere in grandi lager filoliberisti chiamati ''hotel'' grattacieli e ''mcdonald's''. Riflettete, ciao a tutti.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

Nick

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 452
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 23 Giugno, 2007, 06:05:41 am »
viva il rock, viva l'hiphop  :-D
sono fiero di essere un cinese americanizzato  :)

fra un po me ne vado anche in america  8)
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Nick »
nICKo!!

thun88

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • *
  • Post: 1.273
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Twitter
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 23 Giugno, 2007, 10:26:00 am »
Bel post di sfogo di Shuren, magari se Fioroni cambiava la traccia sul neocolonialismo in immigrazione e seconde generazioni /u] ti avrei anche dato 15 quindicesimi per questo pseudo-tema (scusa, ma mi devo ancora sfogare contro questo ennesimo Ministro incompetente e poco acculturato :twisted: )

Tornando al discorso... be che dire, tardi o presto che mai il mondo intero desidera seguire i modelli propagandati dal mito americano: benessere, soldi, vita sociale fiorente, bellezza estetica, felicità appagata da frivolezze...
Chi siamo noi per dire cosa è giusto e sbagliato? Sta di fatto che Tv, Radio e Telefonini sono presenti anche nel quarto mondo, precisamente nelle baraccopoli/slum di Nairobi (Kenya), e che dappertutto probabilmente puoi sentire le canzoni degli artisti più recenti... Eminem, 50 Cent, Hilary Duff, Avril Lavigne e tutte le icone del pop e del rap commerciale (di cui io mi dissocio  :-D
Dall'altro canto i Cinesi ci tengono a mantenere gran parte della cultura tradizionale, e probabilmente avremo un processo piuttosto simile al Giappone e alla Corea del Sud, dove scampoli di simboli, icone, libri e festività ci faranno rimembrare le nostre origini  8)

Siamo nel treno del progresso, ci siamo già dentro... il problema che forse allarma Shuren è:
Ma davvero questo è il modello giusto?
Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani.
Direi che i costumi americani che ora noi pratichiamo siano solo una piccola goccia in un mare di problemi...

Take Relax, Take it Easy  8)
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da thun88 »
Su Facebook:
Associna in Rete TogethER x L'Emilia-Romagna
Seguimi su Twitter @thun88

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #3 il: 23 Giugno, 2007, 10:56:52 am »
credo che thun88 nel formulare i suoi dubbi si dia anche già in arte la risposta o almeno  individui (ed io sono d'accordo) quale sia la chiave del problema:

"Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani. "

Il fatto é che proprio in Occidente DEVE cambiare per prima la tendenza se si vuole salvare il Pianeta e se si vuole avere credito nel chiedere ai popoli del resto del Mondo di non  aspirare aconsumi che lo distrugerano, altrimenti come si a a chiedere a Cinesi, Indiani, ecc. di non aspirare a quei consumi che invece gli Occidentali hanno e come si fa ad impedire che le imprese sia occidental che cinesi, indiane, ecc. favoriscano n ogn modo l'incremento a dismisura dei consumi?

Ma l'Occidente non cambierà (e meno che mai gl USA) se i rapporti di forza internazionali non glielo imporranno, peché CAMBIARE per chi é già in vetta ai consumi (e ci é arrivato rapinando i 3/4 del Mondo) vuol dire FARE RADICALI RINUNCE e ci? avviene SOLO se le condizioni lo impongono (ad esempo in tempo di guerra interna o se schizzano alle stelle i prezzi delle materie prime) perché gl elettori non voterebbero mai in Occiente una forza politica che dicesse la verità, osia CHE BISONA RIDURRE DEL 30-50% I CONSUMI INDIVIDUALI NEI PROSSIMI 20 ANNI.

Quindi, la Cina e l'India sono paradossalmente fattori di mutamento dell'Occidente col loro sviluppo, anche distruttivo, non solo perché  aggravano la situazione e rendono PIU'  URGENTE il cambiamento necessario in Occidente, ma perché stanno acquisendo un ruolo internazionale tale che non si possono più scaricare (come é avenuto in passato da parte dell'Occidente) su di loo le contraddizioni dei super-consumi occidentali secondo la logica "noi Occidentali consumiamo quel che ci pare e voi dovete restare nel'inigenza per non ditruggere il Pianeta e garantire a noi i nostri privilegi".

Se così non stesse avvenendo, se non crescesse un fronte di autonomia anche in Sud America (che vuol dire anche gas e petrolio...), se non vi fossero grandi produttori di gas e petrolio (Russia ed Iran) che non seguono come servi le logiche USA , gli USA e l'Europa non sarebbero obbligati a cominciare a formulare piani di risparmio energetico, a semplicemente arebbero quel che facevano al tempo del colonialismo: userebero lo strapotere loro per difendere i loro privilegi e far ripiombare nella fame e nella miseria gli altri.

Non si é MAI dato nella Storia, che i priilegiati rinuncino su cala internazionale  SPONTANEAMENTE o grazie a colloqui amichevoli ai loro privilegi: quel che conta alla fine sono i rapporti di forza economici e il livello di motivazione dei popoli.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #4 il: 23 Giugno, 2007, 14:24:09 pm »
Citazione da: "Nick"
viva il rock, viva l'hiphop  :-D
sono fiero di essere un cinese americanizzato  :)

fra un po me ne vado anche in america  8)


viva l'hip hop hai ragione, ma l'hip hop è anche una forma di protesta sociale dei neri americani verso il sistema neoliberista-colonialista (con contraddizioni esagerate però), viva qualche forma di rock che è anch'esso un prototipo poco azzeccato di spronamento al socialismo e alla lotta ai colletti bianchi. Vattene in america che quella è la tua patria, l'Italia è ancora troppo poco liberista per te evidentemente, pu? essere che in qualche ''viaggio'' dentro qualche tipo di lsd ti dvertirai davvero. Forse però con questo tuo post fai capire ''altro'', in fondo alla gente piace essere comandata, presa asservita per non aver il peso di 'costruire', ALCUNE persone, come te.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #5 il: 23 Giugno, 2007, 14:35:03 pm »
Citazione da: "thun88"
Bel post di sfogo di Shuren, magari se Fioroni cambiava la traccia sul neocolonialismo in immigrazione e seconde generazioni /u] ti avrei anche dato 15 quindicesimi per questo pseudo-tema (scusa, ma mi devo ancora sfogare contro questo ennesimo Ministro incompetente e poco acculturato :twisted: )

Tornando al discorso... be che dire, tardi o presto che mai il mondo intero desidera seguire i modelli propagandati dal mito americano: benessere, soldi, vita sociale fiorente, bellezza estetica, felicità appagata da frivolezze...
Chi siamo noi per dire cosa è giusto e sbagliato? Sta di fatto che Tv, Radio e Telefonini sono presenti anche nel quarto mondo, precisamente nelle baraccopoli/slum di Nairobi (Kenya), e che dappertutto probabilmente puoi sentire le canzoni degli artisti più recenti... Eminem, 50 Cent, Hilary Duff, Avril Lavigne e tutte le icone del pop e del rap commerciale (di cui io mi dissocio  :-D
Dall'altro canto i Cinesi ci tengono a mantenere gran parte della cultura tradizionale, e probabilmente avremo un processo piuttosto simile al Giappone e alla Corea del Sud, dove scampoli di simboli, icone, libri e festività ci faranno rimembrare le nostre origini  8)

Siamo nel treno del progresso, ci siamo già dentro... il problema che forse allarma Shuren è:
Ma davvero questo è il modello giusto?
Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani.
Direi che i costumi americani che ora noi pratichiamo siano solo una piccola goccia in un mare di problemi...

Take Relax, Take it Easy  8)


In fondo era questo il tema principale andando al succo del discorso, dove si andrà a finire? Pedofilia e eroina dilagante anche in Cina e tra i cinesi come in Tailandia? Possibile, possibile che la Cina diventi un enorme Tailandia asservita ai vizi e servizi della mafia occidentale, con rande di merdee che vanno a prendere la ''merce'' nei villaggi, desolazione e tristezza. Mi ricordo anni fa che da ragazzetto andavo allo ''stargame'' di piazza Vittorio (la ''chinatown'' romana) e che ad un amico italiano piaceva una cinese e lui imbarazzato non sapeva come mostrarsi. Ci andai io a dire a lei del suo interesse, la sua risposta? ''no no io italiani solo amici, ragazzo solo cinese'' CINESE per l'appunto ed io che ero incazzato perchè pensavo la sua risposta errata, ma quanto aveva ragione per alcuni versi. Ora chiedi ad una stessa ragazza cinese della sua età la stessa domanda e lei: ''bocchino 10 euro'' è forse questa la ''democrazia'' occidentale? E' forse giusto che oggi i cinesi ''segano'' a scuola e si fuma canne tutto il giorno davanti ad un posto di svago? Forse si per alcuni ma che almeno fosse una scelta non imposta da una Aculturizzazione di un popolo che le parole cultura e identità non sanno neanche cosa siano, ciao.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 23 Giugno, 2007, 14:38:41 pm »
Citazione da: "cavallo"
credo che thun88 nel formulare i suoi dubbi si dia anche già in arte la risposta o almeno  individui (ed io sono d'accordo) quale sia la chiave del problema:

"Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani. "

Il fatto é che proprio in Occidente DEVE cambiare per prima la tendenza se si vuole salvare il Pianeta e se si vuole avere credito nel chiedere ai popoli del resto del Mondo di non  aspirare aconsumi che lo distrugerano, altrimenti come si a a chiedere a Cinesi, Indiani, ecc. di non aspirare a quei consumi che invece gli Occidentali hanno e come si fa ad impedire che le imprese sia occidental che cinesi, indiane, ecc. favoriscano n ogn modo l'incremento a dismisura dei consumi?

Ma l'Occidente non cambierà (e meno che mai gl USA) se i rapporti di forza internazionali non glielo imporranno, peché CAMBIARE per chi é già in vetta ai consumi (e ci é arrivato rapinando i 3/4 del Mondo) vuol dire FARE RADICALI RINUNCE e ci? avviene SOLO se le condizioni lo impongono (ad esempo in tempo di guerra interna o se schizzano alle stelle i prezzi delle materie prime) perché gl elettori non voterebbero mai in Occiente una forza politica che dicesse la verità, osia CHE BISONA RIDURRE DEL 30-50% I CONSUMI INDIVIDUALI NEI PROSSIMI 20 ANNI.

Quindi, la Cina e l'India sono paradossalmente fattori di mutamento dell'Occidente col loro sviluppo, anche distruttivo, non solo perché  aggravano la situazione e rendono PIU'  URGENTE il cambiamento necessario in Occidente, ma perché stanno acquisendo un ruolo internazionale tale che non si possono più scaricare (come é avenuto in passato da parte dell'Occidente) su di loo le contraddizioni dei super-consumi occidentali secondo la logica "noi Occidentali consumiamo quel che ci pare e voi dovete restare nel'inigenza per non ditruggere il Pianeta e garantire a noi i nostri privilegi".

Se così non stesse avvenendo, se non crescesse un fronte di autonomia anche in Sud America (che vuol dire anche gas e petrolio...), se non vi fossero grandi produttori di gas e petrolio (Russia ed Iran) che non seguono come servi le logiche USA , gli USA e l'Europa non sarebbero obbligati a cominciare a formulare piani di risparmio energetico, a semplicemente arebbero quel che facevano al tempo del colonialismo: userebero lo strapotere loro per difendere i loro privilegi e far ripiombare nella fame e nella miseria gli altri.

Non si é MAI dato nella Storia, che i priilegiati rinuncino su cala internazionale  SPONTANEAMENTE o grazie a colloqui amichevoli ai loro privilegi: quel che conta alla fine sono i rapporti di forza economici e il livello di motivazione dei popoli.


Ogni analista ad oggi, QUALSIASI analista aspetta solo il giorno e l'ora del ''crash'' economico americano, è solo questione di tempo, il paese è TROPPO indebitato e ha troppe spese e bolle economiche per sopportare l'urto... (continua dopo adesso non ho tempo)
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

wen

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.264
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #7 il: 23 Giugno, 2007, 14:42:01 pm »
Stai dicendo che quella ragazza Cinese non vuole avere un ragazzo italiano?
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da wen »
ô蒙古人除了马粪什么也没有留下ö

kenny

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 1.422
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #8 il: 24 Giugno, 2007, 01:33:15 am »
ragazzine cinesi che fanno sesso orale per 10 euro nelle sala giochi....

ma che e' sta cosa? cioe'....ndo'sta 'sta sala giochi? in 18 anni della mia vita passata in italia...nn ho mai sentito cose del genere..
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kenny »
\"Se questi cinesini vogliono polverizzare Taiwan entro l\'anno, farebbero\' meglio a darsi una mossa e tirare fuori i soldi\" - J.Nicholson \"The Departed\"

babo

  • Visitatore
(Nessun oggetto)
« Risposta #9 il: 24 Giugno, 2007, 07:55:04 am »
Citazione da: "kenny"
ragazzine cinesi che fanno sesso orale per 10 euro nelle sala giochi....

ma che e' sta cosa? cioe'....ndo'sta 'sta sala giochi? in 18 anni della mia vita passata in italia...nn ho mai sentito cose del genere..


sveglia Kenny!
ma e' possibile che molti qui stanno allo scuro di tutto?
 :smt017
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da babo »

Daniele

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 80
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #10 il: 24 Giugno, 2007, 09:58:31 am »
8O in quale salagiochi?all extraballòo altro?
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Daniele »

anatra82

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 809
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #11 il: 24 Giugno, 2007, 15:52:24 pm »
Citazione
shuren Inviato: Sat Jun 23, 2007 2:35 pm    Oggetto:  

--------------------------------------------------------------------------------
 
thun88 ha scritto:
Bel post di sfogo di Shuren, magari se Fioroni cambiava la traccia sul neocolonialismo in immigrazione e seconde generazioni /u] ti avrei anche dato 15 quindicesimi per questo pseudo-tema (scusa, ma mi devo ancora sfogare contro questo ennesimo Ministro incompetente e poco acculturato  )

Tornando al discorso... be che dire, tardi o presto che mai il mondo intero desidera seguire i modelli propagandati dal mito americano: benessere, soldi, vita sociale fiorente, bellezza estetica, felicità appagata da frivolezze...
Chi siamo noi per dire cosa è giusto e sbagliato? Sta di fatto che Tv, Radio e Telefonini sono presenti anche nel quarto mondo, precisamente nelle baraccopoli/slum di Nairobi (Kenya), e che dappertutto probabilmente puoi sentire le canzoni degli artisti più recenti... Eminem, 50 Cent, Hilary Duff, Avril Lavigne e tutte le icone del pop e del rap commerciale (di cui io mi dissocio  ).

Non credo che la cultura passata sia tanto migliore, perchè anche quella era contraddittoria: stiamo passando a un modello di cultura e vita più europeo perchè stimiano questa ampia libertà, crediamo nei diritti promulgati dalle leggi italiane, europee e dell'Onu. Viviamo in Europa, e ci integriamo a modo nostro, con una scarpa in Cina, l'altra in Italia  
Dall'altro canto i Cinesi ci tengono a mantenere gran parte della cultura tradizionale, e probabilmente avremo un processo piuttosto simile al Giappone e alla Corea del Sud, dove scampoli di simboli, icone, libri e festività ci faranno rimembrare le nostre origini  

Siamo nel treno del progresso, ci siamo già dentro... il problema che forse allarma Shuren è:
Ma davvero questo è il modello giusto?
Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani.
Direi che i costumi americani che ora noi pratichiamo siano solo una piccola goccia in un mare di problemi...

Take Relax, Take it Easy  


In fondo era questo il tema principale andando al succo del discorso, dove si andrà a finire? Pedofilia e eroina dilagante anche in Cina e tra i cinesi come in Tailandia? Possibile, possibile che la Cina diventi un enorme Tailandia asservita ai vizi e servizi della mafia occidentale, con rande di merdee che vanno a prendere la ''merce'' nei villaggi, desolazione e tristezza. Mi ricordo anni fa che da ragazzetto andavo allo ''stargame'' di piazza Vittorio (la ''chinatown'' romana) e che ad un amico italiano piaceva una cinese e lui imbarazzato non sapeva come mostrarsi. Ci andai io a dire a lei del suo interesse, la sua risposta? ''no no io italiani solo amici, ragazzo solo cinese'' CINESE per l'appunto ed io che ero incazzato perchè pensavo la sua risposta errata, ma quanto aveva ragione per alcuni versi. Ora chiedi ad una stessa ragazza cinese della sua età la stessa domanda e lei: ''bocchino 10 euro'' è forse questa la ''democrazia'' occidentale? E' forse giusto che oggi i cinesi ''segano'' a scuola e si fuma canne tutto il giorno davanti ad un posto di svago? Forse si per alcuni ma che almeno fosse una scelta non imposta da una Aculturizzazione di un popolo che le parole cultura e identità non sanno neanche cosa siano, ciao.
 


Questo ti dimostra solo che quelle ragazzine moderne sono piu integrate di quelle di 10, 15 anni fa hanno i stessi ideali e valori di tutti gli altri.

Cmq pompino a 10Ç dove? :-D  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da anatra82 »

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #12 il: 24 Giugno, 2007, 18:48:08 pm »
Citazione da: "babo"
Citazione da: "kenny"
ragazzine cinesi che fanno sesso orale per 10 euro nelle sala giochi....

ma che e' sta cosa? cioe'....ndo'sta 'sta sala giochi? in 18 anni della mia vita passata in italia...nn ho mai sentito cose del genere..

sveglia Kenny!
ma e' possibile che molti qui stanno allo scuro di tutto?
 :smt017



Babo io ho sprecato anni dentro quel cesso di sala giochi e si sa tutto di tutti come in un paese. Comunque sembra e ripeto SEMBRA che non sia del tutto vera questa cosa, ma questo non cambia il succo del discorso, il tema centrale della discussion, cioè la degenerazione di alcuni principi.
Ps: io non andrei mai con una ragazzina di 13 anni ancor di più cinese, perchè è un popolo che apprezzo per i loro principi millenari.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #13 il: 24 Giugno, 2007, 18:49:27 pm »
Citazione da: "anatra82"
Citazione
shuren Inviato: Sat Jun 23, 2007 2:35 pm    Oggetto:  

--------------------------------------------------------------------------------
 
thun88 ha scritto:
Bel post di sfogo di Shuren, magari se Fioroni cambiava la traccia sul neocolonialismo in immigrazione e seconde generazioni /u] ti avrei anche dato 15 quindicesimi per questo pseudo-tema (scusa, ma mi devo ancora sfogare contro questo ennesimo Ministro incompetente e poco acculturato  )

Tornando al discorso... be che dire, tardi o presto che mai il mondo intero desidera seguire i modelli propagandati dal mito americano: benessere, soldi, vita sociale fiorente, bellezza estetica, felicità appagata da frivolezze...
Chi siamo noi per dire cosa è giusto e sbagliato? Sta di fatto che Tv, Radio e Telefonini sono presenti anche nel quarto mondo, precisamente nelle baraccopoli/slum di Nairobi (Kenya), e che dappertutto probabilmente puoi sentire le canzoni degli artisti più recenti... Eminem, 50 Cent, Hilary Duff, Avril Lavigne e tutte le icone del pop e del rap commerciale (di cui io mi dissocio  ).

Non credo che la cultura passata sia tanto migliore, perchè anche quella era contraddittoria: stiamo passando a un modello di cultura e vita più europeo perchè stimiano questa ampia libertà, crediamo nei diritti promulgati dalle leggi italiane, europee e dell'Onu. Viviamo in Europa, e ci integriamo a modo nostro, con una scarpa in Cina, l'altra in Italia  
Dall'altro canto i Cinesi ci tengono a mantenere gran parte della cultura tradizionale, e probabilmente avremo un processo piuttosto simile al Giappone e alla Corea del Sud, dove scampoli di simboli, icone, libri e festività ci faranno rimembrare le nostre origini  

Siamo nel treno del progresso, ci siamo già dentro... il problema che forse allarma Shuren è:
Ma davvero questo è il modello giusto?
Sarebbe impossibile vivere con 6 miliardi di persone nel mondo con lo stile di vita americano, dove i consumi sono alti, i livelli di rifiuti per persona sono esagerati, e l'inquinamento ambientale alle stelle. No, se i Paesi in via di sviluppo continuano questa strada, la Terra sarà veramente al collasso...
L'America e l'Europa hanno sbagliato a tenere il resto del Mondo al loro potere economico, e questo non è altro che un piccolo segnale di pericolo, l'occidentalizzazione della Cina e di altri Paesi asiatici, africani e sudamericani.
Direi che i costumi americani che ora noi pratichiamo siano solo una piccola goccia in un mare di problemi...

Take Relax, Take it Easy  


In fondo era questo il tema principale andando al succo del discorso, dove si andrà a finire? Pedofilia e eroina dilagante anche in Cina e tra i cinesi come in Tailandia? Possibile, possibile che la Cina diventi un enorme Tailandia asservita ai vizi e servizi della mafia occidentale, con rande di merdee che vanno a prendere la ''merce'' nei villaggi, desolazione e tristezza. Mi ricordo anni fa che da ragazzetto andavo allo ''stargame'' di piazza Vittorio (la ''chinatown'' romana) e che ad un amico italiano piaceva una cinese e lui imbarazzato non sapeva come mostrarsi. Ci andai io a dire a lei del suo interesse, la sua risposta? ''no no io italiani solo amici, ragazzo solo cinese'' CINESE per l'appunto ed io che ero incazzato perchè pensavo la sua risposta errata, ma quanto aveva ragione per alcuni versi. Ora chiedi ad una stessa ragazza cinese della sua età la stessa domanda e lei: ''bocchino 10 euro'' è forse questa la ''democrazia'' occidentale? E' forse giusto che oggi i cinesi ''segano'' a scuola e si fuma canne tutto il giorno davanti ad un posto di svago? Forse si per alcuni ma che almeno fosse una scelta non imposta da una Aculturizzazione di un popolo che le parole cultura e identità non sanno neanche cosa siano, ciao.
 

Questo ti dimostra solo che quelle ragazzine moderne sono piu integrate di quelle di 10, 15 anni fa hanno i stessi ideali e valori di tutti gli altri.

Cmq pompino a 10Ç dove? :-D  :-D


pompini a 10 euro li chiami valori e ideali? Il principio del pompino  in vendita? Ma per favore.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »

shuren

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 61
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #14 il: 24 Giugno, 2007, 18:51:18 pm »
Citazione da: "wen"
Stai dicendo che quella ragazza Cinese non vuole avere un ragazzo italiano?


Da quello che si dice in alcuni frangenti ne ha tanti, ma le ultime voci smentiscono il fatto che se fosse vero andrebbe riferito in maniera immediata ai gentiori.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da shuren »