nave italiana in acque somale: chi sono i veri pirati? - Attualità - Associna Forum

Autore Topic: nave italiana in acque somale: chi sono i veri pirati?  (Letto 940 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

zsw

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 562
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 20 Aprile, 2009, 01:54:24 am »
8O non ci credoooo... 8O
forse è un pesce d'aprile in ritardo :lol:
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da zsw »

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 26 Maggio, 2009, 05:53:48 am »
mi sa che era una bufala di un governatore autoproclamatosi tale, uno dei tanti signori della guerra somali
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-m ... gio-26891/

intanto la stuazione " pirati" si evolve:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 39034.html

http://www.apcom.net/newscronaca/200905 ... 62922.html

http://www.asca.it/news-PIRATI__FREGATA ... -ORA-.html
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #3 il: 26 Maggio, 2009, 08:54:20 am »
onvito pacatamente, prima di fare ipotesi gantasiose e prive di gondamento, a leggersi almeno (per capire l'intreccio fra pseudo-autorità delle énclaves somale, aggaristi internazionali, "pirati", trafficanti d'armi, potenze straniere, traffici di rigiuti tossici denunciatio da Ilaria Alpi, ecc.):

http://temi.repubblica.it/limes/somalia ... tessi/4348

http://temi.repubblica.it/limes/somalia ... gusti/3586

http://www.scribd.com/doc/14074450/Lime ... la-Somalia

http://limes.espresso.repubblica.it/200 ... htmlòp=629

http://www.sinistraeuropea.it/index.php ... lo&id=1168
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Xaratos

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.869
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #4 il: 26 Maggio, 2009, 23:17:58 pm »
Citazione da: "vascoexinhong"
mi sa che era una bufala di un governatore autoproclamatosi tale, uno dei tanti signori della guerra somali
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-m ... gio-26891/

intanto la stuazione " pirati" si evolve:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 39034.html

http://www.apcom.net/newscronaca/200905 ... 62922.html

http://www.asca.it/news-PIRATI__FREGATA ... -ORA-.html



Scusa la domanda, Puntland è una regione SOMALA NORD ORIENTALE
come spiega il link: http://it.wikipedia.org/wiki/Puntland

In diversi articoli si afferma che LE AUTORITA' LOCALI di Puntland RIFIUTANO le trattative come detto dal tuo link:

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-m ... gio-26891/

A parte il fatto che definire "pirati" dei "poliziotti locali" mi sembra quantomeno fuori luogo, in quanto, per poter attraversare delle ACQUE TERRITORIALI è quanto meno, necessario avere il benestare delle "autorità locali" visto che sei in casa loro (almeno, presumo che funzioni cosi), inoltre sempre il tuo link, afferma che le autorità di Puntland rifiutano di fare ogni tipo di trattativa, ma attraverso una ricerca su google news, salta fuori quest'altra notizia:

http://www.cnrmedia.com/cronaca/newsid/ ... zione.aspx

Qui mi sorge una domanda, LA VERITA' DOVE STA? In genere, vien da dire, "nel mezzo", ma qui, NON ESISTE un "MEZZO", o le trattative sono bloccate dall'usa o sono le autorità di putland che non vogliono trattative.. Inoltre, come ti ho gia detto, definire "pirati" delle AUTORITA' LOCALI, direi che è quantomeno assurdo e un pò da "arroganti". Ovviamente, non è riferito a te, ma a chi scrive questi articoli.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Xaratos »
"Ho pieta di coloro; che l´amore di se ha legato alla patria. La patria non è altro che un campo di tende, in un deserto di sassi!" - Antico Canto Tibetano.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #5 il: 27 Maggio, 2009, 04:13:16 am »
Citazione da: "Xaratos"
Citazione da: "vascoexinhong"
mi sa che era una bufala di un governatore autoproclamatosi tale, uno dei tanti signori della guerra somali
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-m ... gio-26891/

intanto la stuazione " pirati" si evolve:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 39034.html

http://www.apcom.net/newscronaca/200905 ... 62922.html

http://www.asca.it/news-PIRATI__FREGATA ... -ORA-.html


Scusa la domanda, Puntland è una regione SOMALA NORD ORIENTALE
come spiega il link: http://it.wikipedia.org/wiki/Puntland

In diversi articoli si afferma che LE AUTORITA' LOCALI di Puntland RIFIUTANO le trattative come detto dal tuo link:

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-m ... gio-26891/

A parte il fatto che definire "pirati" dei "poliziotti locali" mi sembra quantomeno fuori luogo, in quanto, per poter attraversare delle ACQUE TERRITORIALI è quanto meno, necessario avere il benestare delle "autorità locali" visto che sei in casa loro (almeno, presumo che funzioni cosi), inoltre sempre il tuo link, afferma che le autorità di Puntland rifiutano di fare ogni tipo di trattativa, ma attraverso una ricerca su google news, salta fuori quest'altra notizia:

http://www.cnrmedia.com/cronaca/newsid/ ... zione.aspx

Qui mi sorge una domanda, LA VERITA' DOVE STA? In genere, vien da dire, "nel mezzo", ma qui, NON ESISTE un "MEZZO", o le trattative sono bloccate dall'usa o sono le autorità di putland che non vogliono trattative.. Inoltre, come ti ho gia detto, definire "pirati" delle AUTORITA' LOCALI, direi che è quantomeno assurdo e un pò da "arroganti". Ovviamente, non è riferito a te, ma a chi scrive questi articoli.


si come si legge dal sito che hai postato è una zona della somalia: "Il Puntland (somalo Puntlaand, arabo أرض البنط‎ ) è una regione della Somalia nord-orientale, nelle zona del Nugaal e del corno d'Africa. Nel 1998, i leader del Puntland ne hanno dichiarato l'autonomia dalla Somalia. L'appartenenza o meno del Puntland alla Somalia è tuttora oggetto di controversie."
e finisce con: "Si hanno forti sospetti che il governo del Puntland abbia legami con la pirateria."


aggiungo lo stesso giorno con orario 08:06

nemmeno l'UNICEF è convinta che vi regni legalità e stabilità, viene definito: "uno degli Stati politicamente più instabili al mondo" e finisce con: "La Somalia, non avendo un governo riconosciuto da tutte le fazioni in lotta..."
http://www.unicef.it/flex/cm/pages/Serv ... Pagina/428

oppure si pu? approfondire con:

http://it.wikipedia.org/wiki/Somalia

e spesso vengono rapiti anche operatori umanitari (non vengono arrestati ma rapiti) http://www.unimondo.org/Guide/Politica/ ... in-Somalia

purtroppo questa è la situazione somala anarchia e legge del più forte, per soddisfare interessi personali dei piccoli potenti del luogo
« Ultima modifica: 27 Maggio, 2009, 09:06:52 am da vascoexinhong »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 27 Maggio, 2009, 07:22:00 am »
ribadisco pacatamente che invece di far lavorare la propria fantasia é poù utile riferirsi agli studi ed alle analisi di chi, come gli autori dei sagi su LIMES, di politica internazionale se ne intende e riposto i links essenziali:


http://temi.repubblica.it/limes/somalia ... tessi/4348

http://temi.repubblica.it/limes/somalia ... gusti/3586

http://www.scribd.com/doc/14074450/Lime ... la-Somalia

http://limes.espresso.repubblica.it/200 ... htmlòp=629

http://www.sinistraeuropea.it/index.php ... lo&id=1168
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Xaratos

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.869
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #7 il: 28 Maggio, 2009, 00:34:25 am »
Citazione da: "vascoexinhong"

si come si legge dal sito che hai postato è una zona della somalia: "Il Puntland (somalo Puntlaand, arabo أرض البنط‎ ) è una regione della Somalia nord-orientale, nelle zona del Nugaal e del corno d'Africa. Nel 1998, i leader del Puntland ne hanno dichiarato l'autonomia dalla Somalia. L'appartenenza o meno del Puntland alla Somalia è tuttora oggetto di controversie."
e finisce con: "Si hanno forti sospetti che il governo del Puntland abbia legami con la pirateria."


aggiungo lo stesso giorno con orario 08:06

nemmeno l'UNICEF è convinta che vi regni legalità e stabilità, viene definito: "uno degli Stati politicamente più instabili al mondo" e finisce con: "La Somalia, non avendo un governo riconosciuto da tutte le fazioni in lotta..."
http://www.unicef.it/flex/cm/pages/Serv ... Pagina/428

oppure si pu? approfondire con:

http://it.wikipedia.org/wiki/Somalia

e spesso vengono rapiti anche operatori umanitari (non vengono arrestati ma rapiti) http://www.unimondo.org/Guide/Politica/ ... in-Somalia

purtroppo questa è la situazione somala anarchia e legge del più forte, per soddisfare interessi personali dei piccoli potenti del luogo


Perfettamente d'accordo che quel paese somalo sia in una situazione alquanto "critica" e che lo stato di per se, sia in preda al caos, ma come detto anche nel sito dell'unicef, dal 1995 l'occidente NON SI OCCUPA PI? di quella zona, quindi, la nostra protezione civile, croce rossa, e chi altri, NON SI RECA PIU' LI o almeno, se lo fanno, non vengono riferite notizie al riguardo. Detto questo, non mi pare che la nave in questione portasse "aiuti umanitari". Tu, cosa faresti a qualcuno che scarica rifiuti in casa tua?
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Xaratos »
"Ho pieta di coloro; che l´amore di se ha legato alla patria. La patria non è altro che un campo di tende, in un deserto di sassi!" - Antico Canto Tibetano.

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #8 il: 28 Maggio, 2009, 08:20:34 am »
Citazione da: "Xaratos"
Citazione da: "vascoexinhong"

si come si legge dal sito che hai postato è una zona della somalia: "Il Puntland (somalo Puntlaand, arabo أرض البنط‎ ) è una regione della Somalia nord-orientale, nelle zona del Nugaal e del corno d'Africa. Nel 1998, i leader del Puntland ne hanno dichiarato l'autonomia dalla Somalia. L'appartenenza o meno del Puntland alla Somalia è tuttora oggetto di controversie."
e finisce con: "Si hanno forti sospetti che il governo del Puntland abbia legami con la pirateria."


aggiungo lo stesso giorno con orario 08:06

nemmeno l'UNICEF è convinta che vi regni legalità e stabilità, viene definito: "uno degli Stati politicamente più instabili al mondo" e finisce con: "La Somalia, non avendo un governo riconosciuto da tutte le fazioni in lotta..."
http://www.unicef.it/flex/cm/pages/Serv ... Pagina/428

oppure si pu? approfondire con:

http://it.wikipedia.org/wiki/Somalia

e spesso vengono rapiti anche operatori umanitari (non vengono arrestati ma rapiti) http://www.unimondo.org/Guide/Politica/ ... in-Somalia

purtroppo questa è la situazione somala anarchia e legge del più forte, per soddisfare interessi personali dei piccoli potenti del luogo

Perfettamente d'accordo che quel paese somalo sia in una situazione alquanto "critica" e che lo stato di per se, sia in preda al caos, ma come detto anche nel sito dell'unicef, dal 1995 l'occidente NON SI OCCUPA PI? di quella zona, quindi, la nostra protezione civile, croce rossa, e chi altri, NON SI RECA PIU' LI o almeno, se lo fanno, non vengono riferite notizie al riguardo. Detto questo, non mi pare che la nave in questione portasse "aiuti umanitari". Tu, cosa faresti a qualcuno che scarica rifiuti in casa tua?


i recenti rapimenti confermano che qualche buon samaritano occidentale prova a portare quanche aiuto in una somalia allo sfascio.
la nave in questione è un rimorchiatore, non una nave da trasporto, è partita da singapore, non dall'italia. quindi un rimorchiatore se per iotesi vuole trasportare rifiuti tossici ne porta una quantità minima, e partendo da singapore vuol dire che i rifiuti erano di singapore e quindi non solo l'occidente ma anche a oriente usano la somalia come discarica.

cosa farei io se venissero a casa mia a portare rifiuti?
se vengono a casa mia vuol dire che gli ho aperto la porta di casa (altrimanti stanno fuori e non scaricano nulla) e che quindi sono daccordo, probabilmente perchè poi mi pagano per rovesciare i rifiuti (il caso campania e gomorra insegnano) quindi c'è collusione fra inquinatore e inquinato. cosa diversa magari per mia moglie e le mie figlie che magari non sono daccordo a fare riversare rifiuti estranei in casa, quindi immagino che anche le polpolazioni locali non siano contenti dei riversamenti (come non lo sono la maggior parte dei campani)  quindi se un vertice si lamenta oggi e non ieri e ieri l'altro probabilmente perchè non è stato pagato abbastanza e rilancia... :wink:
non credo alle conversioni "sulla via di damasco", soprattutto come nel caso in questione
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #9 il: 28 Maggio, 2009, 09:01:47 am »
ripeto per la terza volta che se invece di fare fantasiose ipotesi si leggessero fli articoli di LINES si capirebbe di più sulle connessioni Occidente-signori della guerra somali-"pirati"

dopo di che ognuno é libero di fare sceneggiature per fumetti....
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #10 il: 28 Maggio, 2009, 09:26:37 am »
....

La pirateria in Somalia è una industria, forse l’unica nel Paese, che muove montagne di denaro, secondo alcune stime 120 milioni di dollari sarebbe l’ammontare dei riscatti pagati lo scorso anno per la liberazione di navi e ostaggi. E, invece, in questi giorni, solo per il rilascio dei marittimi, tra cui 10 italiani, sequestrati sul rimorchiatore Buccaneer della società di Micoperi di Ravenna, la richiesta sarebbe di trenta milioni di dollari.

Per comprendere il fenomeno della pirateria sono i dollari la chiave di volta. Il denaro in un Paese disastrato da venti anni di guerra intestina è più forte di qualunque ideologia, i pirati non sono fondamentalisti dell’Islam, non perseguono ideali particolari, ma appaiono piuttosto terminali di filiere del crimine che partono dalla Somalia e si ramificano e trovano mercato in piazze importanti come Nairobi e Dubai.

Per le milizie e i gruppi armati impegnati a contendersi il territorio somalo reperire risorse economiche rimane vitale per comprare kalashnikov e bazooka, patteggiare gli aiuti alimentari e sostenere il proprio clan (n.d.r. il sistema sul quale si basa la società somala). Non sono pirati per tradizione û come in alcune zone del Borneo o dell’Indonesia û non hanno alcuna vocazione marittima, il sequestro di navi è un mestiere alla stregua del commercio di armi, la discarica di rifiuti tossici, la tratta di clandestini, i rapimenti a terra di operatori umanitari e giornalisti, attività lucrose mediante le quali i locali signori della guerra riescono a prosperare e mantenere lo status quo.
.........

E poi c’è il business più redditizio, quello degli aiuti internazionali, i finanziamenti con i quali l’Occidente cerca di tamponare l’aggravarsi della crisi, un modo per evitare di risolvere alla radice il problema. In Somalia lo sanno bene, e la recrudescenza della pirateria, il clamore internazionale che essa suscita in tutto il mondo, serve anche a far arrivare nuovi aiuti che valgono ben di più delle azioni piratesche.


Il governo autoproclamato del Puntland, o meglio le sue strutture amministrative e di polizia che in passato hanno svolto sempre trattative con le bande di pirati - secondo fonti accreditate intascando parte degli illeciti proventi - oggi, invece, è contrario a qualunque accordo e spinge verso una soluzione militare. Un modo di apparire credibile agli occhi della Comunità internazionale e sedersi al banchetto degli aiuti.

Ad un lifting dell’immagine compromessa ci aveva già provato anche il vecchio presidente del Puntland Ade Muse Boqor che alla vigilia delle elezioni del gennaio 2009 aveva dovuto sostituire in tutta fretta il capo della polizia per sospetta connivenza con i pirati e anche il ½sindaco? (leggi capoclan di Eyl) il quale aveva candidamente ammesso a radio Garowe, una delle più seguite nella regione, che 400 poliziotti si erano aggregati alle fila dei pirati.

Il nuovo presidente del Puntland Abdirahaman Mohamed Farole ha costruito tutta la sua campagna elettorale sulla lotta alla pirateria, ed una delle sue prime azioni è stata quella di sostituire nuovamente il capo della polizia, il Generale Gani Mohamed Abdi, accusandolo di corruzione, nominando al suo posto il Colonnello Osman Hassan ½Afdalow?, ex responsabile della regione del Bari, dove Bosaso funge da capoluogo.

....

ecc. ecc. ecc.

http://temi.repubblica.it/limes/somalia ... i/4348?h=0
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #11 il: 20 Agosto, 2009, 01:21:30 am »
http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/10148/s ... -nave.html

adesso ci si mettono pure i russi, estni e lettoni
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »