Roma: Seminario "Museo e Diaspora" - page 3 - AssoIniziative - Associna Forum

Autore Topic: Roma: Seminario "Museo e Diaspora"  (Letto 7379 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Alex80

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 587
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #30 il: 02 Novembre, 2008, 00:42:28 am »
Citazione da: "marcowong"
Alex mi sono espresso in modo semplicistico, comunque per maggiori dettagli ti riporto alcuni link sull'argomento:

greenpeace, ovviamente un po' militante
http://www.greenpeace.it/ogm/new/brevettivita.php

un sito dell'unione europea, un po' tecnico:
http://europa.eu/scadplus/leg/it/lvb/l26026.htm

un articolo un po' più focalizzato sui transgenici:
http://www.nemesi.net/transg.htm

e come esempi concreti di animali "brevettati":
http://www.corriere.it/cronache/07_otto ... tico.shtml


Grazie dei link, approfondirò più che volentieri l'argomento, su cui ho soltanto vaghissimi ricordi scolastici...In effetti ora capisco cosa intendevi dire. Non mi ero resa conto che stavo scherzando su un qualcosa - il fatto che l'uomo possa rivendicare la creazione di una qualche specie esistente in natura - che paradossalmente, sta già avvenendo...Inquietante e triste.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Alex80 »

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #31 il: 02 Novembre, 2008, 17:31:44 pm »
Citazione da: "cavallo"
provo per l'ultima volta a credere che sia possibile un dialogo...
'uper "l'altro che c'é in noi" si intendono tutti gli elementi culturali e della quotidianeità che ciascuno é stato portato a introiettare come "parte della PROPRIA identità" (quell'identità spesso sbandierata e "difesa" strumentalmente contro le "alterità" umane e culturali dei migranti, degli sranieri, ecc.) e che invece rappresentano proprio esempi di intreccio, di debito verso alre culture, in particolare (guarda caso) extraeuropee che sono tutt'altro che arretrate rispetto a quella cosiddetta occidentale (semmai storicamente é stato vero il contrario per millenni, fino a che la prevalenza militare ha permesso le rapine ocidentali).

Se si riesce a far capire questo, si fa in termini di interculturalità, antirazzismo, educazione al non-suprematismo, argine alla xenofobia, sviluppo culturale e perfino socioeconomico assai di più che coi finti dialoghi, con le finte tolleranze, con gli esotismi mercificati ed é per questo che istituzioni, media, sistema formativo in Occidente (con rare eccezioni: Spagna, Svezia, ecc.) e soprattutto in Italia RARISSIMAMENTE lo fanno, dato che sono modellate su un ruolo opposto, di affermazione fittizia di identità.

Alcuni esempi fra i mille possibili:

* il rosario (nasce nell'Islam e non nel Cristianesimo);
* il té (Cina);
* gli scacchi (India, poi Iran, poi Medio Oriente Musulmano poi Europa);
* le percussioni (Africa e solo poi Europa);
* le campane (Cina);
* le patate, il cacao, il pomodoro, il mais (America; altro che "dieta mediterranea"!!!)
* i numeri (India e poi Arabi);
* la porcellana (Cina);
* lo strudel (dolce di origine turca);
* il pensiero di S. Teresa d'Avila (da modelli ebraici ed islamici);
* le pesche (Iran);
* il Cristianesimo (Medio Oriente);
* il risotto alla milanese (piatto turco);
* le ceramiche invetriate (Iran);
* il pensiero di S.Francesco (da modelli sufici islamici)L
* gli strumenti a corda (Iraq e poi Andalusia islamica);
* il gelato (Mondo Musulmano);
* il supplì/l'arancina/o (cucina ebraica);
* l'intarsio (Mondo Musulmano);
* la carta (Cina);
* il panforte (dolce nediorientale);
* la Divina Commedia, il Decameron, i racconti di Canterbury (da mofrlli islamici);
* la polvere da sparo (Cina);
* la cassata (cultura siculo-araba);
* la poesia "cortese" (Iraq e poi Andalusia islamica);
* la seta (Cina);
* le vetrate multicolori (Mondo Islamico);
* la cucina "romana" (cucina ebraica);
* il gilet (turco);
* centinaia di parole (da dogana ad alcol, da divano a giacca, da elisir a sciroppo: arabe) anche in Spagnolo, Francese, Inglese e perfino Tedesco, Ladino e Svedese:
* il riso (Cina)
* le nacchere (islamo-andaluse);
* i fuochi artificiali (Cina);
* il tabacco (America);
* l'asino (Medio Oriente);
* gli angeli (Iran);
* l'arco ogivale (architettura islamica)
* l'agricoltura e l'adomesticamento degli animali (Medio Oiente);
* il bufalo (Cina-Indocina);
* la pasta (Arabi);
* tammurriate, tarantelle e affini (musiche di derivazione afro-islamica):
* la bussola (Cina);
* le teste rasate e gli orecchini maschili ad anello (Turchi e pirati nueulmani nel Mediterraneo);
* interi capitoli della botanica, della chimica, della medicina, della matematica, della psichiatria, della cartografia, dell'astronomia,  ecc. (Mondo Musulmano, spesso tramite da India e Cina):
* la lira e l'arpa (Africa):
* la birra (Mesopotamia);
* la cartamoneta (Cina):
ecc. ecc.

quanto saremmo più "aperti" e meno occidentocentrici se sapessimo/capissimo queste cose e quel che implicano sul piano storico (e delle menzogne storiografiche propagandate da sistema dormativo e media), culturale, umano, politico, sociale!!!!


Sei grande!!!!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)