Lauree umanistiche in Italia - page 1 - Sfoghi - Associna Forum

Autore Topic: Lauree umanistiche in Italia  (Letto 5992 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
Lauree umanistiche in Italia
« il: 01 Ottobre, 2008, 19:32:05 pm »
Ragazzi, mi permetto di postare questo mio sfogo per non cadere in totale depressione e per non rompere qualche vaso in casa!!
In pratica e molto velocemente vi spiego cosa sento dentro: sto finendo di laurearmi in specialistica materia, ormai qualcuno sa, antropologia culturale... ma voglio generalizzare e non parlare di me e del mio casus, bensì della situazione degli studenti di materie umanistiche (che è quella che conosco, non so se vada meglio per materie economico-scientifiche, me lo auguro!).
Dai il Cv in giro, è una presa per i fondelli continua, alcuni voglioni più esperienze (devo ancora capire di che genere... qui gatta ci cova), altri palesemente ridacchiano dicendo : "ma allora lei deve continuare a fare ricerca all'università..", altri ancora pensano di poter scegliere per me (tipologia di emeriti imbecilli) e mi dicono che dovrei intanto fare stage e stage e stage e la gavetta non dovrebbe mai finire prima dei 40 anni.
Il dottorato in Italia in certe materie sta diventando quasi una seconda laurea, ma avendo rinunciato a Londra (per miei motivi) non credo proprio farò la fame sui libri per altri 3 anni qui per non avere comunque sbocchi, almeno per un annetto, poi chissà... ma è un mio problema.
Altre cose che sento dire in giro e che mi fanno girare letteralmente le rotelle è che da quando c'è stata la riforma gli esami sono più facili...
MA COSA DICONO??? Saranno suddivisi in crediti, ma allora li ho trovati io i professori che ti fanno studiare 3 mesi la materia, richiedono frequenza obbligatoria e oltre a relazioni e tesine fanno gli orali. Bah e mah...
Oltretutto proprio per ovviare al fatto che qualcuno mi dicesse che avevo solo la triennale ho continuato come una parassita della società a studiare altri 2 anni. 3+2... mi sembra uno slogan da supermercato.
Guardate a questo punto non me ne frega nulla di trovare un lavoro soddisfacente, l'avevo ormai capito, ma mi chiedo e mi domando.. perchè attivare nuovi corsi, scrivere su tali corsi presentazioni su presentazioni se poi a parte la cultura che ti puoi fare (e anche in questo caso ho i miei dubbi..) la rete economico-sociale italiana non è in grado di trovarti un ruolo nella società??
Io so quello che devo fare, so come muovermi, so che non rimarrò disoccupata (almeno me lo auguro) però è disgustoso come ore e ore chinata sui libri con passione e speranza per il FUTURO, i tirocini etc.. siano solo serviti per farmi trascorrere altri 5 anni della mia vita come una "studentessa"... Caparezza (lo conoscete?) direbbe... NON SONO DISOCCUPATO..DICIAMO CHE STO STUDIANDO.... etc...etc..
Bene. Questo sfogo mi è servito. Attenzione al corso di laurea che scegliete, la passione non basta, l'amore per la cultura a volte pu? essere un'arma a doppio taglio.
Meglio un uovo oggi che una gallina domani. (questa non so perchè l'ho scritta!! Avrà un senso o forse è come essere laureati)
Ciao!
Cinzia
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

ShaoYan

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • *
  • Post: 1.694
    • Mostra profilo
    • http://qiyan09.wordpress.com/
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 01 Ottobre, 2008, 23:58:40 pm »
Cara come ti capisco, siamo in tanti in questa situazione! :cry:

Per questo dopo mille lavori precari io ho deciso di tornare in patria almeno lì uno straccio di lavoretto lo trovi e almeno ti da un poco di soddisfazione guardandoti anche solo in giro perchè almeno vedi gente che ci mette l'anima nel lavoro vedendo una società che continua la sua marcia speranzosa di un futuro migliore.

Bisogna partire dal basso per arrivare in alto, allora facciamo le cose dal basso, ma almeno facciamolo in un posto stimolante dove tutto è in salita!!!

Che i cervelli fuggano da questo Paese che non lascia scampo ai giovani, ma solo desolazione e precarietà!!!:wink:
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da ShaoYan »

Xaratos

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.869
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 02 Ottobre, 2008, 00:03:40 am »
Per il semplice motivo, che se gli studenti smettessero di scegliere facoltà umanistiche, l'Italia avrebbe MOLTI meno laureati dato che non tutti sono portato per le materie scientifiche (ed io sono uno di quelli) e ci sarebbero molti posti di lavoro in meno (docenti, bidelli e compagnia bella), quindi, l'Italia (sia a livello universitario che lavorativo) deve darti l'illusione che il titolo di studio TI SERVA nel mondo del lavoro, il che, non sempre è vero. Ad esempio, l'indirizzo che ho io, penso serva quasi quanto il tuo (se non meno), visto che sono "Media e Giornalismo", considerando che molte testate stanno chiudendo per i tagli ai giornali (mi chiedo se anche panorama e altre testate favorevoli all'esimio Cavaliere subiscano gli stessi problemi) e di giornalisti, ne abbiamo anche fin troppi (molti dei queli, per sbarcare il lunario, svendono la loro dignità, basti pensare ad Emilio Fede, poi magari, per lui leccare il deretano a Berlusconi è sinonimo di dignità). Tornando a noi, con lauree umanistiche, o ti metti "in proprio" quindi fai saggi, studi, ecc.. e trovi qualuno che te li pubblichi (come sta facendo Cavallo) o... l'è maiala (come si dice a Firenze), figurati che io mi prenderei il tesserino da pubblicista solo per usufruire degli sconti ai cinema/musei (che gia sto utilizzando in qualità di studente) e per "spaventare" gli esercizi pubblici che non mi servono a dovere (cosa che come studente, non potrei fare).
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Xaratos »
"Ho pieta di coloro; che l´amore di se ha legato alla patria. La patria non è altro che un campo di tende, in un deserto di sassi!" - Antico Canto Tibetano.

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
Che bel post... Ho trovato un bel link utile
« Risposta #3 il: 30 Novembre, 2009, 12:03:43 pm »
Mi auto rispondo anche a distanza di mesi per presentare a tutti quest'attualissimo link all'interno del quale un padre di famiglia aveva già capito tutto---- cioè adesso.

http://www.repubblica.it/2009/11/sezion ... mentatutti

si vede?
 

Che tristezza, d'altronde.. è inutile lamentarsi.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

Stellina

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 337
    • Mostra profilo
Re: Lauree umanistiche in Italia
« Risposta #4 il: 16 Dicembre, 2009, 00:11:04 am »
Citazione da: "kinzika"
Ragazzi, mi permetto di postare questo mio sfogo per non cadere in totale depressione e per non rompere qualche vaso in casa!!
In pratica e molto velocemente vi spiego cosa sento dentro: sto finendo di laurearmi in specialistica materia, ormai qualcuno sa, antropologia culturale... ma voglio generalizzare e non parlare di me e del mio casus, bensì della situazione degli studenti di materie umanistiche (che è quella che conosco, non so se vada meglio per materie economico-scientifiche, me lo auguro!).
Dai il Cv in giro, è una presa per i fondelli continua, alcuni voglioni più esperienze (devo ancora capire di che genere... qui gatta ci cova), altri palesemente ridacchiano dicendo : "ma allora lei deve continuare a fare ricerca all'università..", altri ancora pensano di poter scegliere per me (tipologia di emeriti imbecilli) e mi dicono che dovrei intanto fare stage e stage e stage e la gavetta non dovrebbe mai finire prima dei 40 anni.
Il dottorato in Italia in certe materie sta diventando quasi una seconda laurea, ma avendo rinunciato a Londra (per miei motivi) non credo proprio farò la fame sui libri per altri 3 anni qui per non avere comunque sbocchi, almeno per un annetto, poi chissà... ma è un mio problema.
Altre cose che sento dire in giro e che mi fanno girare letteralmente le rotelle è che da quando c'è stata la riforma gli esami sono più facili...
MA COSA DICONO??? Saranno suddivisi in crediti, ma allora li ho trovati io i professori che ti fanno studiare 3 mesi la materia, richiedono frequenza obbligatoria e oltre a relazioni e tesine fanno gli orali. Bah e mah...
Oltretutto proprio per ovviare al fatto che qualcuno mi dicesse che avevo solo la triennale ho continuato come una parassita della società a studiare altri 2 anni. 3+2... mi sembra uno slogan da supermercato.
Guardate a questo punto non me ne frega nulla di trovare un lavoro soddisfacente, l'avevo ormai capito, ma mi chiedo e mi domando.. perchè attivare nuovi corsi, scrivere su tali corsi presentazioni su presentazioni se poi a parte la cultura che ti puoi fare (e anche in questo caso ho i miei dubbi..) la rete economico-sociale italiana non è in grado di trovarti un ruolo nella società??
Io so quello che devo fare, so come muovermi, so che non rimarrò disoccupata (almeno me lo auguro) però è disgustoso come ore e ore chinata sui libri con passione e speranza per il FUTURO, i tirocini etc.. siano solo serviti per farmi trascorrere altri 5 anni della mia vita come una "studentessa"... Caparezza (lo conoscete?) direbbe... NON SONO DISOCCUPATO..DICIAMO CHE STO STUDIANDO.... etc...etc..
Bene. Questo sfogo mi è servito. Attenzione al corso di laurea che scegliete, la passione non basta, l'amore per la cultura a volte pu? essere un'arma a doppio taglio.
Meglio un uovo oggi che una gallina domani. (questa non so perchè l'ho scritta!! Avrà un senso o forse è come essere laureati)
Ciao!
Cinzia
E' tutto una fregatura: anch'io sn laureata in umanistiche....è una desolazione :(
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Stellina »

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
desolazione
« Risposta #5 il: 16 Dicembre, 2009, 18:33:58 pm »
Stellina, è proprio vero, mal comune mezzo gaudio.  :roll:
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

cilex

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 4.468
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 19 Dicembre, 2009, 09:08:40 am »
forzaaaaaaaaaaaaa :wink:
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cilex »
Non lasciatevi scoraggiare da coloro che delusi dalla vita, sono diventati sordi ai desideri più profondi ed autentici del loro Cuore!!!

Giovanni Paolo II 16.X.1978 - 2.IV.2005

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
:-D
« Risposta #7 il: 22 Dicembre, 2009, 20:07:36 pm »
Citazione da: "cilex"
forzaaaaaaaaaaaaa :wink:


Grazie Cilex! Un po' di forza ci vuole sì, poi anche un po' di coraggio... se la società non funziona bene forse aveva ragione Shao.... comunque Che la forza sia con me  :lol:  Grazie mille!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

Stellina

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 337
    • Mostra profilo
Re: :-D
« Risposta #8 il: 28 Dicembre, 2009, 21:13:00 pm »
Citazione da: "kinzika"
Citazione da: "cilex"
forzaaaaaaaaaaaaa :wink:

Grazie Cilex! Un po' di forza ci vuole sì, poi anche un po' di coraggio... se la società non funziona bene forse aveva ragione Shao.... comunque Che la forza sia con me  :lol:  Grazie mille!


Siiiiiiiii  :-) anche con me !!!!!!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Stellina »

onenemon

  • Socio di Associna
  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • *
  • Post: 467
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #9 il: 31 Dicembre, 2009, 15:33:58 pm »
bhe se un lavoro è difficile da trovare forse faremmo meglio a ritornare sui pasi dei genitori immigrati .... tutto da capo.... sperando di avere almeno successo quanto loro....

che Dio ci aiuti
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da onenemon »
Impari dal passato (esperienze), progetti per il futuro (speranze), vivi il presente (gioie della vita)

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
non credo
« Risposta #10 il: 31 Dicembre, 2009, 16:51:47 pm »
no io penso che magari sarebbe stato meglio fare qualche laurea economica o scientifica, ma perché andare via?  Se proprio proprio non si trova niente niente, dopo un po' tocca, ma non saprei, detta chiaramente: le lauree umanistiche forse è meglio se le fanno i figli di Paris Hilton.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
Re: non credo
« Risposta #11 il: 31 Dicembre, 2009, 16:55:15 pm »
Citazione da: "kinzika"
no io penso che magari sarebbe stato meglio fare qualche laurea economica o scientifica, ma perché andare via?  Se proprio proprio non si trova niente niente, dopo un po' tocca, ma non saprei, detta chiaramente: le lauree umanistiche forse è meglio se le fanno i figli di Paris Hilton.


Oppure dopo la pensione uno dice: cosa faccio adesso? Mi laureo in lettere o in filosofia o in antropologia, tanto nelle aziende non sanno cos'è e le università sono piene di professori. Comunque dipende, magari di umanistico ci sono anche le lingue. Non so, forse sono agevolate le persone che vanno a tutti i seminari! Non volevo fare perdere speranze.... :-( Parlo solo di una mia esperienza, non deve essere presa male, magari a qualcuno va meglio!!!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
Re: non credo
« Risposta #12 il: 31 Dicembre, 2009, 16:57:04 pm »
Citazione da: "kinzika"
Citazione da: "kinzika"
no io penso che magari sarebbe stato meglio fare qualche laurea economica o scientifica, ma perché andare via?  Se proprio proprio non si trova niente niente, dopo un po' tocca, ma non saprei, detta chiaramente: le lauree umanistiche forse è meglio se le fanno i figli di Paris Hilton.

Oppure dopo la pensione uno dice: cosa faccio adesso? Mi laureo in lettere o in filosofia o in antropologia, tanto nelle aziende non sanno cos'è e le università sono piene di professori. Comunque dipende, magari di umanistico ci sono anche le lingue. Non so, forse sono agevolate le persone che vanno a tutti i seminari! Non volevo fare perdere speranze.... :-( Parlo solo di una mia esperienza, non deve essere presa male, magari a qualcuno va meglio!!!


Comunque bisogna sempre rimanere dell'idea che non è più casa e lavoro che bisogna girare e anche magari fare su e giù, tornare da esperienze di anni fuori, così insomma, è il mondo che cambia meglio il mondo è bello perchè Varia.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)

hairui

  • Livello: Straniero / Laowai
  • **
  • Post: 33
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #13 il: 01 Febbraio, 2010, 17:01:23 pm »
miei amici laureati in filosofia hanno enormi difficolta' perfino a trovare lavoro in un call center sottopagato, non oso pensare che lavoro possa trovare un cinese laureato in filosofia o lettere.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da hairui »

kinzika

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.425
    • Mostra profilo
Filosofeggiare
« Risposta #14 il: 01 Febbraio, 2010, 20:53:48 pm »
Citazione da: "hairui"
miei amici laureati in filosofia hanno enormi difficolta' perfino a trovare lavoro in un call center sottopagato, non oso pensare che lavoro possa trovare un cinese laureato in filosofia o lettere.


forse pu? fare qualche bella ricerca sulla letteratura comparata... boh.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da kinzika »
sono responsabile di quello che scrivo non di quello che capisci tu. Anonimo(?)