L' "invasione" cinese della via degli antiquari ro - Disinformazione e luoghi comuni - Associna Forum

Autore Topic: L' "invasione" cinese della via degli antiquari ro  (Letto 1380 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Leviatano

  • Administrator
  • Livello: Straniero / Laowai
  • *****
  • Post: 47
    • Mostra profilo
L' "invasione" cinese della via degli antiquari ro
« il: 05 Marzo, 2009, 14:33:14 pm »
Una semplice passeggiata in centro dovrebbe essere sufficiente per smentire tanta cattiva stampa. Basterà a evitare il nascere di un'altra leggenda metropolitana sui cinesi?


A furia di ripetere una bugia, questa rischia di diventare una verità. E’ questa la preoccupazione che mi è sorta qualche giorno fa quando mi hanno chiesto una opinione sulle notizie riportate da agenzie e giornali nazionali a proposito della ôinvasioneö dei commercianti cinesi nella storica via dei Coronari, nel pieno centro di Roma a due passi da Piazza Navona, nota per essere storicamente sede di negozi di antiquariato.
Facendo una ricerca su Google si vedono diversi articoli sul tema, con termini in alcuni casi preoccupanti. Si parla di ôinvasioneö cinese, ôassedioö, si evocano le mafie e si illustrano movimenti sospetti di capitali.


Riporto per esempio uno degli articoli che testualmente afferma ôE, naturalmente, al posto dei quadri carvaggeschi e delle tele di Vanvitelli sono comparsi oggetti di poco prezzo ed empori stile Chinatown. Si presentano con valigette piene di contanti e offrono prezzi anche al di sopra del mercato pur di assicurarsi un posto in via dei Coronariö.


In un altro passaggio si dice ôDopo l’assalto all’Esquilino, ora è la volta dell’assedio a via dei Coronari. Se a ci? si aggiungono gli investimenti immobiliari e nei settori della ristorazione e dell’abbigliamento che fanno convergere su Roma capitali della ændrangheta, della camorra e della mafia, si spiega l’allarme della Divisine investigativa antimafiaö.


Leggendo articoli di questo tenore, ci si aspetterebbe di trovare chissà che cosa in questa via, insegne al neon in caratteri cinesi, visi orientali dietro i banconi della maggior parte dei negozi della via, un cicaleccio in cinese  sulla strada e situazioni di questo genere.


Così, mi sono fatto una passeggiata per il centro e per questa bellissima via di Roma nella quale ho visto dei bei negozi, pieni di oggetti probabilmente fuori dalla mia portata economica, alcuni ristoranti eleganti, parrucchieri, negozi di alimentari ma, scoperta delle scoperte, nessun negozio cinese. Zero. 0. Niente. Nada.

Le uniche cose che potessero ricordare la Cina erano un negozio di antiquariato orientale, gestito da italiani, un bel vaso cinese che faceva mostra di sè nella vetrina di un antiquario, un negozio di bonsai ( i bonsai sono, a dire il vero, giapponesi, ma concediamo che uno si possa pure confondere).


Ma allora, dove sono gli ôempori stile Chinatownö? E cosa giustifica il termine ôinvasioneö, ôassedioö se non esiste un solo negozio cinese? Veramente perplesso ho fatto un altro giro dopo una mezz’oretta, giusto per essere sicuro che non ci fossero dei negozi chiusi per una pausa pranzo un po’ più lunga.


A questa seconda osservazione ho notato dei cartelli di ôaffittasiö e ôvendesiö. Ma come, si affittano e si vendono negozi? Ma l’articolo non diceva di gente che si presenta con valigie piene di soldi e a prezzi sopra il mercato pur di assicurarsi un posto? E come mai invece sono questi a cercare di cedere la propria attività?


Ho solo una risposta possibile a queste domande, e cioè che stiamo assistendo alla nascita, probabilmente strumentale, di un’ennesima leggenda metropolitana.

Marco Wong

Fonte:
http://www.associna.com/modules.phpònam ... =0&thold=0
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Leviatano »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 05 Marzo, 2009, 16:02:10 pm »
é interessante notare come questo inventarsi "presenze" ("invasioni") che non ci sono sia un elemento assolutamente da non sottovalutare perché é un  classico delle pratiche disinformative razziste (una delle tante infami menzogne su cui si basa la diffusione del razzismo...).

Infatti, sia la Arendt (in "La banalità del male"), sia Mosse (in "Le origini del razzismo in Europa") documentano che in Germania si ebbero grosse esplosioni di antisemitismo, contro la "presenza" e l'"invasione" degli Ebrei in cittadine e province, ad esempio bavaresi, dove NON E' MAI ESISTITA alcuna presenza ebraica; anche più di recente, in specifiche zone della Polonia e della Russia post-"comuniste" dove non esiste più (a causa dell'Olocausto nazista) e/o dove talora non é mai esistita (come nei dintorni di Oswiecim, ossia Auschwitz) alcuna "presenza" ebraica si sono realizzate campagne contro tale supposta "presenza/invasione" (in Polonia anche con l'appoggio di integralisti cattolici, in Russia con quello di gruppi giovanili neonazisti).
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

savesichuan

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 492
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 11 Marzo, 2009, 18:19:24 pm »
è il solito giornalista che vince i putlizer inventandosi le storie.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da savesichuan »
ama e sarai amato, odia e sarai odiato

Ener

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 294
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #3 il: 16 Febbraio, 2010, 20:10:08 pm »
Bè probabilmente l'articolo è stato commissionato da chi voleva vendere o affittare i locali, per creare attenzione e concorrenza, un pò come se alzassero la domanda virtualmente per ottenere un prezzo più alto, della serie, guarda che un cinese mi ha offerto 5 mln di euro in contanti, se vuoi il negozio devi offrire di più..  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Ener »

Ener

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 294
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #4 il: 16 Febbraio, 2010, 20:11:34 pm »
Bè probabilmente l'articolo è stato commissionato da chi voleva vendere o affittare i locali, per creare attenzione e concorrenza, un pò come se alzassero la domanda virtualmente per ottenere un prezzo più alto, della serie, guarda che un cinese mi ha offerto 5 mln di euro in contanti, se vuoi il negozio devi offrire di più..  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Ener »

dorian

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 1.252
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #5 il: 16 Febbraio, 2010, 21:12:24 pm »
beh in milan ...coloro i quali hanno avuto ricavi (o che sperano in profitti) ovvero guadagni in euro contante...hanno spesso usato tale espediente...
anche nei riguardi di chinese vs chinese

p.s.
è sempre la solita storia del profitto, del guadagno, e di chi sposa:
ò la guerre comme à la guerre

p.s.s.
non condivido !!!!!!!!!!!
la guerra tra i poveri e tra i semi-poveri e tra i poveracci ha l'alimento reale,sociologico,ideologico di coloro i quali ne sono spesso immuni (dalla guerre da codeste guerre)....
non condivido l'espediente dell'italian doc: guarda che un cinese mi ha offerto 5 mln di euro in contanti, se vuoi il negozio devi offrire di più.. !!!!!!!!!!!
non condivido gli ipocriti e i rapaci (nel senso di rapina....), gli sciacalli e gli avvoltoi (in senso metaforico , si sa )

 :-D  :-D  :-D  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da dorian »

Ener

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 294
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 18 Febbraio, 2010, 10:25:45 am »
Dorian che ci vuoi fare? Il mondo di oggi vive per il profitto, se hai soldi sei Dio se no sei spazzatura, e questo non solo in Italia ma in tutto il mondo!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Ener »