Associna sul quotidiano METRO - Rassegna stampa e partecipazioni - Associna Forum

Autore Topic: Associna sul quotidiano METRO  (Letto 4008 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

jaymilano

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 603
    • Mostra profilo
Associna sul quotidiano METRO
« il: 18 Aprile, 2007, 10:09:42 am »
Da Metro del 18-04-2007: I GIOVANI MEDIANO FRA I PADRI E IL COMUNE. Sarpi. I giovani cinesi, nati e cresciuti in città, fanno sentire la loro voce con un comunicato di AssoCina, forum di immigrati di seconda generazione. Dicono:<Non capiamo l'accanimento di multe contro di noi. Anche la comunità cinese ha le sue colpe, ma dobbiamo guardare il futuro>. I giovani chiedono <dialogo> col comune e bacchettano la <chiusura della prima generaziond> assumendo un ruolo attivo: <tocca a noi proporci come mediatori per avvicinare i nostri genitori alla società milanese>. Ma avvertono: <con la zona a traffico limitato si cancella il futuro di 500 famiglie e si azzera ogni possibilità di dialogo>. METRO
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da jaymilano »
jay il CINESE! si! CINESE!

jaymilano

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 603
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 18 Aprile, 2007, 10:17:12 am »
Anche se è di poche righe, almeno qualcosa hanno publicato!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da jaymilano »
jay il CINESE! si! CINESE!

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 18 Aprile, 2007, 12:11:36 pm »
breve ma preciso!!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »

lichunhaug

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 506
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #3 il: 18 Aprile, 2007, 12:14:38 pm »
alla fine l'esame è andato pure male.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da lichunhaug »
Ichi ni san shi 我是无敌!!!

goldendragon

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.997
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #4 il: 18 Aprile, 2007, 12:27:04 pm »
<con la zona a traffico limitato si cancella il futuro di 500 famiglie e si azzera ogni possibilità di dialogo>

se hanno detto veramente questo, non sono stati molto furbi/intelligenti: suona come ultimatum e non lascia margini di manovra all'interlocutore E a coloro che fanno tali affermazioni.

Sono i cinesi a rischiare di più da un'atteggiamento scontro totale e se non capiscono che é meglio trovare un "happy middle" che accontenti/scontenti tutti (amministrazione, italiani e cinesi) la vedo molto male per loro.

Un atteggiamento oltranzista poi non fa che dare argomentazioni inoppugnabili a quelli che affermano che "vogliono fare solo come pare a loro".
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da goldendragon »

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #5 il: 18 Aprile, 2007, 12:33:55 pm »
goldendragon dimmi, se tu fossi un imprenditore che ha un ingrosso ha Paolo Sarpi (ricordo che sono tutte attività familiari) e decidono che entro brevissimo tempo ti mettono lo ztl che non fara accede la tua clientela, che fine fai?
e se hai indovinato la fine, pur volendo, sarai ancora in tempo, tramite il dialogo, per 'trovare un "happy middle" che accontenti/scontenti tutti (amministrazione, italiani e cinesi)' a cui ti riferisci?
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »

goldendragon

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.997
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 18 Aprile, 2007, 14:05:07 pm »
Se l'avessi, allora sarei MOLTO preoccupato.

Premetto che non ho un business li', ma che nonostante cio', sono molto preoccupato ugualmente.

Rispondo direttamente alla tua domanda nelle condizioni che l'hai posta:
prima valuterei attentamente la situazione andando al di là del "io non voglio che cambi niente" e cercherei di salvare il salvabile e sfrutterei al max la debolezza del campo avversario (e ne hanno) per cercare di ottenere qualcosa in cambio, non necessariamente lo status quo che non credo sia sostenibile e trovo sia controproducente nel medio/lungo per i cinesi di via Sarpi. E non solo loro.

Se ne fai solo una questione di rapporti di forza bruta, i cinesi (SE sono vere certe cose che ho letto) molto probabilmente hanno perso.

Non sto parlando ASSOLUTAMENTE di calare le braghe, ti assicuro che é improbabile che amministrazione comunale e i italiani ottengano quello che vogliono nelle condizioni che si immaginano: il costo di certe vittorie puo' fare rimpiangere un compromesso.

Dicono "nessun dialogo" e poi ndo' vai? Quando fai delle minacce, assicurati di avere a) i mezzi b) la volontà mettere in atto la minaccia, altrimenti sei ridicolo. E questo vale sia per i cinesi ce per la Moratti.

Domani o il giorno dopo ritornano i ghisa, ci saranno altre reazioni, la Celere tornerà e la situazione sarà ancora più pericolosa e sopratutto pochi o nessuno (cinese E italiani) saprà dove si sta andando e la situazione diventerà incontrollabile.
E poi ci scapperà il morto, probabilmente cinese. E' questo che vuoi? Hai bisogno di un martire? E se il martire fosse italiano, ci hai pensato a cosa succederebbe?!?!

L'incontrollabilità, fa ancora più paura agli italiani che ai cinesi: la continuazione dello stato di tensione che perdura dalla settimana scorsa dà più fastidio alla politica italiana, milanese o nazionale, che ai cinesi.
Si muoveranno e dovranno proporre alla fine qualcosa che sia accettabile anche ai cinesi.

Capisco che ognuno sia portatore di interessi propri, legittimi o meno, ma a meno di esser sicuro di una vittoria schiacciante a costo zero, hai l'interesse ha cercare di comprendere anche gli interessi della controparte.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da goldendragon »

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #7 il: 18 Aprile, 2007, 14:26:39 pm »
Citazione da: "goldendragon"
Se l'avessi, allora sarei MOLTO preoccupato.

Premetto che non ho un business li', ma che nonostante cio', sono molto preoccupato ugualmente.

Rispondo direttamente alla tua domanda nelle condizioni che l'hai posta:
prima valuterei attentamente la situazione andando al di là del "io non voglio che cambi niente" e cercherei di salvare il salvabile e sfrutterei al max la debolezza del campo avversario (e ne hanno) per cercare di ottenere qualcosa in cambio, non necessariamente lo status quo che non credo sia sostenibile e trovo sia controproducente nel medio/lungo per i cinesi di via Sarpi. E non solo loro.

Se ne fai solo una questione di rapporti di forza bruta, i cinesi (SE sono vere certe cose che ho letto) molto probabilmente hanno perso.

Non sto parlando ASSOLUTAMENTE di calare le braghe, ti assicuro che é improbabile che amministrazione comunale e i italiani ottengano quello che vogliono nelle condizioni che si immaginano: il costo di certe vittorie puo' fare rimpiangere un compromesso.

Dicono "nessun dialogo" e poi ndo' vai? Quando fai delle minacce, assicurati di avere a) i mezzi b) la volontà mettere in atto la minaccia, altrimenti sei ridicolo. E questo vale sia per i cinesi ce per la Moratti.

Domani o il giorno dopo ritornano i ghisa, ci saranno altre reazioni, la Celere tornerà e la situazione sarà ancora più pericolosa e sopratutto pochi o nessuno (cinese E italiani) saprà dove si sta andando e la situazione diventerà incontrollabile.
E poi ci scapperà il morto, probabilmente cinese. E' questo che vuoi? Hai bisogno di un martire? E se il martire fosse italiano, ci hai pensato a cosa succederebbe?!?!

L'incontrollabilità, fa ancora più paura agli italiani che ai cinesi: la continuazione dello stato di tensione che perdura dalla settimana scorsa dà più fastidio alla politica italiana, milanese o nazionale, che ai cinesi.
Si muoveranno e dovranno proporre alla fine qualcosa che sia accettabile anche ai cinesi.

Capisco che ognuno sia portatore di interessi propri, legittimi o meno, ma a meno di esser sicuro di una vittoria schiacciante a costo zero, hai l'interesse ha cercare di comprendere anche gli interessi della controparte.


Bene, vedo che hai voluto approfondire meglio la situazione e per di più immedesimarti nei diretti interessati, per questo ti ringrazio.
Tanto per chiarirci, sia sul comunicato che su questo articolo di metro nessuno dice "io non voglio che cambi niente", e nessuno dice anche di rimanere nello status quo. Difatti, se vi è effettivamente una volonta di dialogo con le istituzioni (ci? che viene chiesto dal comunicato), presumibilmente ci si cerca di venire incontro. Per capirci, anche per fare dei compromessi, dei passi indietro o quant'altro decideranno gli imprenditori di paolo sarpi, questo è possibile finchè è ancora aperto la possibilità del dialogo. Se invece venisse introdotto un provedimento drastico che lascia le famiglie per la strada, pensi che servirà ancora il dialogo o i compromessi? Forse sarebbe troppo tardi, ed è questo il concetto di questo comunicato.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »

goldendragon

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 1.997
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #8 il: 18 Aprile, 2007, 14:39:47 pm »
temo che non ci siamo capiti: io ho commentato che non era furbo aver detto/scritto certe cose, non ho mica detto che fosse ingiusto pensarle... :twisted:

Il resto te lo scrivo via mp
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da goldendragon »