Forlì. Lavoro nero, blitz in laboratori tessili - page 2 - Attualità - Associna Forum

Autore Topic: Forlì. Lavoro nero, blitz in laboratori tessili  (Letto 5024 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cilex

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 4.468
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #15 il: 22 Giugno, 2005, 18:27:58 pm »
Citazione da: "Feichow"
Ospite ha perfettamente ragione, appena ci sono picchi di lavoro tutti sono contenti.
se per un mese di lavoro nn ce n'è cominciano a borbottare.
I dipendenti di laboratori guadagnano tutti dai 1500 euro in su, vitto e alloggio pagato
certo, non ci sono i contributi(ma a loro non interessa!), ma dimmi tu quanti possono dire di guadagnare 1500 euro netti.
Poi nei mesi che va' bene guadagnano anceh di più.
non gliene frega niente del lavoro di lungo periodo perchè tanto ci sono tanti di quei laboratori che hanno l'imbarazzo della scelta, e sembra che li dobbiamo trattare con un certo riguardo, come se ci stessero facendo un favore.

Un ultima curiosità: pochi mesi fa stavo cercando operai perchè gli altri se ne erano andati perchè boh.
Qual'è la domanda di questi: "ni ge gongjie yao nà yao nao oh?"
Tradotto dal dialetto: "nel tuo laboratorio, ci sono ragazze o no?" Ho risposto...:"ma stai cercando lavoro oppure hai sbagliato numero e cerchi una puttana!!??"
Da lì ha messo giù...pensa un po' fino a dove sono arrivati questi...
Come se dovessi cercare un lavoro in fabbrica e prima chiedo: "scusate, sono single..non è che avete donne  da voi? No? mi spiace, cercherò da 1 altra parte."

Ma questi pensano che qui in Italia sia come in Cina 30 anni fa, quando ad organizzare matrimoni erano i Dangwei, cioè l'azienda di stato? (siccome tutte le aziende erano statali, implica che tutte le aziende organizzavano agenzie matrimoniali interne...)


ma quel lavoratore era pazzo??? di solito ad un colloquio di lavoro chiedi il tuo ruolo in azienda cioè la tua mansione! invece voi dite che si lavora per trovare donne????...... ma secondo me voi siete immazziti con i vostri lavoratori; come disse il mio prof stando con i pazzi si diventa pazzi!!!!
penso che la quota mensile non conta; bisogna che valuti la quota oraria: se un tuo lavoratore lavora 15ore(spero che non lavorino più di 15ore) al giorno per trenta giorni al mese, prende 3,3333Ç all'ora..... dimmi tu se è tanto o poco!!!! su una cosa ti dò ragione, con vitto e alloggio sicuramente  gli costerebbe di più!!! ma siccome li ospiti con vitto e alloggio oltre che dargli una paga adeguata; secondo te potrebbe anche lamentarsi??? (invece di essertene grato loro si lamentano e magari ti trattano anche male, come dice l'ospite!!!) Sicuramente quello che gli fornite non "crea valore" (termine usato in cultura d'impresa, per gente che se ne intende)
almeno per i loro occhi (o forse non sufficiente, anche se dal mio punto di vista è già troppo, vitto e alloggio significa che devo avere tra i piedi i lavoratori tutti i giorni e tutte le notti!!! (ma siamo fuori e la pausa relax??? e le cene di lavoro???)
secondo me, non fornite il vostro servizio in modo consono!!!!!
mi ricordo che a Zero Branco(TV), un italiano (imprenditore) che aveva un operaio straniero che ha fatto ricongiungimento familiare; gli ha costruito nell'edificio superiore agli uffici dello stabilimento un appartamentino non molto grande (60metri quadri); perchè lui potesse vivere là con la famiglia; senza spesa di affitto, ma gli dava uno stipendio più basso!!! Sicuramente il padrone non faceva beneficienza (gli imprenditori non fanno beneficienza) a sicuramente avrà fatto bene i suoi calcoli!!!! ma voi fornite anche il vitto oltre l'alloggio...... dovreste essere adorati dai vostri operai sicuramente c'è qualche cosa sotto!!!! non è che li trattate molto male???? (magari con superiorità??? di solito i cinesi odiano sentirsi inferiori anche se lo sono!!! della seria c'è sempre qualcuno meglio di noi stessi!!!!)
Penso che voi dovrete tenere i nervi saldi; e pensare alle cause che hanno portato a tutto questo....... (non avrei mai pensato che essere dipendente avesse tanto potere..... ma allora che studio ingegneria  fare???!!!! vengo a lavorare per voi; mi mantenete a vita e lavoro solo per spendere; che bella prospettiva!!!! scherzo, purtroppi ho troppi sogni da realizzare, e finchè avrò vita, vorrei cercare di realizzarli!!!!

P.S: sicuramente non mi vorrete come lavoratore,  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  :cry:  (poi non capisco il cinese)
un ingegnere non è fatto per lavorare; è fatto per sognare (una frase più falsa di questa, non si trova!!!) :-D  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cilex »
Non lasciatevi scoraggiare da coloro che delusi dalla vita, sono diventati sordi ai desideri più profondi ed autentici del loro Cuore!!!

Giovanni Paolo II 16.X.1978 - 2.IV.2005

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #16 il: 22 Giugno, 2005, 19:43:55 pm »
Sono 4 le sezioni dove si pu? scrivere senza login: news, aiuto, suggerimenti, chi sei.
QUesto perchè pensavo che chi chieda aiuto o abbai una news o suggerimenti possa essere anche una persona non registrata ad associna.
Ora farò qualche modifica, facendo rimanere solo la sezione aiuto con la possibilità di scrivere senza login.

ps. chi è il priomo ospite di questa discussione?
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »

Guest

  • Visitatore
(Nessun oggetto)
« Risposta #17 il: 22 Giugno, 2005, 19:49:00 pm »
Non e' una questione di lavorare di meno e guadagnare di meno, la questione e' guadagnare di piu' a qualsiasi ore! A loro importano solo denaro denaro denaro denaro denaro, e se vuoi saperlo ho sentito anche di persone che pur di guadagnare lavorano fino allo svenimento!!!

Non frega neinte a loro se dai condizioni migliori con paga minore, sarebbero disposti a qualsiasi cosa pur di lavorare e guadagnare sempre di piu'. Andrebbero anche a dire che da quella persona si guadagna poco senza dire che vivono da dio!

Spesso questa voglia di guadagnare assomma anceh al fattore velocita' di produzione che le ditte da cui prendono lavoro richiedono...
 Ti racconto per esperienza che l'altro giorno un italiano da cui una persona che conosco prende lavoro si e' lamentato perche' consegna il lavoro tardi... io gli ho detto che siamo essere umani e dobbiamo dormire ogni tanto, non siamo dei robot... sai cosa ha risposto? Gli altri lo fanno perche' voi no? Se voelte ancora lavorare per noi ....

Cilex, mi sembra di ragionare con un italiano che non sa neinte della comunita' cinese... io ci rinuncio!!!!!!


Per idra... il primo nn so chi sia e non sono io.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Guest »

ziner

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 340
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #18 il: 23 Giugno, 2005, 01:16:47 am »
Citazione da: "Anonymous"
che ipocriti... minimizzare tali cose


Diciamo che un vera e propria organizzazione o costume dei laboratori e in genere delle aziende cinesi di sfruttare i propri dipendenti è improbabile, non ci sono cinesi che sfruttano altri cinesi in Italia senza aver dietro una "banda" che protegge i loro traffici, se esistono sono comunque eccezioni, pochissimi cinesi orgogliosi (ammettiamolo che alla fine c'è la tiriamo un casino  :-D ) metterebbero a rischio la propria reputazione ed onore per queste cose, alla fine in Italia il primo connazionale che fà una cavolata come questa diventa famoso e magari si scopre pure che è un conoscente di qualcuno che conosciamo.

Gli italiani in fondo sono consapevoli di tutto ci?, pensano e affermano queste cose solo per invidia, non vogliono lavorare troppo e non digeriscono il fatto di essere stati "battuti", quindi sfruttano il termine sfruttamento (scusate il gioco di parole) come scusante, se noi lavoriamo tanto è solo per la nostra determinatezza, per avere un futuro migliore...e perchè no...per la nostra avidità.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da ziner »

Guest

  • Visitatore
(Nessun oggetto)
« Risposta #19 il: 23 Giugno, 2005, 01:22:01 am »
Se i cinesi sfruttano altri cinesi, allora gli italiani sono i veri sfruttatori perche' ci danno il lavoro con una paga misera e i datori sono costretti ad applicare una percentuale ancora minore ai dipendenti... questa e' la verita'!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Guest »

ziner

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 340
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #20 il: 23 Giugno, 2005, 01:47:55 am »
Citazione da: "Susanna"
Se i cinesi sfruttano altri cinesi, allora gli italiani sono i veri sfruttatori perche' ci danno il lavoro con una paga misera e i datori sono costretti ad applicare una percentuale ancora minore ai dipendenti... questa e' la verita'!


Susanna lo sai benissimo anche tu che questo non farebbe notizia, i giornalisti preferiscono 1000 volte scrivere brutte cose su di noi che sul loro stesso popolo, non piace a nessuno sentir dire queste cose sulla propria gente (noi compresi), molte volte preferiscono far finta di niente e creare un muro di omertà (questo è cmq una usanza comune) quando ci sono di mezzo i loro connazionali, è più facile puntare il dito sulle minoranze che far coscienza di sé stessi, anche noi non ci dovremmo lamentare più di tanto, se i committenti italiani offrono pochi soldi è perchè sanno che c'è sempre qualche ditta cinese che li accetta e di conseguenza lavoratori che li accettano, ormai si è creato un circolo vizioso e si sà quanto è difficile venirne fuori, anche se tutti i laboratori si unisserò contro i committenti rifiutando le loro offerte perchè troppo basse ci sarà sempre qualcuno che ci specula sù. (purtroppo questo è anche un mondo egoista e ognuno pensa a sè stesso e non al bene della comunità)
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da ziner »

Feichow

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 258
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #21 il: 27 Giugno, 2005, 13:32:01 pm »
Sono appena tornato da Pitti Uomo a Firenze...tutta roba Made in Italy dicono...certo...

Ma il 90% dei prodotti delle aziende italiane(ovviamente non quelle di altissimo livello che producono internamente o a terzisti di dimensioni enormi) era fatto da cinese.

Perci?, Made in Italy but made by Chinese.
E se nn ci fossimo noi qua l'nidustria andrebbe a rotoli nel giro di 3 mesi perchè di italiani che sanno cucire, non ce ne sono!

E poi è solo grazie alla nostra produzione a prezzo inferiore che molte aziende italiane sono ancora sul mercato.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Feichow »

cilex

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 4.468
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #22 il: 28 Giugno, 2005, 12:38:55 pm »
Per Idra: secondo me dovresti lasciare quelle quattro sezioni; perchè .... hai già dato tu la spiegazione!!!

Per Ziner: non si fa questo per un futuro migliore; ma solo per avidità..... se finisci in galera se fai rischiare che i tuoi figli non possano più abbracciare un padre; questo non è pensare di dare un futuro migliore ai propri figli ed alla propria famiglia!!! i soldi non fanno la felicità, anche se per giovani si!!!

Per Susy: gli italiani, lo fanno perchè voi li lasciate fare!!! Non c'è una comunità cinese che vi associa che in poche parole prende la posizione di tutti (non sapete lottare uniti); non sapete unirvi e vi fate concorrenza tra di voi; così è logico che l'italiano ti risponde come ti ha risposto (come persona incivile ed ignorante come si dimostra la maggiorparte degli italiani, che non hanno una laurea; condizione necessaria ma non sufficiente, non per lavorare ma per vivere; come dicono in Croazia, un uomo per essere uomo deve avere una laurea ed esercitare uno sport (per questo mi sto esercitando sugli scacchi))!!!
forse è proprio perchè l'economia italiana non ha ancora una alternativa, ed è per questo che nessuno ancora vi ha fermato!!!
se l'italia avesse una alternativa al suo settore tessile ( e molti manager si stanno facendo in quattro per trovare una soluzione per indirizzare le loro aziende), sareste non dico polverizzati ma molto più semplicemente eliminati dal mercato!!!
Come si suoldire è bello finchè dura!!!

In generale: la situazione sta bene, ai dipendenti, agli impenditori, e agli italiani che vi danno lavoro!!! un ciclo quasi perfetto, se non solo perchè c'è qualcosa di più grande che sono i diritti umani (il vostro inconscio) e la legge (che tutela solo i ricchi come Prodi e Berlusconi, ed altri)!!! e questo vi far star male!!! (in conclusione una vita infelice, però con piccoli spiragli di luce!!!)

in definitiva Innovatevi!!! Non dico di cambiare tutto l'assetto, ma piano piano; magari incominciando a fare dei consorzi (fondare altre aziende a vostra tutela) pagati da voi e coordinati da cinesi più simili a voi e che conoscano le dinamiche (in poche parole non tipi come me), e che possano in poche parole lottare per i vostri diritti e i vostri propositi; verso i concorrenti, che vogliono ancora vivere in condizioni medioevali!!! Non conosco bene, la dinamica dei fatti, perci? anche i miei consigli sono assai aliatori; ma pensando al vostro futuro, e per avere un futuro più certo; affermatevi più concretamente sul vostro mercato!!!
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cilex »
Non lasciatevi scoraggiare da coloro che delusi dalla vita, sono diventati sordi ai desideri più profondi ed autentici del loro Cuore!!!

Giovanni Paolo II 16.X.1978 - 2.IV.2005