Associna Forum

Approfondimenti => Attualità => Topic aperto da: cavallo - 02 Dicembre, 2009, 11:54:18 am

Titolo: Milano: a scuola non sediamo coi Cinesi, puzzano!
Inserito da: cavallo - 02 Dicembre, 2009, 11:54:18 am
anni di campagne leghiste e mediatiche e di sinofobia distribuita a colpi di criminalizzazioni e falsificazioni a piene mani  portano a queste conseguenze, drammatiche per i ragazzi cinesi ma pure per i ragazzi <autoctoni> italici trasformati in inconsapevoli ascari della xenofobia:

http://milano.repubblica.it/dettaglio/i ... no/1794422 (http://milano.repubblica.it/dettaglio/il-razzismo-esplode-fra-i-banchi-delle-medie-non-ci-sediamo-con-i-cinesi:-puzzano/1794422)
Titolo:
Inserito da: nik978 - 02 Dicembre, 2009, 12:14:19 pm
in una realta' un po difficile come quella purtroppo a farne le spese sono sempre gli ultimi arrivati e quelli che fanno piu fatica ad integrarsi..

diciamo che questi eccessi (per fortuna) non sono cosi comuni in italia..
da apprezzare (e lo dico da figlio e nipote di insegnanti) lo sforzo dei professori...
Titolo:
Inserito da: vasco reds - 02 Dicembre, 2009, 14:14:51 pm
è veramente strano dove possano arrivare delle volte le balle della gente.
difficilmente il "cinese" ha una sudorazione che "puzza" a differenza della sudorazione italiaca, che si sente (eccome se si sente) o di altre popolazioni.
se propio gli studenti o le famiglie degli studenti vogliono trovare delle scuse conviene ne cerchino altre...
un palauso agli insegnanti che non hanno taciuto il problema
Titolo:
Inserito da: cavallo - 02 Dicembre, 2009, 15:29:45 pm
un interessante contributo da parte di un autore che i Cinesi in Italia li ha studiati davvero;

http://stagliano.blogautore.repubblica. ... avamo-noi/ (http://stagliano.blogautore.repubblica.it/2009/12/02/quando-i-puzzoni-eravamo-noi/)

quanto al puzzo, il titolo evidenzia fra le tante la questione dell'affermazione razzista che <i Cinesi puzzano>, ma naturalmente non e'affatto la sola balla che gli studenti in questione hanno appreso dal loro ambiente di vita e dalle campagne xenofobe; infatti si dice anche:
½Non pagano le tasse?, ½ci rubano il lavoro? e questi sono argomenti, altrettanto falsi del puzzo, tipici di tutti gli xenofobi (in questo preciso caso i sinofobi), ovunque,  non solo in quella scuola milanese.

se poi si avesse qualche dubbio sul fatto che tutto cio'viene da campagne ideologiche precise e con autori precisi (Lega, Forza Nuova, ecc.), ecco <<Un’alunna che si alza durante l’ora di matematica e lancia il suo proclama: ½L’Italia agli italiani!?.>> che guarda caso e'uno slogan leghista e neofascista xenofobo  specifico  e non un modo di dire generico...

evidentemente a forza di seminare schifezze e menzogne razziste si raccoglie!
onore agli insegnanti che si oppongono a questo losco andazzo!
Titolo:
Inserito da: Xaratos - 02 Dicembre, 2009, 20:43:14 pm
Denunciare e condannare il razzismo in ogni sua forma/manifestazione è una cosa doverosa e NECESSARIA agendo però, secondo le regole che gli stessi "fautori della democrazia" hanno impostato.
Titolo:
Inserito da: dorian - 02 Dicembre, 2009, 21:50:42 pm
vasco che ti è capitato ?
stai difendendo chinese people ?

 :)  :)  :)
Titolo:
Inserito da: dorian - 02 Dicembre, 2009, 21:54:49 pm
@cavallo
come sempre il tuo commento è correttissimo ...
grazie cavallo
 :)  :)  :)
Titolo:
Inserito da: Zoee - 03 Dicembre, 2009, 09:39:35 am
Cavallo come al solito ti accanisci su una notizia e generalizzi tutto!
Ho letto l'articolo, e come ben sappiamo bisogna sempre sentire piu' fonti e leggere attentamente. Il giornalista ha riportato alcune frasi, e mentre sul titolo a grandi caratteri scrive "
Citazione
Il razzismo esplode fra i banchi delle medie
"Non ci sediamo con i cinesi: puzzano"
facendo credere al lettore che  TUTTI gli studenti condividono questo pensiero, poi continuando a leggere il numero si riduce a 13.

Qunidi e' nella norma che in una scuola frequentata da 300, 400, 500 ragazzi ci sia qualcuno che non la pensa come gli altri.
Sicuramente la cosa e' triste, e mi dispiace per questi ragazzini (siamo alle medie e qui ci sono tantissimi fattori che influiscono sul comportamento:la crescita, la famiglia, l'ambiente ecc...) ma cerchiamo di non generalizzare troppo, perche' la cosa era grave se tutta la scuola fosse stata d'accordo.
Cavallo pensa che nella scuola di mio figlio un genitore si opposto in maniera abbastanza accanita contro "la giornata della memoria" nella scuola elemetare, scrivendo pure una lettera con le sue motivazioni alle insegnati. La questione e' stata gestita parlando con il genitore e non con la stampa, anche perche' ci sono di mezzo i bambini e si sarebbe solamente sollevato un circo mediatico inutilmente.
Non mi dilungo su questo caso...comunque caro Cavallo ti sento sempre arrabiato e ti immagino mentre leggi i giornali sempre con il broncio commentando le notizie ad alta voce... gia` e' difficile vivere e svegliarsi tutti i giorni serenamente, quindi ogni tanto rilassatti, fai respirare anche gli altri. Prima o poi ci incontreremo e ci prenderemo una bella camomilla calda, e ciacoleremo di che tempo fa...
Poi riguardo
Citazione
il consiglio di classe di una terza media della scuola Trilussa, nel quartiere milanese di Quarto Oggiaro, ha preso una decisione drastica: ogni quindici giorni gli studenti devono cambiare di posto e l’assegnazione dei banchi è decisa dai professori.
e' dalle elementari che gli insegnanti hanno adottato questo metodo, evidentemente in questa scuola non era stato applicato.

Citazione
è veramente strano dove possano arrivare delle volte le balle della gente.
difficilmente il "cinese" ha una sudorazione che "puzza" a differenza della sudorazione italiaca, che si sente (eccome se si sente) o di altre popolazioni.
se propio gli studenti o le famiglie degli studenti vogliono trovare delle scuse conviene ne cerchino altre...

Questa non l'avevo mai sentita :roll:  Oddio adesso vado a farmi una doccia e poi  esco e vado ad annusare un po` di gente  :-D
Titolo:
Inserito da: cavallo - 03 Dicembre, 2009, 13:22:33 pm
io non generalizzo affatto, ma proprio quel che racconti tu dimostra che per UN caso cheraggiunge i giornali ce ne sono MOLTI (come quello antisemita sulla giornata della memoria) che non li raggiungono, esattamente come per ogni stupro denunciato che raggiunge i giornali ce ne sono 7 non denunciati e 100 che non raggiungono i giornali.

inoltre razzismo, antisemitismo, pedofilia, omofobia, violenza sulle donne hanno la stessa caratteristica dei virus: vanno presi in tempo, combattuti prim che diventino epidemici (ed hanno la tendenza a diventarlo, come dimostra la Storia); avresti mai pensato nel 1920 che la patria di Heine, Fichte, Beethoven, Schiller, Kant, Marx, il Paese con la legislazione sociale piu' avanzata d' Europa, con centinaia di clubs gay, con l' architettura progresista della Bauhaus, con Brecht, ecc., ossia la Germania, avrebbe 13 anni dopo (e dopo la crisi economica del '29, che incise molto...) dato il potere IN LIBERE ELEZIONI ad Adolf Hitlerò

se in una sola scuola (e purtroppo non e' cosi'...) italiana succedono cos del genere non e' colpa degli alunni, e in parte neppure delle famiglie, ma di anni di bombardamento mediatico xenofobo, di norme xenofobe, di ordinanze municipali xenofobe, di criminalizzazione di Cinesi, Rom, musulmani, Bangladeshi, ecc. e ora si cominciano a raccogliere i frutti ed e' questo, senza alcuna necessita' di generalizzare, il frutto di quella notizia, dato che l' innocente alunna usa slogans tratti di peso dalla propaganda razzista di specifici partiti e non semplicio rozzezze verbali.

o pensi che i genitori milanesi (o veneti, ad esempio) non votino per la Lega, che xenofoba lo e' esplicitamente (e neonazista di nascosto, come prova il video di Borghezio fatto dai francesi in candid camera...), con percentuali di 2 cifre?

sai quanto aveva il partito nazista tedesco prima della cris del 1929? LA META' dei voti della Lega e nessun ministro (la Lega ne ha gia' 4: UNICO CASO IN EUROPA DI PARTITO XENOFOBO AL GOVERNO: uno dei bei primati italici di questi ani...) e non governava nessuna regione (la Lega 2 in modo egemone): generalizzo?

riguardiamoci il trend elettorale della Lega, allora e chiediti cosa insegnano quei genitori, le TV che essi fanno vedere ai figli, gli amministratori dei Comuni che quegli elettori hanno fatto vincere alle giovani generazioni... e smettiamola di credere siano feomeni marginali ed isolati: lo sono MENO che nella germania pre-1929 e sai bene come e' finita per la sottovalutazione che conservatori, socialdemocratici e comunnisti tedeschi hanno avuto verso quei <fenomeni marginali>, no?

io saro' arrabbiato, ma c' e' chi, anni fa, per aver visto come stava andado l' Italia (e la Lega non c' era ancora...) si e' ammazzato, dopo essere sopravvissuto ai lager: si chiamava Primo Levi;
c' e' chi per aver scritto dle nuovo fascismo mediatico PRIMA che berlusconi apparisse sulla scena e' stato assassinato (si chiamava Piert Paolo pasolini).
c' e' chi dice con forza le stesse cose che dico io con uno spessore intellettuale certo maggiore e si chiama Momi Ovadia.

non basta?

nb: l'ultima citazione che tu fai non e' mia ma di altro utente...
Titolo:
Inserito da: Dubbio - 03 Dicembre, 2009, 13:40:24 pm
Citazione da: "cavallo"
non basta?

A me no.

Condivido quello che ha scritto Zoee e il tono che ha usato.

Il paragone con la Germania pre nazista oltre ad essere surreale nel contesto di questo topic, è improponibile per la radicale diversità delle condizioni storiche, economiche, culturali, sociali e politiche.

Paragonare l'ascesa della Lega a quella del partito nazista significa non aver colto le ragioni o dell'una o dell'altro.

Dai tuoi numerosi interventi ho avuto modo di convincermi che hai un'idea sicuramente esatta delle ragioni che hanno portato il nazismo al potere.

Dunque sei deficitario nell'analisi della Lega.
Titolo:
Inserito da: Alex80 - 03 Dicembre, 2009, 13:55:22 pm
Citazione da: "Zoee"

Citazione
è veramente strano dove possano arrivare delle volte le balle della gente.
difficilmente il "cinese" ha una sudorazione che "puzza" a differenza della sudorazione italiaca, che si sente (eccome se si sente) o di altre popolazioni.
se propio gli studenti o le famiglie degli studenti vogliono trovare delle scuse conviene ne cerchino altre...

Questa non l'avevo mai sentita :roll:  Oddio adesso vado a farmi una doccia e poi  esco e vado ad annusare un po` di gente  :-D

Citazione
Che cosa distingue un occidentale da un asiatico? Gli occhi a mandorla, i capelli eà il cerume delle orecchie. Gli occidentali (e gli africani) lo hanno scuro e appiccicoso, gli asiatici chiaro e asciutto. In realtà, hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Nagasaki, le ghiandole ceruminose di asiatici ed amerindi secernono meno grassi e meno pigmento delle ghiandole di africani ed europei.

Differenza presente anche nelle ghiandole delle ascelle, che negli asiatici, infatti, puzzano meno.


Fonte: http://www.giappone-italia.com/notizie/ ... piu-pulite (http://www.giappone-italia.com/notizie/sorpresa-gli-orientali-hanno-le-orecchie-piu-pulite)
Titolo:
Inserito da: Zoee - 03 Dicembre, 2009, 14:34:51 pm
Citazione
non basta?

Cavallo, ti rispondo di "si" solamente perche' non riesco piu`a leggere i tuoi messaggi con infelici paragoni e supposizioni assurde...
Titolo:
Inserito da: cavallo - 03 Dicembre, 2009, 14:57:34 pm
Dubbio, grazie dell' apprezzamento per la conoscenza della storia del partito nazista e del suo radicamento nella societa' tedesca.

e'  possibile che io non conosca altrettanto bene la storia ed il radicamento della Lega ed e' altrettanto possibile che ad altri invece sfuggano i troppi elementi di similitudine...

mi permetto allora di elencarne solo alcuni (ovviamente tenendo conto della differenza dovuta alla sconfitta tedesca nella Prima guerra mondiale ed alle sue conseguenze):

- nella Germania di Weimar esisteva una forte sfiducia nei partiti tradizionali, in un quadro di instabilita' politica crescente e di blocco (50% circa ognuno) dei fronti di destra (conservatori e cattolici) e di sinistra (socialdemocratici e comunisti);
- le forze di sinistra erano litigiosamente divise (comunisti e socialdemocratici) ed incapaci pertanto di far valere la loro forza elettorale (i socialdemocratici erano addirittura primo partito!) in assenza di programma comune;
- esistevano forti rivendicazioni autonomistiche e separatiste, nelle aree piu' segnate dal conservatorismo di matrice agrario-cristiana (Prussia) ed in quelle piu' sviluppate (bacino della ruhr):  tali rivendicazioni si intrecciavano con quelle relative ad un minor statalismo, ad un...federalismo fiscale, ad un ritorno a valori tradizionali della famiglia, ecc.;
- esisteva un substrato di irrisolta xenofobia che affondava le sue radici nella Storia tedesca e che non includeva solo l' antisemitismo (diffuso a tutti i livelli) ma il disprezzo per i Rom, per gli stranieri in genere e per gli immigrati polacchi (ce n' erano abbastanza...);
- esisteva una forte cultura anticomunista ed antisocialista, con la legittimazione dello squadrismo;
- il programma nazista era un misto di tradizionalismo, xenofobia, localismo, esaltazione del ruralismo (inclusa la difesa degli allevatori di bovini), falsificazioni storiche mitizzanti della realta' tedesca, campanilismo, regionalismo esasperato (abbandonato appena arrivati al potere), "Berlino Ladrona", appelli ad una politica securitaria feroce, disprezzo di mendicanti e simili;

tutto questo non basto' mai al NSDAP (partito nazista) ad ottenere nazionalmente oltre il 4,5% dei voti (solo in Prussia ebbero risultati spettacolari ed in baviera discreti: un radicamento inizialmente territorialissimo) FINCHE' NON ESPLOSE LA DEVASTANTE CRISI ECONOMICA del 1929, che getto' nella disperazione milioni di Tedschi, che discredito' definitivamente i partiti tradizionali e che fece accorrere verso le siree della demagogia populista hitleriana (che fra l' altro dava la colpa della crisi ai <<cattivissimi>> Ebrei che secondo i nazisti  dominavano GB, USA, Francia, ecc....) e i nazisti entrarono rapidamente in governi regionali (Lander) in alleanza coi partiti conservatori classici e usarono questa nuova situazione per consolidarsi e diventare primo partito alle elezioni del 1933.

non ti ricorda nulla questo percorso (fatte le dovute differenze e tenendo conto della sacrosanta analisi pasoliniana sul <fascismo mediatico> e la <telecrazia>: senza Berlusconi e le sue TV, che negli anni '30 non esistevano,  la Lega al governo non ci andava manco nel 3010!!!)?

ti pare proprio tanto diverso nella sua esseza da quello leghista?

c' e' una sola differenza sostanziale, che l'Europa  ora ha fatto la tragica e terribile esperienza nazista ed allora no, ma negazionismo, rimozione della memoria storica e sottovalutazioni stanno riducendo giorno per giorno il peso di questa differenza....

un'ultima annotazione: ma tu l'hai guardato, Dubbio, il video girato din nascosto da una troupe francese in cui Borghezio spiega ai suoi camerati d'Oltralpe in una loro riunione che loro sono i nazifascisti di sempre ma che si devono camuffare, devono far finta di essere regionalisti?

serve qualche altra dimostrazione...?
Titolo:
Inserito da: libero - 03 Dicembre, 2009, 15:39:24 pm
La puzza di Mario Chu
http://gilioli.blogautore.espresso.repu ... mario-chu/ (http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/12/03/la-puzza-di-mario-chu/)
Titolo:
Inserito da: vasco reds - 03 Dicembre, 2009, 18:19:59 pm
Citazione da: "dorian"
vasco che ti è capitato ?
stai difendendo chinese people ?

 :)  :)  :)


dai a cesare quel che è di cesare e a ................

se una delle mie figlie fa qualcosa di sbagliato con tutto l'amore che provo per lei non la posso di certo giustificare e chiudere gli occhi ma la riprendo

così nella vita, se un italiano fa qualcosa di male lo critico così pure se lo fa un cinese, se invece un cinese fa qualcosa di buono lo esalto come pure un italiano.

forse in passato non hai letto tutto quello che scrivevo, ma solo quello che faceva comodo

ma non è mai troppo tardi :wink:
Titolo:
Inserito da: Dubbio - 03 Dicembre, 2009, 19:37:11 pm
Citazione da: "cavallo"
c' e' una sola differenza sostanziale, che l'Europa  ora ha fatto la tragica e terribile esperienza nazista ed allora no, ma negazionismo, rimozione della memoria storica e sottovalutazioni stanno riducendo giorno per giorno il peso di questa differenza....

un'ultima annotazione: ma tu l'hai guardato, Dubbio, il video girato din nascosto da una troupe francese in cui Borghezio spiega ai suoi camerati d'Oltralpe in una loro riunione che loro sono i nazifascisti di sempre ma che si devono camuffare, devono far finta di essere regionalisti?

serve qualche altra dimostrazione...?

Altroché se servono altre dimostrazioni.

Anzitutto negazionismo, rimozione della memoria storica e sottovalutazioni sono un tuo incubo coltivato dalla tua enfatizzazione di comportamenti non solo in Europa numericamente del tutto marginali, ma sovrastati da una coscienza storica, culturale e istituzionale che li sovrasta in tutti i paesi della comunità europea.

In secondo luogo non solo l'Europa di oggi ha sperimentato il nazismo, ma ha altresì costruito e sperimentato l'unione europea su basi con esso drasticamente incompatibili.

Per non parlare del fatto che i fermenti razzisti della società tedesca degli anni 20 avevano ben altra natura di quelli purtroppo ancor oggi presenti in Italia, nonché del fatto che la crisi economica di questi ultimi anni in Italia paragonata alla crisi economica degli anni 20 in Germania dovrebbe essere considerata un rigoglioso sviluppo, nonché del fatto che le falsificazioni storiche della Lega, coi celti, Alberto da Giussano, le ampolle del Po, paragonate a quelle del nazismo sono cabaret, e mi fermo perché non voglio eccedere nell'O.T..

Infine ho visto, eccome, il video del povero Borghezio che insegna in Francia le strategie per dissimulare l'anima fascista di un movimento.
Che devo dire, allarmarmi?
Uno come Borghezio sarebbe un pericolo per la democrazia?
Mi viene in mente il giorno che Irene Pivetti fu nominata Presidente della Camera nel 1994.
Stavo ascoltando la notizia in televisione con la mia primogenita, che allora aveva dieci anni, e le dissi: nulla ti è precluso.
Titolo:
Inserito da: Xaratos - 04 Dicembre, 2009, 15:13:58 pm
Comunque, nella scuola in questione, stanno gia prendendo delle "contromisure" nei confronti di questo atteggiamento (che in effetti è limitato a 13 studenti). Benché il razzismo nei giovanissimi non debba esser sottovalutato, non mi preoccuperei per 13 studenti su 200 o 300 (colpa mia, che prima non avevo letto bene l'articolo), la cosa è stata "denunciata" e ripresa sul nascere, questione chiusa.

Riguardo alle preoccupazioni sulla Lega, benché le affermazioni di Borghezio siano da considerare come "deliri", c'è da dire, che se la Lega è al governo (quindi, ha un potere su questo paese), direi che c'è MOLTO da preoccuparsi, un pazzo fa sempre pazzie, se è al potere, fa pazzie e danni. Comunque, a mio avviso, qua si va molto OT parlando di politica.
Titolo:
Inserito da: xiaolong - 05 Dicembre, 2009, 00:55:45 am
non c'è veramente molto da discutere in merito..che siano casi isolati o meno..sono casi..e certe esternazione non andrebbero mai fatte..che siano idioti 13 enni o di qualsiasi eta. quando avevo 11 anni avevo una compagna di banco cinese che parlava solo cinese e alla maestra chiedevo sempre di poterci stare vicino dato che ne ero affascinato proprio dal fatto che fosse cinese e che sapeva creare delle figure di carta incredibili e grazie anche a questo che ci fu un'ottima integrazione con la classe stessa..


bo certe esternazione di certa gente veramente non le capisco eppure bastano dei semplici gesti per trasformare ignoranza-xenofoba in crescita culturale-integrazione piuttosto importante..
Titolo:
Inserito da: MBC - 05 Dicembre, 2009, 11:06:31 am
comunque spero che la scuola prenda provvedimenti per questi 13 alunni, che venga messo nero su bianco che certi comportamenti leghisti(razzisti)non possono venire tollerati.
Titolo:
Inserito da: cavallo - 05 Dicembre, 2009, 12:04:51 pm
quoto MBC, ma aggiungo che auspico la reazione degli altri genitori e una azione educativa a largo spettro da parte degli insegnanti sugli stereotipi razzisti, sulla storia delle migrazioni, su come vengono fabbricate le falsificazioni razziste, perche' semplici provvedimenti (che pure vanno presi: ad esempio coinvolgento quei 13 alunni e le loro famiglie in attivita'presso centri interculturali, parrocchie, associazioni di migranti, ecc.) verrebbero percepiti dalle famiglie degli alunni (che io non ritengo innocenti rispetto al comportamento dei figli) in forma vittimistica, altro metodo caro ai razzisti di sempre che affermano di doversi <difender> (dagli Ebrei, dai neri, dai Musulmani, dai Cinesi, ecc.)!
Titolo:
Inserito da: kim_xia - 06 Dicembre, 2009, 11:16:32 am
Premetto,non vorrei essere offensiva nei confronti degli italiani!Voglio solo raccontare alcuni fatti accadutomi!
Ogni volta che torno a Taipei( Taiwan) spesso mi metto in contatto con la comunità italiana che vive nella mia città,e vengo invitata a delle cene assieme a Italiani,a me fa molto piacere stare con loro e parlare in italiano, ma visto che si parla di brutti odori corporei,premetto a Taipei in Agosto fa molto caldo, e mi sono trovata assieme a questi italiani nella metropolitana,e la puzza di sudore che loro non si rendevano conto di emanare era molto forte,la gente attorno a noi si allontanava ma con educazione,io penso che loro non si siano mai resi conto del loro odore,che a me creava monto imbarazzo,non'è buona educazione verso gli altri stare in quelle condizioni,noi a Taipei pensiamo che non sia educato stare così,ma anche rispettiamo gli stranieri e nessuno oserebbe dire che gli italiani puzzano, e nessuno si è mai permesso di fare osservazioni del genere,per educazione non si fa,infatti loro penso  tutt'oggi non se ne rendano conto,io una volta ho chiesto  a uno di loro se a Taipei sentisse caldo in estate,e lui mi ha risposto che non sentiva caldo e a lui piaceva il clima,e che anzi di notte non usasse neppura l'aria condizionata! Un'altra esperienza mi è capitata in ufficio,dove avevamo un italiano che ogni tanto arrivava dall'Olanda e svogeva dei lavori per alcune settimane nel nosto ufficio,e quando stava con noi faceva un brutto odore,bè la scena ve la immaginate?
Tutto questo mi è venuto in mente leggendo questo articolo,io per esperienza trovo redicolo accusare i Cinesi di puzzare,ogni caso poi è a se,ma generalizzare un popolo intero lo trovo ignorante,specialmente quando anche io ho fatto realmente esperienze con italiani che puzzavano realmente,e mai mi sono lamentata o ho fatto accuse,nessuno in ufficio da me ha mai detto nulla davanti a loro,o addirittura scritto notizie del genere sui giornali,per rispetto non si fa,per buona educazione,ora trovo paradossale che degli italiani accusino e addirittura scrivano delle notizie sui cinesi che puzzano,quando per mia esperinza ho conosciuto italiani che puzzavano davvero molto,ai quali non'è mai stato detto niente,ma loro poi vengano a dire che siamo noi che abbiamo cattivi odori!
Scusate ancora ma questa non mi è andata giù!
Titolo:
Inserito da: MBC - 06 Dicembre, 2009, 11:37:21 am
Citazione da: "kim_xia"
Premetto,non vorrei essere offensiva nei confronti degli italiani!Voglio solo raccontare alcuni fatti accadutomi!
Ogni volta che torno a Taipei( Taiwan) spesso mi metto in contatto con la comunità italiana che vive nella mia città,e vengo invitata a delle cene assieme a Italiani,a me fa molto piacere stare con loro e parlare in italiano, ma visto che si parla di brutti odori corporei,premetto a Taipei in Agosto fa molto caldo, e mi sono trovata assieme a questi italiani nella metropolitana,e la puzza di sudore che loro non si rendevano conto di emanare era molto forte,la gente attorno a noi si allontanava ma con educazione,io penso che loro non si siano mai resi conto del loro odore,che a me creava monto imbarazzo,non'è buona educazione verso gli altri stare in quelle condizioni,noi a Taipei pensiamo che non sia educato stare così,ma anche rispettiamo gli stranieri e nessuno oserebbe dire che gli italiani puzzano, e nessuno si è mai permesso di fare osservazioni del genere,per educazione non si fa,infatti loro penso  tutt'oggi non se ne rendano conto,io una volta ho chiesto  a uno di loro se a Taipei sentisse caldo in estate,e lui mi ha risposto che non sentiva caldo e a lui piaceva il clima,e che anzi di notte non usasse neppura l'aria condizionata! Un'altra esperienza mi è capitata in ufficio,dove avevamo un italiano che ogni tanto arrivava dall'Olanda e svogeva dei lavori per alcune settimane nel nosto ufficio,e quando stava con noi faceva un brutto odore,bè la scena ve la immaginate?
Tutto questo mi è venuto in mente leggendo questo articolo,io per esperienza trovo redicolo accusare i Cinesi di puzzare,ogni caso poi è a se,ma generalizzare un popolo intero lo trovo ignorante,specialmente quando anche io ho fatto realmente esperienze con italiani che puzzavano realmente,e mai mi sono lamentata o ho fatto accuse,nessuno in ufficio da me ha mai detto nulla davanti a loro,o addirittura scritto notizie del genere sui giornali,per rispetto non si fa,per buona educazione,ora trovo paradossale che degli italiani accusino e addirittura scrivano delle notizie sui cinesi che puzzano,quando per mia esperinza ho conosciuto italiani che puzzavano davvero molto,ai quali non'è mai stato detto niente,ma loro poi vengano a dire che siamo noi che abbiamo cattivi odori!
Scusate ancora ma questa non mi è andata giù!

beh anchio ho fatto esperienza con italiani che emanavano forti odori corporali, e da quel punto di vista se ce qualcuno che puzza faicilmemnte siamo noi, ma in Cina ho riscontrtato un molt piu forte odore usicre dalla bocca dei miei interlocutori cinesi.

Tralasciando che anche ai cinesi da fastidio e lo scrivono e lo dicono apertamente a me che sono bianco di come i neri e gli indiani puzzano, ripeto chelòepisodio  e?vergognoso se non altro perche e?successo in una scuola pubblica e non in un bar.

Altro ennesimo episodio razzista,come quello successo recentemente ad una dj nera
Titolo:
Inserito da: kim_xia - 06 Dicembre, 2009, 12:00:45 pm
Citazione da: "MBC"
beh anchio ho fatto esperienza con italiani che emanavano forti odori corporali, e da quel punto di vista se ce qualcuno che puzza faicilmemnte siamo noi, ma in Cina ho riscontrtato un molt piu forte odore usicre dalla bocca dei miei interlocutori cinesi.

Tralasciando che anche ai cinesi da fastidio e lo scrivono e lo dicono apertamente a me che sono bianco di come i neri e gli indiani puzzano, ripeto chelòepisodio  e?vergognoso se non altro perche e?successo in una scuola pubblica e non in un bar.

Altro ennesimo episodio razzista,come quello successo recentemente ad una dj nera

Concordo con te,poi aggiungerei che non'è un fatto di razza,dipende da persona e persona,ci sono anche cinesi che puzzano e hanno problemi di alitosi come ci sono anche italiani,e certamente gli italiani non puzzano,a parte qualche caso,non generalizziamo,l'unica cosa che trovo sconvolgente è che dei ragazzi in fase educativa abbiano queste idee,e che i sistemi informativi scrivano queste cose,addiritura i genitori insegnino questo hai figli,io penso che a Taiwan per il momento sarebbe impossibile educare i ragazzi in questo modo,nessuno si permetterebbe di identificare pubblicamente un'intero popolo così!Io quando ero a scuola pensavo solo a studiare,in fase di studio mai ho pensato cose del genere durante le lezioni,perchè se solo avessi avuto queste idee sarai stata espulsa,e in Asia essere espulsi da una scuola vuol dire rovinarsi la vita per sempre,senza contare che mia madre se avessi osato al posto di impegnarmi nello studio e seguire le lezioni, avere atteggiamenti di questo tipo ,verso magari compagni cinesi o filippini o altre nazioni,mi avrebbe picchiata molto!
Titolo:
Inserito da: MBC - 06 Dicembre, 2009, 13:59:00 pm
Citazione da: "kim_xia"
Citazione da: "MBC"
beh anchio ho fatto esperienza con italiani che emanavano forti odori corporali, e da quel punto di vista se ce qualcuno che puzza faicilmemnte siamo noi, ma in Cina ho riscontrtato un molt piu forte odore usicre dalla bocca dei miei interlocutori cinesi.

Tralasciando che anche ai cinesi da fastidio e lo scrivono e lo dicono apertamente a me che sono bianco di come i neri e gli indiani puzzano, ripeto chelòepisodio  e?vergognoso se non altro perche e?successo in una scuola pubblica e non in un bar.

Altro ennesimo episodio razzista,come quello successo recentemente ad una dj nera
Concordo con te,poi aggiungerei che non'è un fatto di razza,dipende da persona e persona,ci sono anche cinesi che puzzano e hanno problemi di alitosi come ci sono anche italiani,e certamente gli italiani non puzzano,a parte qualche caso,non generalizziamo,l'unica cosa che trovo sconvolgente è che dei ragazzi in fase educativa abbiano queste idee,e che i sistemi informativi scrivano queste cose,addiritura i genitori insegnino questo hai figli,io penso che a Taiwan per il momento sarebbe impossibile educare i ragazzi in questo modo,nessuno si permetterebbe di identificare pubblicamente un'intero popolo così!Io quando ero a scuola pensavo solo a studiare,in fase di studio mai ho pensato cose del genere durante le lezioni,perchè se solo avessi avuto queste idee sarai stata espulsa,e in Asia essere espulsi da una scuola vuol dire rovinarsi la vita per sempre,senza contare che mia madre se avessi osato al posto di impegnarmi nello studio e seguire le lezioni, avere atteggiamenti di questo tipo ,verso magari compagni cinesi o filippini o altre nazioni,mi avrebbe picchiata molto!

hai ragione Kim, sono perfettamente d accordo con te, la mia era un po una sdrammatizzazione,anche se oramai la situazione e?veramente grave e continau ad accadere(vedi la dj americana a milano)
Titolo:
Inserito da: dorian - 06 Dicembre, 2009, 19:50:25 pm
kim...
sai sostenere con argomentazioni ineccebili...
brava kim !
le bimbe i bimbi taiwanesi so per esperienza che puzzano meno...
all chinese children smelt ?
don't worry !
..............
in idaly,
padanian children smelledò
and their parents ?
................

 :-D  :-D