Denuncia di AssoCina riportato sul Corriere di Prato - Rassegna stampa e partecipazioni - Associna Forum

Autore Topic: Denuncia di AssoCina riportato sul Corriere di Prato  (Letto 2282 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
Denuncia di AssoCina riportato sul Corriere di Prato
« il: 07 Marzo, 2007, 20:31:47 pm »
La storia che abbiamo raccontato sull'impossibilità di frequentare la scuola dell'obbligo di una bambina cinese che è nata in Italia e che ha frequentato, fino all'anno in corso, tutte la scuola dell'obbligo (clicca qui) è stato ripreso anche sul Corriere di Prato (un giornale locale di Prato) e sul pratoblog.it, testata giornalistica via web.

Citazione
Decine di stranieri senza la possibilità di studiare
di Claudia Berni
giovedì 01 febbraio 2007

Prato, 1 febbraio 2007 - ? forse uno dei più giovani presenti alla riunione tra l'assessore Frattani e le associazioni
cinesi. Si chiama Junyi, è uno studente universitario ed è qui per avere delle risposte. Insieme agli altri membri di
Associna, l’associazione a cui appartiene, si definisce uno dei cinesi di "seconda generazione", interessati e
coinvolti da vicino nelle problematiche dell'integrazione.
½Sono ormai quasi un centinaio i casi nel Comune di Prato, e la situazione, che va avanti da anni, non pu? continuare a
passare inosservata – spiega Junyi -. Non posso pensare che una ragazza debba pagare ben 2.000 euro per
avere la possibilità di frequentare le scuole dell'obbligo?. Sembra che sia questo infatti il caso di molti bambini e
ragazzi figli di immigrati, costretti a rivolgersi a scuole private perché non ammessi alle scuole pubbliche. Ma quali sono i
motivi di queste difficoltà? ½Si tratta - spiega Junyi - di problematiche legate soprattutto ai ricongiungimenti
familiari. Se un bambino cinese non ce la fa ad iscriversi alle scuole entro il 31 agosto, non viene più ammesso. Questo
vuol dire negare quello che dovrebbe essere un diritto di tutti. Senza contare che è proprio l'istruzione uno dei
principali canali dell'integrazione?. Chiediamo a Junyi che cosa replica l'Amministrazione davanti a questi
problemi, e lui ci dice che è proprio per saperne di più che è venuto alla riunione. Chissà, forse Junyi avrebbe trovato da
solo le sue risposte, nel confronto tanto atteso con l'assessore. Nel frattempo, ci facciamo portavoci della
questione, sottoponendola a Frattani. ½Il problema - ci spiega - è che non ci sono le risorse. La Bossi
- Fini ci ha tagliato i fondi, l'immigrazione invece è aumentata. Dovremmo risolvere predisponendo con il
Ministero della Pubblica Istruzione un protocollo per l'accoglienza dei bambini cinesi nelle scuole?.
Pratoblog - Quotidiano on line di Prato e provincia
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »