la Cina e la produzione di vino e birra - Disinformazione e luoghi comuni - Associna Forum

Autore Topic: la Cina e la produzione di vino e birra  (Letto 1997 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
la Cina e la produzione di vino e birra
« il: 13 Marzo, 2010, 15:08:01 pm »
quanto scommettiamo che fra qualche anno iniziera' la litania contro la "Cina che invade il mercato mondiale dei vini" (e delle birre, di cui e' gia' primo produttore mondiale!!!)?

guardate questa serie di links (in parte anche riferiti agli anni scorsi per capire la tendenza):

gia' nel 2006 Zonin affermava:
http://www.winenews.it/print.phpòc=news&id=8381&dc=88

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSez ... girata.asp

http://www.marketingdelvino.it/?p=206

http://www.winenews.it/print.phpòc=news&id=12997&dc=95

http://www.stockabbigliamentounisex.it/news/?p=1075
"Infine, Cnh Italia ha firmato un’intesa con Harbin New Holland Tractors per l’esportazione in Cina di macchinari per frutteti e vigneti."


http://vino24.tv/post/120/il-vino-in-ci ... e-asiatico

http://www.wineblog.it/?p=61
"la viticoltura cinese è più vecchia di quella europea, con delle radici che risalgono a 4000 anni fa. Indicazioni di una ricerca del 2004 fanno pensare che già 9000 anni fa nell’Estremo Oriente si producesse vino (come peraltro si dice dell’Africa)."

acquisto cinese di prestigiosi vigneti francesi:
http://www.deluxeblog.it/post/8729/cine ... -richelieu


ed ecco infine qualche dato sulla storia della viticoltura in Cina con notizie anche  sui rapporti Italia-Cina sui vigneti alla fine del XIX secolo:
http://www.winechina.com/Italia-Cina/vc2.html
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Wang

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 517
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #1 il: 13 Marzo, 2010, 15:42:05 pm »
sicuramente hanno delle potenzialità.. bisogna vedere se con quel territorio..
- a parte che è talmente vario e vasto - si riesce a produrre bene..

ma credo di si
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Wang »

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #2 il: 13 Marzo, 2010, 21:49:32 pm »
zonin è in cina da 15 anni allora comprò parecchi ettari per impiantare i primi vigneti.
il vino ormai è prodotto ovunque ci sono ottimi vini in tutto il modo dal sudafrica alla california e perchè non la cina??? dove gli affari si fanno bevendo la sera ci si diverte in compagnia bevendo (a parte adesso che ritirano la patente ma c'è chi ancora lo fa nonostante le campagne) e se oltre ai distillati di riso si riscore "figo" le usanze occidentali benvenga questa estate all'holiday in  di Hangzhou il vino proposto e "compreso" nel prezzo era un rosso argentino ma si poteva spaziare con le proibitive bottiglie francesi o italiane
per le birre il discorso è diverso, la più famosa, la Tsingtao ha una curiosa storia e deve la sua nascita al colonialismo tedesco... "sti maledetti colonialisti!!!" :-D
http://it.wikipedia.org/wiki/Tsingtao_(birra)
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

300

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 1.111
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #3 il: 14 Marzo, 2010, 00:05:29 am »
La tsingtao fa un po' ridere come birra, nel senso che per molti compreso me ha un gusto un po' più forte dell'acqua, non è assolutamente paragonabile con quelle europee per intenderci, tipo guinness o altre  :drinkers:   sul vino cinese non mi pronuncio perchè non l'ho ancora assaggiato ma speriamo riescano in futuro a selezionarne qualche varietà interessante.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da 300 »
Il mondo è un tiranno ma solo gli schiavi gli ubbidiscono

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #4 il: 15 Marzo, 2010, 08:33:26 am »
il mio post voleva evidenziare 3 fenomeni:
1) che la Cina e' il primo produttore mondiale di birra (e vorrei sapere quanti in Europa lo sanno...); faccio a questo proposito notare che la birra Tsingtao, come si evince anche dal link di wikipedia NON E' l'unica birra prodotta in Cina e neppure la sola esportata, tanto che copre solo il 50% dell'export di birra cinese; ricordo anche che, nonostante le mitizzazioni dei neoceltisti moderni, la birra NON E' una bevanda elaborata storicamente in Germania o Irlanda ma...in Mesopotamia qualche millennio prima (la ricetta della Guinness scura sta nel codice di Hammurabi) e diffusissima nell'antico Egitto, in Iran, in India e in Estremo Oriente in epoche in cui in Europa non la si conosceva affatto e che si deve alle genti mediorientali la sua introduzione in Europa....

2) che la coltivazione della vite e la vinificazione in Cina sono una pratica con radici millenarie e non di recente acquisizione;

3) che l'evoluzione degli ultimi decenni (cominciata in pieno maoismo) della produzione di vino in Cina mette ormai il paese asiatico in condizione di lanciarsi nella grande produzione anche di vini di alta qualita', in immense quantita', anche grazie al fatto che (come e' avvenuto ad esempio nel tessile a Prato) i Paesi di alta tradizione vinificatoria (in particolare Francia e soprattutto Italia) negli ultimi anni hanno realizzato una politica assai miope di incentivi all'export di macchinari, tecnologie ed...esperti per la crescita della qualita' della vinificazione cinese, il che ha creato le basi in Cina per avviare, ripeto avviare, la competizione alla pari (come qualita') e avvantaggiata (come quantita' e costi) proprio con le produzioni di quei Paesi che pensano solo a breve termine mentre la Cina pensa a lungo termine (appunto lo stesso e' successo con le macchine e le conoscenze tessili pratesi...).

dopodiche ci saranno nuove campagne, penose ed inutili, contro "l'invasione del vino cinese" mentre intanto l'Accademia delle Scienze di Beijing (secondo i dato della Confagricoltura italiana e dell'Universita' di Verona) si e' data come obiettivo entro il 2012 di decodificare il DNA di 500 vegetali fra cui diverse varieta' di uva da vino (e molto altro) per poterli clonare e trovare le aree della Cina  piu' adatte alla coltivazione...
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #5 il: 15 Marzo, 2010, 09:10:15 am »
probabilmente hammurabi rendendosi conto che la birra calda fa schifo ha pensato bene di vendere il brevetto della guinness hai celti :-D  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #6 il: 15 Marzo, 2010, 09:50:46 am »
beh, fra la birra di Hammurabi (che non era affatto calda dato che nella civilta' mesopotamica ed iranica si sapeva produrre senza elettricita' il ghiaccio e si sapeva conservare la neve montana e trasportarla) e il suo arrivo in quelle parti dell'Europa impropriamente definite "celtiche" a seguito delle...legioni romane non italiche (gli italici bevevano vino, come molti dei presunti "celti", in effetti Galli o Germani) passa qualche millennio.......
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #7 il: 15 Marzo, 2010, 14:40:03 pm »
:-D  :-D  :-D  :-D  :-D  :-D  :-D
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da vascoexinhong »

300

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 1.111
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #8 il: 15 Marzo, 2010, 15:59:20 pm »
Citazione da: "vascoexinhong"
:-D è risaputo che le guarre persiane sono state causate dal mancato pagamento delle royalties del franchising  "BABILONIAN DISCO PUB" :-D


quei maledetti di persiani  :snakeman:   erano troppo avidi e non gli bastava mai, per questo gliele abbiamo suonate di santa ragione  :smt035
spartaaa
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da 300 »
Il mondo è un tiranno ma solo gli schiavi gli ubbidiscono

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #9 il: 15 Marzo, 2010, 16:45:38 pm »
in effetti, le botte che hanno preso/si sono dati gli Ateniesi e gli Spartani nelle Guerre del Peloponneso (peraltro di volta in volta alleandosi coi tanto schifati Persiani e dimenticandosi del tutto le Termopili, ovviamente) hanno poi portato al risultato di una resistenza penosa alla penetrazione ed alla conquista romana, mentre i tanto disprezzati Persiani (cioe' i parti) hanno tenuto testa per secoli all'Impero romano, sconfiggendolo ripetutamente e arrivando a catturarne ed ammazzarne pure un Imperatore...

ma si sa, la Storia vera e' meno nota delle truffe di Hollywood o dei fumettari fascioyankees....

in ogni caso, tutto questo non c'entra NULLA con la birra e il vino in Cina (se non perche' e' a popoli mediorientali che si devono ENTRAMBE le acquisizioni culturali e non ai "Celti", ai Greci, ai Romani, ai franchi, ai Longobardi...) e quindi chiederei di tornare, se si sa farlo, in topic....
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da cavallo »
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

libero

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.400
    • Mostra profilo
(Nessun oggetto)
« Risposta #10 il: 16 Marzo, 2010, 14:40:38 pm »
Birra e prosecco veneti in Cina
Intesa con la grande distribuzione
½Castello? e ½Astoria vini? tra gli apripista del made in Italy
http://corrieredelveneto.corriere.it/ve ... 5267.shtml
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da libero »