Flusso 2006, problemi per chi è già in Italia - Diritti dell'immigrato & Osservatorio - Associna Forum

Autore Topic: Flusso 2006, problemi per chi è già in Italia  (Letto 1251 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Idra

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *
  • Post: 2.842
    • Mostra profilo
Flusso 2006, problemi per chi è già in Italia
« il: 08 Ottobre, 2006, 19:00:30 pm »
Partendo dal presupposto che le quote previste ai primi mesi di quest'anno non rappresentano una sanatoria, ma solo il numero di lavoratori stranieri legalmente richiedibili dai datori di lavoro in Italia, che dagli iniziali 170000 è passato al numero complessivo dei richiedenti di 500000, è innegabile che una gran parte di questi richiedenti non devono partire dai loro paesi ma sono già in Italia.

Lo straniero quindi, per risultare regolare, deve "in qualche modo" ritornare in patria, per poi presentarsi legalmente alla frontiera col visto rilasciato nel proprio paese e ottenere il permesso di soggiorno dalle questure italiane.
Il problema risiede soprattutto in quel "qualche modo", in quanto ritornando in patria in incorre nel rischio di essere controllati delle autorita' presenti nei vari aereoporti e essere espulsi ufficilamente, annullando la validita' del visto ottenuto grazie ai flussi dopo mesi e mesi di attesa.
Questo problema riguarda magari coloro che hanno già un lavoro in italia, e che devono solo regolarizzare la propria situazione formale, ma, a causa di questo meccanismo, sono costretti o a continuare a rimanere in stato di clandestinità, o a rivolgersi a organizzazioni illegali per ottenere magari alsi documenti o altri stratagemmi.
Alcune organizzazioni si stanno attivando per risolvere questo problema.
« Ultima modifica: 01 Gennaio, 1970, 01:00:00 am da Idra »