Andare via dell'italia. - page 1 - Sfoghi - Associna Forum

Autore Topic: Andare via dell'italia.  (Letto 9795 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

rosso12345

  • Livello: Turista di passaggio
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
Andare via dell'italia.
« il: 02 Giugno, 2012, 02:26:11 am »
Io come tanti andrò via di questo paese razzista con me porterò tanta rabbia verso questo paese xenofobico e invidioso.
Quanti di voi avete deciso di andare via dall'italia?



vasco reds

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 12.160
  • Sesso: Maschio
  • vasco rossi andrologo, psicoterapeuta
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #1 il: 02 Giugno, 2012, 08:50:04 am »
e dove andrai?

alfa

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 522
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #2 il: 02 Giugno, 2012, 12:40:48 pm »
Avete presente la storia della formica e le cicale? 
Questi tempi le cicale cominciano a guardare quello che hanno le formiche.

enteromorfa

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 820
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #3 il: 02 Giugno, 2012, 17:51:49 pm »
vai in cina allora, cosi' rendi pariglia. da italiano confermo che sicuramente in cina sono piu' xenofobici che in italia, ma se sei cinese va benone...(certo, in media la vita del maschio cinese e' davvero una merda.. pero' non si puo' avere tutto).
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

300

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 1.111
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #4 il: 04 Giugno, 2012, 22:38:45 pm »
Il mondo è un tiranno ma solo gli schiavi gli ubbidiscono

davis

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 165
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • David Prato web site
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #5 il: 11 Giugno, 2012, 04:56:11 am »
Anche gli italiani vogliono andare via dall'italia.. Figuriamoci i cinesi .. Tornare in cina adesso che in piena espansione economica è anche logico..
C'è più Zen in un filo d'erba che in un libro di filosofia -

Cavallo: basta scrivere stronzate

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #6 il: 11 Giugno, 2012, 08:54:06 am »
la cina non e' "l america", il paese delle opportunita per chiunque. E' piu facile mettersi in proprio probabilmente, e per i cinesi (per gli occidentali le leggi e la loro applicazione cambia), ma lavorando per altri...
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

enteromorfa

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 820
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #7 il: 11 Giugno, 2012, 15:56:57 pm »
in tal proposito proprio oggi sentivo il racconto di un inglese che è stato truffato due volte di fila. apri una ditta in cina, ci vuole il partner cinese ovviamente.. tu ci metti i soldi (la maggior parte almeno)... e lui scappa coi soldi.. oppure ti dice "io prendo l'80% dei guadagni e te il 20%.. e ringraziami"..
Naturalmente il socio deve essere ammanigliato con qualcuno, altrimenti aprire qualcosa in cina è pure più difficile che in italia se c'è lo straniero (ricordo una che voleva aprire una pizzeria e la licenza definitiva gli arrivò così tardi che aveva già chiuso nel frattempo).
non è sempre così per carità, alcuni ce la fanno anche, ma è tutt'altro che il paese delle opportunità per tutti.
« Ultima modifica: 11 Giugno, 2012, 15:59:11 pm da enteromorfa »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #8 il: 11 Giugno, 2012, 16:06:42 pm »
infatti oltre che vedendo e sentento l esperianza di conoscenti e osservando il via vai di ditte straniere ho trovato pure conferma in un articolo dello spiegel riportava che un gran numero di investitori tedeschi sta rivalutando il proprio investimento in cina e uno dei motivi elencati e' il diverso trattamento a cui sono soggetti da parte del governo cinese.
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

thun88

  • Socio di Associna
  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • *
  • Post: 1.273
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Twitter
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #9 il: 12 Giugno, 2012, 17:37:27 pm »
in tal proposito proprio oggi sentivo il racconto di un inglese che è stato truffato due volte di fila. apri una ditta in cina, ci vuole il partner cinese ovviamente.. tu ci metti i soldi (la maggior parte almeno)... e lui scappa coi soldi.. oppure ti dice "io prendo l'80% dei guadagni e te il 20%.. e ringraziami"..
Naturalmente il socio deve essere ammanigliato con qualcuno, altrimenti aprire qualcosa in cina è pure più difficile che in italia se c'è lo straniero (ricordo una che voleva aprire una pizzeria e la licenza definitiva gli arrivò così tardi che aveva già chiuso nel frattempo).
non è sempre così per carità, alcuni ce la fanno anche, ma è tutt'altro che il paese delle opportunità per tutti.
Io ero ancora nato, ma fidati che prima degli anni '90 anche le attività dei cinesi in Italia avevano bisogno di un prestanome per aprire l'attività, e anche in questi casi le percentuali di essere gabbati erano medie o alti.
Se non erro fu la legge Martelli a concedere l'attività impreditoriale agli "extracomunitari", in seguito alla morte e alle manifestazioni antirazziste per Jerry Essan Masslo.

Cmq buffo che le cose si ripetono ciclicamente, è proprio nella natura umana!
Speriamo che non serva il morto anche in Cina per emanare una legge a favore delle ditte straniere... speriamo bene di no!
Su Facebook:
Associna in Rete TogethER x L'Emilia-Romagna
Seguimi su Twitter @thun88

enteromorfa

  • Livello: Cittadino del forum di AssoCina
  • ****
  • Post: 820
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #10 il: 13 Giugno, 2012, 05:03:35 am »
Non mi pare si ripeta nulla. Le condizioni di diritti per gli stranieri tra la cina e l'italia fosse anche di 20 anni fa non sono minimamente paragonabili. Quello che discutevamo a seguito del messaggio di Davis è proprio questo, la cina non è la nuova "ammerica".. proprio per un discorso di non accettazione e integrazione degli stranieri e probabilmente non ci sarà mai..  possiamo dire senza timore che in italia siamo molto avanti, pur con tutti i limiti e problemi che non voglio sminuire, ma siamo avanti.
Per quanto riguarda il post inziale poi, che torni pure in cina. La differenza di qualità della vita tra persone medie (e non solo) tra cina e italia è enorme.. la vita media di un uomo cinese poi, sopratutto se cerca una ragazza, beh, diciamolo, è un inferno.
« Ultima modifica: 13 Giugno, 2012, 05:09:58 am da enteromorfa »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

MBC

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 2.906
  • filosofo, fisico quantistico e genicologo
    • Mostra profilo
    • http://www.corriere.it/
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #11 il: 13 Giugno, 2012, 10:07:08 am »
la cina e' una nazione nella mente degli han(la loro nazione), e nel governo di pechino anche se a parole e propaganda si dice il contrario. Gli show etnici di fine anno non cambiano la situazione e parlando degli han, la maggior parte se la passa male, ancora.

Tornando poi alle discriminazioni su base etnica: Vedi come trattano gli zingari cinesi(uighuri e tibetani) e le altre minoranze e come si vedono in rapporto a loro.

Considerato questo, e' innimaginabile che la cina sia o divenga una nuova americcca, anche se spesso ne copia il peggio e da una parte la ama, come ama tutto l occidente ammirandolo e spendendoci i figli dei ricconi, e dall altra parte...
« Ultima modifica: 13 Giugno, 2012, 10:11:31 am da MBC »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

Coco

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 434
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #12 il: 28 Giugno, 2012, 17:11:53 pm »
ANCH'IO NON NE POSSO PIU' DI STARE IN ITALIA MENTRE I MIEI FAMILIARI SONO COSI LONTANI DA ME. I MIEI FIGLI SONO IN CINA DA QUANDO ERANO PICCOLI PER STUDIARE LI.....ANCHE SE NON FACCIO CHISSA' CHE GUADAGNO IN CINA O SE SONO POVERA PREFERISCO ANDARE VIA DA QUI LO STESSO PERCHE' DELL'ITALIA ORMAI NON HO PIU' NIENTE DA FARMI RESTARE.STARE QUA NON HA PIU' UNA RAGIONE!!!GIA' LA POLITICA E LE MIGLIAIA DI LEGGI ITALIANE MI FANNO SCHIFO!!!
我的家人就是我最大的快乐。希望他们天天健康万事如意々∽々

Sun_Tzu

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 193
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #13 il: 28 Giugno, 2012, 18:24:22 pm »
Ciao Coco.

Sono felicissimo per te che tornerai a Casa e, cosa più bella che ci possa essere, dai tuoi Familiari e dai tuoi Figli.
Questo e' l'Anno del Dragone e, come ho sperato per la Repubblica Popolare Cinese e il Suo Popolo (in qualsiasi parte del mondo si trovi), ti auguro che questo tuo desiderio si possa avverare, per potere tornare cosi ad una vita più bella, a contatto con le proprie radici e a contatto con le persone più care, lontana da un mondo frenetico, dove c'e' una concorrenza in qualsiasi momento della vita e dove non c'e' vera gioia e felicità (nonostante sia difficile da raggiungere, si può arrivare a questa lottando insieme alle persone care e non dimenticando chi si e' e da dove si viene).
Ti auguro con tutto il cuore di raggiungere questo bellissimo traguardo.
Quando andrai in Cina, ti prego di portare un saluto a questa magnifica Terra che mi auguro un giorno di potere venire a vedere (nonostante mi senta molto vicino con tutto me stesso, con il mio cuore e con la mia mente).
Grazie infinite.
謝謝
« Ultima modifica: 28 Giugno, 2012, 18:27:42 pm da Sun_Tzu »

wen

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 3.264
    • Mostra profilo
Re:Andare via dell'italia.
« Risposta #14 il: 27 Novembre, 2012, 02:37:24 am »
ANCH'IO NON NE POSSO PIU' DI STARE IN ITALIA MENTRE I MIEI FAMILIARI SONO COSI LONTANI DA ME. I MIEI FIGLI SONO IN CINA DA QUANDO ERANO PICCOLI PER STUDIARE LI.....ANCHE SE NON FACCIO CHISSA' CHE GUADAGNO IN CINA O SE SONO POVERA PREFERISCO ANDARE VIA DA QUI LO STESSO PERCHE' DELL'ITALIA ORMAI NON HO PIU' NIENTE DA FARMI RESTARE.STARE QUA NON HA PIU' UNA RAGIONE!!!GIA' LA POLITICA E LE MIGLIAIA DI LEGGI ITALIANE MI FANNO SCHIFO!!!

E qui a Paolo Sarpi Milano vogliono mandarci fuori..............
ô蒙古人除了马粪什么也没有留下ö