ALCUNE DOMANDE RIGUARDO ALLA CITTADINANZA - Richieste di Aiuto - Associna Forum

Autore Topic: ALCUNE DOMANDE RIGUARDO ALLA CITTADINANZA  (Letto 2142 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Costanza

  • Livello: Turista di passaggio
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
ALCUNE DOMANDE RIGUARDO ALLA CITTADINANZA
« il: 20 Gennaio, 2013, 19:19:02 pm »
Salve a tutti!! 大家好
Sono una ragazza italiana all'ultimo anno di liceo, mi chiamo Costanza e sono di Cuneo.
Sto facendo un approfondimento riguardo alla cittadinanza alle seconde generazioni e mi piacerebbe che rispondeste a qualche domanda! Mettete anche la vostra età, che scuola frequentate e le vostre iniziali. Se siete degli adulti potete rispondere comunque naturalmente!
Grazie mille  :)

1. Il fatto di non essere cittadino italiano ha influito in qualche modo sulla tua vita in Italia?
2. Ti senti più italiano o più cinese? Il fatto di sentirti italiano e la tua condizione o meno di cittadino sono collegate?
3. Che opinione hai riguardo alla presa di posizione del presidente Napolitano riguardo alla cittadinanza agli immigrati di seconda generazione?

Grazie ancora  :)
« Ultima modifica: 22 Gennaio, 2013, 15:34:28 pm da Costanza »

jie

  • Socio di Associna
  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • *
  • Post: 290
    • Mostra profilo
    • http://user.qzone.qq.com/591231909
Re:ALCUNE DOMANDE RIGUARDO ALLA CITTADINANZA
« Risposta #1 il: 24 Gennaio, 2013, 23:35:04 pm »
1.il fatto di non avere la cittadinanza italiana crea molti problemi burocratici, nella scuola soprattutto per i viaggi scolastici. es. i minori di 14 non hanno il permesso di soggiorno indipendente da quello dei genitori creando problemi quando si va all'estero. la gran bretagna non è paese shengen, per cui lo studente straniero non puo andare in viaggo in gb se non va a farsi il visto per gb all'ambasciata gb di roma(che puo costare più del viaggio stesso). al compimento dei 18 anni bisogna o lavorare o studiare, se no non viene rinnovato il permesso di soggiorno, per cui anche se i tuoi genitori ti possono mantenere devi trovare un lavoro se non continui gli studi.
2.il sentimento umano non è valutabile, sono sentimenti diversi, uno è il paese d'origine, l'altro il paese in cui sei cresciuto. non si può dire se uno ama di più la madre naturale o la madre che lo ha cresciuto.
3.il presidente napolitano ha detto delle cose che sono auspicate da anni dall'ue. vedesi le leggi sulla cittadinanza degli altri paesi ue.