Dove vanno le nostre tasse? - Attualità - Associna Forum

Autore Topic: Dove vanno le nostre tasse?  (Letto 2846 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Dove vanno le nostre tasse?
« il: 16 Dicembre, 2011, 17:23:48 pm »
Ho trovato un video che pressappoco riflette quello che penso anche io dell'attuale sistema monetario italiano.

A Cosa Serve Pagare le Tasse?

Voi cosa ne pensate in generale? Mi piacerebbe sapere la vostra opinione.

Grazie.
« Ultima modifica: 16 Dicembre, 2011, 17:28:02 pm da Stefanoski »
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #1 il: 16 Dicembre, 2011, 19:08:55 pm »
penso che prima di chiedersi a cosa serve pagare le tasse e di evidenziare (giustamente) sprechi, iniquità e clientele del sistema fiscale (non "monetario") italico, credo occorra chiedersi perché l'Italia ha ilm primato (con la Grecia) dell'evasione fiscale, contributiva, ecc. (con l'ovvia eccezione dei lavoratori e dei pensionati, a reddito fisso) in tutti i campi (dall'IVA all'IRPEF al canone RAI, ecc.) e perché i governi di centrodestra hanno fatto più misure (condoni, scudio fiscali, abolizione del falso in bilancio, ecc.) A FAVORE degli evasori di tutti i governi italiani post-1945...

non é un caso che la polemica anti-tasse, leghista o dei tea-parties (falsamente "autonomi", in realtà foraggiati dai megamiliardari), si accompagni sempre con le peggiori posizioni della destra radicale (e sovente, guarda un po', con la xenofobia, che invece si fa finta che non c'entri, mentre c'entra eccome perché alimenta il supersfruttamento e il lavoro "nero"....) di chi difende i suoi privilegi legalizzati e i suoi trucchi per scaricare sui più poveri tutti i sacrifici...

se in Italia si abbattessero anche solo del 30% l'evasione fiscale, le rendite parassitarie, gli affari criminali (3 primati italici, ripeto...) ci sarebbero risorse in avanzo per:
- abbassare le tasse;
- migliorare i servizi;
- accrescere il welfare;
- rilanciare l'economia;
- salvare patrimonio culturale e territorio;
- finanziare la ricerca e l'innovazione...

e allora sarebbe giustissimo rimettere in discussione ogni stortura del sistema fiscale (che sono comunque meno anomale dell'evasione, più diffuse, nel panorama europeo che invece vede livelli di evasione imncomparabilmente MIMNORI di quello italiano!!!!), ma oggi come oggi il problema principale é quello dell'evasione fiscale coccolata, voluta, esaltata, strumentalizzata......: la più immensa stortura tutta italiana da 150 anni!!!!!
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #2 il: 16 Dicembre, 2011, 19:18:51 pm »
Sono daccordo.

L'ho gia scritto in un altro topic. Puoi dimezzare le tasse e anche l'IVA. Vedrai che le tasse gli evasori le pagano da se. Ma io ti parlo di piccoli evasori perchè i grossi devi aprire un bel pozzo, buttarci dentro un pò di lava e poi appresso loro.

Naturalmente questo va unito ad un serio controllo e a serie pene contro l'evasione fiscale. Perchè ho scritto che un conto è dare allo stato un 15/20% un altro è dargli il 50/60%. Dopo è strozzinaggio, non ti restano i soldi in tasca (piccolo artigiano, piccola impresa, negozio...non so che categorie) e alla fine si giustifica tutto quello che dici giustamente anche tu (xenofobia).


Sono certo Cavallo che se ad oggi tu ti ritrovi in tasca tutta l'evasione Italiana (anche un 10% in più guarda un pò, sono buono) le cose sarebbero identiche. Stesso copione. Solo che in questo caso l'evasione ti da l'opportunità per poter dire "c'è stata troppa evasione e quindi..."E invece io la penso diversamente....

Son sempre dell'idea che i nostri sistemi europei non vogliono che il cittadino media accresca il suo potere d'acquisto. Altrimenti non trovo spiegazione a nulla. O meglio la spiegazione ce l'ho ma non ci voglio credere...
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #3 il: 16 Dicembre, 2011, 19:52:06 pm »
il rapporto fra tasse e democrazia é storicamente fortissimo.

"no taxation without representation" fu lo slogan della Rivoluzione Americana! e il Terzo stato francese si ribellò al fatto che erano I SOLI a pagare le tasse in Francia (ecclesiastici e nobili erano esentati!!!)

come notava quel Gramsci che alcuni sottovalutano...l'Italia non ha avuto NE' la Riv. Francese (se non come merce d'importazione), NE' la costruzione del senso dello stato, edificato invece in Paesi come GB, Francia, Germania, Olanda, ecc. da secoli; siamo uno stato unificato da una dinastia straniera (i savoia), grazie a vittorie militari straniere (francesi e prussiane)ed ai finanziamenti e gli appoggi francobritannici (a Garibaldi come agli interventisti della 1a GM), senza una borghesia nazionale autonoma, con un trasformismo (hai presente il GATTOPARDO? e Mussolini? altro che Scilipoti) senza paragoni in europa, con una incoerenza delle alleanze (1914 e 1943) senza pari, con un ruolo essemnziale del patto Stato-latifondisti e Stato-Vaticano, e con poteri criminali inesistenti nel resto dell'Europa;

 con la conseguenza che evasione fiscale, clientelismo, compravendita dei voti e dei parlamentari, tumori madeinItaly DOC come il fascismo, ecc. hanno accompagnato L'INTERA Storia dei 150 anni dell'Unità (e i decenni precedenti...); quindi ogni paragone tra il sistema fiscale dello stato Italiano e quelli europei mi appare improprio.....

ti faccio un esempio: in Italia ci sono ancora 2 milioni di case NON ACCATASTATE, mentre a Trento e Bolzano il catasto era AL 100% già al tempo degli Asburgo, 200 anni fa e l'Austria NON HA CASE NON ACCATASTATE!!!!!!!

solo tenendo separata l'anomalia europea rappresentata dall'Italia (e dalla Grecia e dalla Spagna, in altra misura...) dagli altri casi dell'Europa occidentale si può analizzare poi il senso dei sistemi fiscali.......

nb: le tasse le pagano di più, in Europa....dove sono più alte, Italia esclusa...(Germania, Svezia, Olanda, ecc....) a riprova che non è vero meccanicamente che tasse alte = alta evasione....
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #4 il: 16 Dicembre, 2011, 20:01:02 pm »
Per carità,

posso riassumere quel che dici (e condivido) con una semplice frase: l'Italia è sempre stato un troiaio  O0

Io intendevo dire che ad oggi, con la globalizzazione, sarebbe più sensato agire in un'altra maniera anche per permettere a tutti di essere in primis più competitivi (aggiungiamoci un bel pizzico di "voja de lavorà") e in seconda battuta "soldi in saccoccia da spendere" almeno gira l'economia.

E' giusto che con più soldi in tasca gira l'economia no? Altrimenti si ferma.
C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.

cavallo

  • Livello: Cittadino del Mondo
  • *****
  • Post: 14.723
  • Sesso: Maschio
  • silvio marconi, antropologo e ingegnere
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #5 il: 16 Dicembre, 2011, 20:14:03 pm »
concordo.

ma per accrescere i soldi da spendere serve soprattutto aumentare i redditi bassi (pensionati, precari, lavoratori) e accrescere i posti di lavoro, non certo ridurre le tasse dei ricchi che spendono in pochi beni ad alto valore (quando non esportano all'estero i soldi....) invece che in tanti beni a basso-medio valore.

resta poi un secondo problema: se i tanti Marchionne deinduistrializzano e delocalizzano, spendere di più significa...importare di più, dato che l'Italia ha perso chimica fine, elettronica, telefonia (noi che abbiamo il record di cellulari procapite in Occidente!), industria dei giocattoli, ecc. e non per colpa della "cattivissima" Cina e dei suoi bassi salari (il salario influsice solo per il 5-7% sul costo di un prodotto) ma perchè per 30 anni non ha speso in ricerca ed innovazione ed ha fatto fallire l'elettronica dell'Olivetti, la siderurgia, la chimica, ecc....magari su richesta USA....

quindi occorrerebbe rilanciare consumi "differenti", di prodotti non delocalizzabili: cultura, territorio, alimenti a km zero, servizi locali, che creino posti di lavoro, nuovo reddito, nuovi cosnsumi, e rilanciare settori-chiave dell'economia italiana lasciati marcire volutamente
"anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti" (Fabrizio De André)

Stefanoski

  • Livello: Straniero / Laowai ben inserito
  • ***
  • Post: 512
    • Mostra profilo
Re:Dove vanno le nostre tasse?
« Risposta #6 il: 16 Dicembre, 2011, 20:17:09 pm »
Concordo al 100% ;)

C'è un elemento che ha rovinato questo forum. E' stato lasciato libero di agire usando modalità di dialogo che vengono usate in politica (ex PCI). Negare sempre tutto a favore dell'ideologia, mettere in bocca agli altri cose mai dette. Caos.

Rigira tutte le frittate e prende gli utenti per sfinimento. Che alla fine sbroccano.

Razzista contro gli italiani (è italiano), cerca di mettere indigeni e migranti l'uno contro l'altro. Creando divergenze.

E Associna ringrazia.

Il suo nick è cavallo.